Condannato a una multa di 20mila euro per aver ucciso la cagnolina Liù

Condannato a una multa di 20 mila euro per avere ucciso a calci la cagnolina Liù. È il verdetto del giudice nei confronti dell’uomo ritenuto colpevole della morte dell’animale ai sensi dell’art. 544 bis del Codice penale.

 

CONDANNATO AL PAGAMENTO DI VENTIMILA EURO PER AVERE UCCISO UNA CAGNOLINA. LA SENTENZA DEL TRIBUNALE DI PIACENZA A TRE ANNI DAI FATTI

Condannato a una multa di 20 mila euro per avere ucciso a calci la cagnolina Liù. È il verdetto del giudice nei confronti dell’uomo ritenuto colpevole della morte dell’animale ai sensi dell’art. 544 bis del Codice penale. Il Tribunale monocratico di Piacenza ha inoltre disposto a carico dell’imputato un risarcimento di 3 mila euro nei confronti dell’OIPA, che si è costituita parte civile, e il pagamento delle spese processuali quantificate in 3.400 euro. A far scattare l’indagine dei Carabinieri di Piacenza era stata la denuncia di una persona che aveva visto l’uomo prendere ripetutamente a calci la cucciola, di appena quattro chili e mezzo di peso, lungo una pista ciclabile.

SOSTIENI IL PROGETTO “SAVE A STRAY” DELL’OIPA INTERNATIONAL, AIUTA I RANDAGI MALTRATTATI ED EMARGINATI IN MOLTE PARTI DEL MONDO

Lasciati morire di fame e di sete e abbandonati nel deserto. Fucilati e avvelenati in mezzo alla strada. Catturati per essere sterilizzati e mai più rilasciati. Disprezzati ed emarginati dalle istituzioni e dagli stessi cittadini, i randagi vengono abusati e maltrattati con metodi cruenti e brutali perché considerati soltanto un problema da eliminare nel peggiore dei modi. Dove? Albania, Azerbaijan, Dubai, Mauritius, Pakistan, Siria, Turchia e in molti altri paesi. Di fronte alle tantissime richieste di aiuto, l’OIPA International ha deciso di portare alla luce la verità di queste terribili realtà e dare voce a cani e gatti che, invisibili agli occhi della gente, continuano a soffrire ogni giorno. Con il progetto “Save a stray” vogliamo dare a questi animali un aiuto concreto e tangibile e contribuire con cibo, cure veterinarie, medicinali, sterilizzazioni. Non lasciamoli soli, facciamo sentire che la loro richiesta d’aiuto non rimarrà mai più inascoltata.

DA OGGI I VETERINARI POSSONO PRESCRIVERE FARMACI EQUIVALENTI A USO UMANO PER CURARE GLI ANIMALI DOMESTICI. OIPA: «GLI ALTI COSTI DEI FARMACI VETERINARI SCORAGGIANO LE ADOZIONI E AUMENTANO IL RANDAGISMO»

Gli animali domestici da oggi possono essere curati, su prescrizione veterinaria, anche con farmaci equivalenti a uso umano più economici ma di uguale efficacia. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il decreto firmato dal Ministro della Salute il 14 aprile scorso entra finalmente in vigore, prendendo atto delle esigenze delle famiglie e dei volontari che accudiscono cani, gatti, conigli, furetti, troppo spesso a caro prezzo, e che talvolta non riescono a curarli proprio per le spese esose dei farmaci veterinari.

L’INCONTRO CON GLI ANGELI BLU L’HA SALVATO DA UNA LENTA AGONIA, TUTTI UNITI POSSIAMO FARLO RINASCERE. AIUTIAMO PEPPINO

Un invisibile tra mille altre anime rinchiuse a languire in uno squallido box di un canile, questo era Peppino fino a poco tempo fa, un randagio che, come tanti altri suoi compagni di sventura, non solo era condannato ad una vita priva di libertà, di spazi e di affetto, ma anche di cure. Forte leishmaniosi, insufficienza renale, rogna demodettica, soffio cardiaco e, come se non bastasse, anche due neoformazioni nella zona inguinale. Non appena le sue condizioni si saranno stabilizzate, Peppino sarà operato per asportare le masse tumorali. Aiutiamolo insieme ai volontari dell’OIPA di Avellino.

FELICE VITA DOLCE HELEN: GRAZIE AL PROGETTO “GLI AMICI DI DOBBY” HELEN HA TROVATO IL SUO POSTO NEL MONDO

Trovata abbandonata in una strada a scorrimento veloce, nonostante la paura ed il pericolo, Helen cercava disperatamente aiuto avvicinandosi alle auto che sfrecciavano. Recuperata dai volontari dell’OIPA, guardava con grande incertezza il mondo attorno a sé, ma piano piano, con i tempi giusti, grazie al progetto “Gli Amici di Dobby”, al prezioso e sinergico lavoro degli Angeli blu dell’OIPA Milano e dello staff del rifugio “Cani Sciolti”, ha potuto conoscere la parte bella della vita ed è riuscita a trovare finalmente una famiglia. Aiuta anche tu altri amici a 4 zampe in attesa di una casa, sostieni il progetto “Gli Amici di Dobby”

UN’IMPORTANTE INIZIATIVA A TUTELA DELLA BIODIVERSITA’: IL “PROGETTO RICCI” DEI VOLONTARI DELL’OIPA DI PISTOIA

Nell’estate 2020, con il recupero della prima cucciolata, i volontari dell’OIPA di Pistoia hanno dato il via ad un progetto specifico per i ricci, che come tanti altri animali selvatici, incontrano grosse difficoltà nella convivenza con l’uomo. Allattati e svezzati, quattro piccoli ricci sono stati reintrodotti nel loro habitat e, dopo di loro, tanti altri sono stati aiutati dagli Angeli blu. Prima di essere liberati, affrontano un periodo di inselvatichimento nel recinto pre-libertà dotato di casette di legno per il letargo invernale. Se trovi un riccio in difficoltà, informati per sapere se e come soccorrerlo.

UNA BRUTTA RICADUTA PER NEMO, PITBULL SCARTATO DAI COMBATTIMENTI CLANDESTINI. AIUTIAMOLO INSIEME AI VOLONTARI DELL’OIPA DI PALERMO

Chi ci segue da anni si ricorderà forse di Nemo, pitbull scartato da un giro di combattimenti clandestini e ritrovato in fin di vita nelle campagne palermitane. Con l’aiuto degli Angeli blu di Palermo, era tornato in splendida forma, ma poco tempo fa ha avuto una brutta ricaduta: ha iniziato a rifiutare il cibo e ha perso molto peso. La leishmaniosi di cui era affetto e che fino ad oggi non aveva comportato particolari problemi, è tornato ad aggredirlo, compromettendo i valori epatici e renali. Non lasciamolo solo, con una catena solidale potremo aiutare un cane che non ha ancora ricevuto nulla di positivo dalla vita, se non sofferenza e mancanza di affetto.

UNA PROMESSA MANTENUTA: MAI PIÙ SOFFERENZA PER NINO, OGGI RINATO CON LA SUA NUOVA FAMIGLIA

Erano i primi di gennaio quando vi abbiamo raccontato del salvataggio di Nino da parte delle guardie zoofile dell’OIPA di Cremona. Incappato nelle mani sbagliate, viveva abbandonato in un giardino di proprietà, lasciato fuori al gelo, anche di notte, privato di qualsiasi attenzione. Nutrito a pane secco gettato tra il fango e i suoi escrementi, non aveva diritto neanche ad una cuccia. Guardate com’è cambiato il suo sguardo a distanza di cinque mesi: curato nel corpo e nell’animo, oggi Nino conduce finalmente la vita che tutti i cani dovrebbero fare. Accolto in una nuova famiglia, riceve coccole a volontà e convive con tre sorelle a quattro zampe con cui condivide giochi e tante nuove esperienze positive.

Continua a sostenerci, con un gesto semplice e gratuito, potrai restituire la gioia di vivere a tantissimi altri animali ❤ CF. 97229260159

FRISBEE SOLIDALE OIPA

Giornate di sole = gite con il tuo 4zampe! Rendilo felice con il frisbee solidale OIPA. Scopri tutti gli accessori per i 4 zampe nel nostro emporio. La tua offerta aiuterà gli animali!

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi