Usa, aperta inchiesta su 13enne sano morto dopo la seconda dose di Pfizer

Lo riporta oggi Il Messaggero, che in passato aveva posizioni più “omologate” alla censura mediatica rispetto alla pubblicazione di eventi avversi correlati.
Ma il caso di Jacob Clynick, l’adolescente di 13 anni morto dopo il richiamo Pfizer BioNTech, non si può ignorare, perché sta suscitando un’eco in tutti gli USA e non è affatto un caso isolato o un fulmine a ciel sereno.
La morte di Jacob, infatti, segue l’allarme sulle conseguenze di miocardite correlata alla vaccinazione mRNA ai bambini, agli adolescenti, ai giovanissimi, soprattutto di sesso maschile.

Lo ha dovuto confermare anche l’ultimo studio dei CDC statunitensi che, nonostante abbia fatto luce su un possibile legame tra i vaccini mRna e una rara infiammazione cardiaca nei più giovani, ha comunque consigliato la vaccinazione, sebbene i giovani sani siano perfettamente in grado di superare la malattia e sviluppare nel caso più anticorpi, e di più lunga durata, dei soggetti sottoposti a inoculazione genica.

Su Twitter Tami Burages, che ha anche promosso la raccolta fondi per il funerale del ragazzino, aveva fatto un tweet per annunciare la morte del nipote.
Il tweet (pubblicato da Il Messaggero)  è stato cancellato e Tami Burages scrive anche perché: la mia famiglia è in lutto e non voglio che la morte di mio nipote sia strumentalizzata politicamente. In particolare se la prende con Fox News, che ha cercato, secondo lei, di sfruttare la notizia.
Lei vuole soltanto, ribadisce, che si faccia luce sulla vicenda e che non si ripetano tragedie come quella che sta vivendo la sua famiglia.

Questo il tweet cancellato:

“Una settimana fa mio nipote di 13 anni ha avuto il secondo vaccino anti-Covid. Meno di 3 giorni dopo è morto. I primi risultati dell’autopsia (fatta venerdì) erano che il suo cuore era ingrossato e c’era del liquido che lo circondava. Non aveva problemi di salute noti. Non assumeva farmaci”.

AGATA IACONO (Sociologa, antropologa, giornalista certificata Wrep Blockchain)

Shock negli Usa: morto ragazzo di 13 anni dopo la seconda dose di Pfizer. «Era sano». – Emergenza Covid – L’Antidiplomatico (lantidiplomatico.it)

 

Sharing - Condividi