Musicoterapia relazionale, disturbi dell’apprendimento e ADHD

Vdeoconferenza centrata su alcuni recenti studi di musicoterapia relazionale, riguardanti in particolare i disturbi dell’apprendimento e gli ADHD (disturbi da deficit di attenzione e iperattività).

 

Superando.it

Professionisti della musicoterapia, musicisti, studenti di musicoterapia, musica o scienze umane, docenti di ogni ordine e grado, personale attivo nella pratica terapeutica riabilitativa ed educativa a favore di persone con particolari difficoltà e specifiche attitudini: sono i destinatari della videoconferenza in programma per domani, 19 novembre, a cura della Cooperativa Oltre e della Casa Editrice Ponte Sisto, centrata su alcuni recenti studi di musicoterapia relazionale, riguardanti in particolare i disturbi dell’apprendimento e gli ADHD (disturbi da deficit di attenzione e iperattività)
(continua…)

Cosa significa per te rifiorire dopo una qualche forma di violenza?
È stata l’Associazione Verba di Torino, che gestisce il Servizio Antiviolenza Disabili – Il Fior di Loto, a lanciare “#Rifiorire”, innovativa campagna di comunicazione online, voluta per informare e sensibilizzare la popolazione sulla violenza contro le persone con disabilità. L’iniziativa prevede che i profili social dell’Associazione siano animati da spunti di riflessione, racconti di persone, video informativi e altro, a partire dalla domanda «Cosa significa per te rifiorire?». L’iniziativa si chiuderà il 25 novembre, con un incontro in diretta Facebook sul tema “Violenza e disabilità”
(continua…)

Un codice per avere sempre con sé le informazioni sui verbali di invalidità
Tramite un recente Messaggio, l’INPS ha informato che, nell’àmbito dei servizi online offerti al cittadino, è stato implementato il nuovo sistema “QR Code dell’invalidità civile”, per tutti i verbali di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità. Tale codice può essere dunque utilizzato per attestare in tempo reale lo stato di invalidità e accedere alle agevolazioni previste dalla normativa vigente in materia di invalidità civile, oltre agli eventuali bonifici erogati da soggetti esercenti, garantendo inoltre informazioni sempre attendibili e aggiornate
(continua…)

Purtroppo accade ancora: a casa da scuola perché nessuno lo porta in bagno
Almeno dal punto di vista normativo, di chi fossero le responsabilità dell’assistenza igienico-personale agli alunni con disabilità sembrava averlo definitivamente chiarito anche per la Sicilia il recente Parere espresso dal Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione. Nei fatti, invece, non sembra proprio essere così, a giudicare da quanto denuncia il CSR (Consorzio Siciliano di Riabilitazione)-AIAS, riguardo alla vicenda di un ragazzo di 17 anni che non può ancora frequentare la scuola di Acireale cui è iscritto, proprio a causa della mancanza dell’assistenza igienico-personale
(continua…)

È vera inclusione solo se serve concretamente alla crescita esistenziale
«La burocrazia, le procedure stanno prendendo il sopravvento, mentre le persone passano sullo sfondo», scrive tra l’altro Giovanni Maffullo, e guardando in particolare alle scuole superiori, oltre a soffermarsi sull’«“ipocrisia” del volere in classe a tutti i costi la persona con disabilità» e sulla totale mancanza di formazione sull’inclusione, da parte di dirigenti e docenti, ritiene «indispensabile che un supporto e un sostegno specifico agli alunni con disabilità debba essere concretamente al servizio della loro crescita esistenziale e non solo dell’acquisizione di apprendimenti formali»
(continua…)

Valentina Petrillo e il bisogno di mostrarsi nella propria autenticità
Tra le dirette online promosse dall’Associazione NoisyVision, per il progetto “Color InSight”, vi è stata quella che ha avuto per protagonista Valentina Petrillo, atleta paralimpica transgender e ipovedente, rispetto alla quale dalla stessa NoisyVision dicono: «Crediamo che nella sua storia ci sia tanto su cui riflettere sul bisogno di ciascuno di noi di mostrarsi a sé e agli altri nella propria autenticità, con le proprie risorse e le proprie fragilità, avendo fiducia di poter essere accolti, ciò che non riguarda solo le persone con disabilità o transgender, ma tutti noi, soprattutto oggi»
(continua…)

Suonare la batteria con le protesi, ovvero niente è davvero impossibile!
«Un po’ di tempo fa mi è venuto il desiderio di imparare a suonare la batteria. Mi sono così rivolta al Centro Protesi INAIL di Roma, mettendo in conto che avrei anche potuto ricevere un invito a farmi vedere da un bravo psichiatra! E invece la mia sfida è stata accolta con grande entusiasmo e oggi ho due protesi con le quali sto imparando a suonare la batteria!»: è una storia, quella di Monica Schneider Graziosi, donna con tetrafocomelia (mancanza di tutti e quattro gli arti), che dimostra come nulla sia davvero impossibile, specie se sulla propria strada si incontrano le persone giuste
(continua…)

I problemi e le questioni aperte riguardanti il Contrassegno CUDE
Costi diversi in varie zone d’Italia, per ottenere il Contrassegno CUDE, e anche situazioni di utilizzo improprio da parte di chi non ne avrebbe diritto: sono i problemi denunciati da Alessandra Corradi, riguardanti appunto il CUDE (Contrassegno Unificato Disabili Europeo), e tuttora irrisolti, così come sono stati esposti in una lettera inviata qualche tempo fa a tutte le principali Autorità Istituzionali Nazionali e locali di competenza, senza però ottenere risposte, almeno finora
(continua…)

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi