Latina, pena definitiva per il carnefice del cane Lucky: otto anni di carcere al pensionato

Il maltrattamento fisico degli amici a quattrozampe viene spesso utilizzato come strumento di violenza psicologica sulle persone per creare un clima di controllo e potere sulle vittime umane.

E’ il caso del cane Lucky massacrato, seviziato e gettato nell’immondizia nella periferia di Latina: oggi il suo carnefice è stato condannato a 8 anni di carcere.

Il pensionato di 72 anni è accusato di violenza sessuale ai danni della figlia e di maltrattamenti in famiglia oltre all’uccisione del povero Lucky.

Probabilmente senza questi ulteriori capi d’accusa, tale individuo non avrebbe fatto neppure un giorno di carcere!

Pretendiamo pene più severe per chi uccide e maltratta gli animali” dichiara Walter Caporale, Presidente degli Animalisti Italiani.

Firma la petizione   bit.ly/3hWsFFP

𝐋𝐚 𝐜𝐫𝐮𝐝𝐞𝐥𝐭𝐚̀ 𝐯𝐞𝐫𝐬𝐨 𝐠𝐥𝐢 𝐚𝐧𝐢𝐦𝐚𝐥𝐢 𝐞̀ 𝐭𝐢𝐫𝐨𝐜𝐢𝐧𝐢𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐜𝐫𝐮𝐝𝐞𝐥𝐭𝐚̀ 𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐠𝐥𝐢 𝐮𝐨𝐦𝐢𝐧𝐢.

 

Ufficio Stampa
Associazione “Animalisti Italiani”

www.animalisti.it

 

Sharing - Condividi