Comitato Resistenza Colle del LYS APS a sostegno di Medu

Comitato Resistenza Colle del LYS APS a sostegno di Medu

Medici per i diritti umani (MEDU) esprime profonda gratitudine nei confronti del Comitato Resistenza Colle del Lys Aps per il sostegno solidale manifestato ai migranti in transito in Alta Valle di Susa.

IL COMITATO RESISTENZA COLLE DEL LYS APS A SOSTEGNO DI MEDU

Con i fondi raccolti sarà possibile acquistare beni di prima necessità per i migranti in transito in alta Val di Susa

Medici per i diritti umani (MEDU) esprime profonda gratitudine nei confronti del Comitato Resistenza Colle del Lys Aps per il sostegno solidale manifestato ai migranti in transito in Alta Valle di Susa.

Al fine di sostenere le attività di assistenza umanitaria in cui è impegnato il referente di MEDU Piemonte insieme ad altre realtà locali, il Comitato ha indetto una raccolta fondi che permetterà l’acquisto e la distribuzione di beni di prima necessità ai molti migranti che continuano ad attraversare la frontiera alpina Nord-occidentale nel tentativo di raggiungere la Francia. Un ringraziamento sentito va anche all’ANPI di Collegno, che ha contribuito a sua volta con una donazione.

La situazione ad Oulx resta ad oggi emergenziale, con un flusso consistente e costante di persone che raggiungono ogni giorno la frontiera, spesso con molti anni di viaggio alle spalle e in condizioni di estrema vulnerabilità psico-fisica. Numerose sono le famiglie con bambini, le donne in stato di gravidanza o puerpere, le persone sopravvissute a violenze e traumi nei paesi di origine e lungo le rotte migratorie, in particolare la Rotta Balcanica. Negli ultimi giorni inoltre si è reso più volte necessario allertare il soccorso alpino e tutti i soggetti impegnati nelle operazioni di soccorso in alta montagna per la ricerca di persone che risultavano disperse.

Il sostegno all’azione di MEDU da parte del Comitato Resistenza Colle del Lys Aps è particolarmente significativo e rappresenta un’importante occasione per riaffermare i valori della Resistenza, che vivono ancora oggi nella solidarietà attiva, nella cura dei più vulnerabili e nella difesa quotidiana dei Diritti Umani fondamentali.

Per approfondimenti sulla situazione alla frontiera Nord-Occidentale si vedano i rapporti Medu:
I rapporto 
II rapporto

Roma, 4 maggio 2021

 

Sharing - Condividi