Newsletter OIPA del 26 luglio 2021

Eravamo la sua unica speranza e la nostra unione è stata la sua grande forza: guardate come cammina e corre oggi il nostro Charlie.

 

UNO SPETTACOLO DELLA NATURA: CHARLIE, RANDAGIO MALTRATTATO E UMILIATO, OGGI CAMMINA GRAZIE ALLA SOLIDARIETÀ DI TANTI AMICI DELL’OIPA

Eravamo la sua unica speranza e la nostra unione è stata la sua grande forza: guardate come cammina e corre oggi il nostro Charlie. A distanza di due mesi, grazie al supporto dei volontari dell’OIPA di Taranto e di tante persone che ci hanno creduto, la sua vita è completamente cambiata. Una doppia lussazione alle rotule degli arti posteriori, forse provocata da attrezzi contundenti, gli impediva di camminare normalmente. Un passato che oggi Charlie si lascia alle spalle grazie alla preziosa solidarietà di tanti amici dell’OIPA.

SI FANNO NASCERE PER FARLI MORIRE: A CASTELVETRANO (TP) I VOLONTARI DELL’OIPA CORRONO CONTRO IL TEMPO PER SALVARE PICCOLE VITE. FACCIAMO SQUADRA PER AIUTARLI

Basterebbe poco, basterebbe sterilizzare, ma in una realtà dove le istituzioni si disinteressano del randagismo, continua a imperversare una mentalità retrograda, che invece di prevenire, preferisce ammazzare vite innocenti. Per i cuccioli più fortunati, quelli che vengono lasciati davanti al canile comunale, si riesce ad intervenire tempestivamente, ma per tanti altri, buttati come immondizia sotto il sole cocente, il rischio è sempre quello di un’agonia atroce, a cui nessun essere vivente dovrebbe mai essere condannato. Cibo, medicine, spese mediche aggiuntive al minimo garantito dal canile: tutti noi possiamo essere d’aiuto in un momento così difficile, offrendo un’adozione consapevole o con un piccolo contributo economico.

ALLEVAMENTO TRECASTELLI. INCONTRO CON LA REGIONE MARCHE: IL BILANCIO DELLE ASSOCIAZIONI

Le associazioni Enpa, Lav, Lndc, Leidaa e Oipa ringraziano gli assessori della Regione Marche alla Sanità, Filippo Saltamartini, e la Protezione civile, Stefano Aguzzi, per la riunione convocata lo scorso 21 luglio alla quale hanno partecipato, oltre alle associazioni, il dirigente della Protezione civile regionale, David Piccinini, e il funzionario del Servizio regionale Prevenzione veterinaria, Paolo Pierucci. Le associazioni hanno potuto prendere atto del cambio di passo, ottenuto dopo mesi di pressioni, che inizia a profilarsi nella gestione dell’allevamento di Trecastelli (Ancona). Finalmente, dopo le tante richieste rimaste inascoltate, la gestione sanitaria degli animali è stata chiaramente e integralmente affidata all’Asur, i cui veterinari hanno ora la piena responsabilità su tutti gli aspetti sanitari.

BUTTATE VIA A SOLI DUE MESI PERCHÈ MALFORMATE: SALVATE DAGLI ANGELI BLU DELL’OIPA DI PARMA, ELISABETTA E MARGHERITA HANNO DIRITTTO ALLA VITA

Condannate a morire perché nate senza zampe anteriori, Elisabetta e Margherita, appena due mesi di vita, guaivano disperate dentro uno scatolone, abbandonate in una delle vie principali di Parma. Salvate dai volontari dell’OIPA, dopo una visita accurata sono state condotte presso un centro di recupero. Viste le difficoltà deambulatorie, saranno assistite con fisioterapia, cure mirate e, non appena possibile, dotate di un carrellino. I volontari dell’OIPA di Parma non lasciano sole queste due piccole “regine”, aiutaci ad aiutarle.

IN SPIAGGIA CON I CANI. COME FUNZIONA?

Come ogni anno, all’arrivo della bella stagione, non vediamo l’ora di organizzare gite o vacanze con il nostro cane. Molte destinazioni sono marittime, pertanto la domanda sorge spontanea: possiamo accedere alla spiaggia con il cane o rischiamo di essere allontanati se non, addirittura, sanzionati? Facciamo un po’ di chiarezza con l’articolo dell’Avvocato Claudia Taccani, Responsabile Sportello Legale OIPA Italia Odv, che ci aiuterà ad organizzarci per una piacevole vacanza insieme al nostro amico a quattro zampe e ad evitare sgradevoli sorprese.

LE DISAVVENTURE DI BUZZY: CUCCIOLO SALVATO CON LA SCHIENA SPEZZATA, HA SUBITO UN ALTRO INTERVENTO. NON LASCIAMOLO SOLO

Le disavventure di Buzzy continuano. Era appena un cuccioletto quando è stato salvato dai volontari dell’OIPA di Alcamo (TP), trovato quasi morto, pieno di buchi e ferite. Aggredito da alcuni randagi, aveva la schiena spezzata ed era rimasto paralizzato. Con l’aiuto di tante persone e le cure degli Angeli blu, Buzzy era tornato a sgambettare sul suo carrellino, ma qualche giorno fa ha dovuto subire l’amputazione di una zampa che si era irrigidita causandogli dolore. Anche se tripode, Buzzy ha ancora tanta voglia di vivere, come tutti i cuccioli. Non lasciamolo solo, aiutiamo i volontari dell’OIPA a garantire tutte le cure di cui necessita un cagnolino fragile come lui.

IERI INVISIBILE, OGGI SELVAGGIA, PASTORINA RINATA E IN CERCA DI CASA

L’avevano avvistata da tempo, scheletrica e zoppicante, ma lei scappava terrorizzata e si nascondeva nella radura. Ci sono volute ricerche e appostamenti, ma alla fine, gli Angeli blu di Benevento ce l’hanno fatta a prenderla. E ne è valsa la pena. Selvaggia, così hanno battezzato quella che poi è diventata una splendida pastorina, vagava affamatissima per le strade, intimorita dai maltrattamenti subiti e con una ferita alla zampa.

Oggi la sofferenza patita è un brutto ricordo, ma ancora aspetta che qualcuno la porti via per sempre con sé. Info: Lonia Fasano, Vice delegata OIPA di Benevento; Tel. 379 1884378; vice-benevento@oipa.org

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi