Luca Casella, musicista e fotografo non vedente, che lavora a un suo concerto

Musicista non vedente, ma anche musicoterapista e fotografo, Luca Casella ha lanciato il suo primo singolo su Spotify. Ora spera di realizzare le dieci canzoni che servono per fare un album da portare poi in concerto.

 

Superando.it

Musicista non vedente, ma anche musicoterapista e fotografo, già tra i protagonisti del film “Per altri occhi”, diretto da Silvio Soldini, Luca Casella – che compone con Riccardo Sabbatini il duo Armodia – ha lanciato il suo primo singolo su Spotify. Ora spera di realizzare le dieci canzoni che servono per fare un album da portare poi in concerto. «Sì – dice- sogno un concerto con le mie musiche!»
(continua…)

Un nuovo corso “a sostegno della persona fragile”
Prenderà il via il 26 novembre, articolandosi su quattro incontri successivi fino al 17 dicembre, il nuovo corso di formazione online “A sostegno della persona fragile”, promosso dall’Associazione InCerchio di Milano, che rivolgendosi a familiari, operatori e volontari, consentirà via via di scoprire “il come, il quando e il perché” dell’amministrazione di sostegno, l’istituto introdotto nel 2004 dal nostro Paese, per superare le ben più rigide forme dell’interdizione e dell’inabilitazione
(continua…)

Una foto con il rosso, contro la violenza sulle donne con e senza disabilità
Farsi una foto con un oggetto rosso (scarpa, foulard o qualsiasi altra cosa a scelta o a disposizione), dichiarando di essere contro la violenza e la discriminazione che colpisce tutte le donne, compresa la discriminazione multipla nei confronti delle donne con disabilità: è questa l’iniziativa lanciata dal Gruppo Donne della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), alla vigilia di domani, 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in un anno come questo in cui la pandemia ha peggiorato ulteriormente la situazione
(continua…)

Griffo componente effettivo del Comitato Sammarinese di Bioetica
Formalizzando una collaborazione decennale, sostanziata anche in una serie di importanti documenti pubblici, Giampiero Griffo, figura ben nota nel panorama delle organizzazioni impegnate in favore dei diritti delle persone con disabilità, coordinatore, tra l’altro, del Comitato Tecnico-Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità, è stato nominato quale componente effettivo del Comitato Sammarinese di Bioetica, organismo che sin dalla sua nascita ha evidenziato una costante attenzione ai temi della disabilità
(continua…)

Il nuovo sito del Museo Tattile Omero: al centro l’accessibilità per tutti
Presentato pubblicamente nei giorni scorsi, il nuovo sito web istituzionale del Museo Tattile Statale Omero di Ancona intende pienamente interpretare e rispecchiare la filosofia di tale struttura, che da sempre pone l’accessibilità al centro della propria riflessione ed esperienza. «Un’accessibilità – viene precisato – intesa come una via di entrata semplice e intuitiva ai contenuti, per tutti, a prescindere dagli strumenti utilizzati»
(continua…)

Più di settecento lettori e lettrici ad alta voce
Nato dall’esigenza di portare le storie e la lettura nei luoghi di disagio e svantaggio fisico, difficoltà sociali, psichiche, culturali ed economiche, il Movimento LaAV (Letture ad Alta Voce), che fa capo all’Associazione Nausika di Arezzo, raggruppa una rete di ben 700 lettori e lettrici volontari e volontarie, persone dai 7 ai 90 anni, di diversa estrazione e diverso livello di istruzione, che dal 26 al 28 novembre si ritroveranno per tre giornate di lavori online, tra laboratori narrativi, presentazione dei prossimi progetti e di servizi pensati tenendo conto dell’emergenza sanitaria
(continua…)

Appartenere al mondo LGBT+ e avere una disabilità: un tema assai poco esplorato
Dopo le videoconferenze dedicate alle discriminazioni correlate al genere, all’eta e alla cittadinanza, si concluderanno il 26 novembre gli incontri online a partecipazione gratuita, nell’àmbito del progetto della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) “Disabilità: la discriminazione non si somma, si moltiplica”. Con l’ultimo incontro, intitolato “Favolose abilità – LGBT+ e disabilità”, ci si propone di rendere visibile un tema ancora assai poco esplorato, quale quello della disabilità nel mondo LGBT+ (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender)
(continua…)

Bilanciare ovunque la tutela della salute e i bisogni relazionali e affettivi
«Strumenti di screening per il coronavirus, come quelli del Veneto e dell’Emilia Romagna, vanno introdotti anche nelle altre Regioni, per realizzare quel delicato bilanciamento tra la tutela della salute e i fondamentali bisogni relazionali e affettivi delle persone più fragili, per le quali le videochiamate, anche a motivo di patologie specifiche di cui sono spesso portatori, non sono una soluzione adeguata»: lo ha dichiarato il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, a proposito delle strutture residenziali che ospitano persone con disabilità
(continua…)

Garantito a Torino il trattamento della sordità infantile
«L’attività clinica a favore di tutti i bambini sordi proseguirà presso la sede abituale del Servizio di Audiologia Pediatrica all’interno del Presidio Ospedaliero Martini di Torino, con un percorso ad hoc, separato da quello riservato ai malati affetti da Covid»: lo ha scritto il responsabile del Servizio di Audiologia e Impianti Cocleari all’Ospedale Martini di Torino, fugando in tal modo le forti preoccupazioni espresse nelle scorse settimane da una serie di organizzazioni piemontesi, di fronte alla prospettiva che tali attività potessero essere sospese a causa dell’emergenza Covid
(continua…)

La disabilità come insulto: sembra incredibile, ma accade ancora e di continuo
«Perché usare una condizione di vita come la sindrome di Down – scrive Claudio Arrigoni -, o altre di chi ha disabilità, come insulto? Sembra incredibile che ancora accada. E invece è accaduto ancora e quasi se ne è fatta una abitudine. Perché il silenzio la avvolge. Ma non deve esserlo e non ci stiamo. La condizione di disabilità, e le parole che a questa fanno riferimento, usate come insulto, sembra non interessino, ma non può essere così»
(continua…)

Sharing - Condividi