Testimone chiave dell’FBI contro Julian Assange arrestato in Islanda

Sigurdur Ingi Thordarson, il testimone chiave e il primo informatore noto dell’FBI nel caso contro Julian Assange, è stato imprigionato in Islanda. È in detenzione preventiva nel carcere di massima sicurezza dell’isola, Litla Hraun.

Thordarson è un sospetto hacker – anche se non è stato processato perché l’FBI gli ha concesso l’immunità in cambio della sua testimonianza contro Assange – e un pedofilo condannato per aver abusato sessualmente di nove bambini  – altri cinque casi sono stati chiusi per mancanza di prove.

L’individuo è stato arrestato di ritorno in Islanda dopo un viaggio in Spagna, secondo quanto ha  riferito il quotidiano islandese Stundin. Dopo la sua comparizione davanti a un giudice, la sua detenzione a tempo indeterminato è stata risolta al fine di fermare un’ondata di crimini in corso.

La sua incarcerazione è avvenuta in base a una legge che viene raramente invocata nel paese, che mira a trattenere i recidivi dalla violazione della legge durante lo svolgimento dei procedimenti legali.

Proprio il caso di Thordarson, che, in una recente intervista a Stundin, ha ammesso di essere a capo di una rete di aziende focalizzata sulla loro decapitalizzazione che porterebbe inevitabilmente alla bancarotta. “È illegale? No, è solo molto immorale”, ha dichiarato, nonostante il fatto che in Islanda le persone siano state condannate per atti molto simili. Con queste dichiarazioni, la corte ha valutato un alto rischio di recidiva continua.

Bugie in cambio di immunità?

La figura di Thordarson è di vitale importanza per capire l’accusa di Julian Assange negli Stati Uniti Il Dipartimento di Giustizia di quel Paese lo considera un testimone chiave e lo ha reso noto alla Giustizia britannica quando ne hanno chiesto l’estradizione.

Quello che è emerso finora è che è stato reclutato dalle autorità statunitensi per costruire il caso contro il fondatore di WikiLeaks. Tuttavia, Thordarson ha recentemente ammesso in un’intervista di aver inventato le dichiarazioni che implicano Assange. Grazie a quella collaborazione, l’FBI gli ha concesso l’immunità.

L’uomo ora incarcerato in realtà si affrì volontario per raccogliere fondi per WikiLeaks nel 2010, anche se in seguito è stato scoperto che ha rubato di più di $ 50.000 dall’organizzazione.

Kristinn Hrafnsson, caporedattore di WikiLeaks, sostiene che il caso contro Julian Assange deve essere archiviato e che, nel recente passato, “in nessun caso” il Regno Unito può estradarlo. “È in carcere per reati seriali il testimone chiave nell’accusa Usa contro di lui, la stessa persona che qualche settimana fa ha confermato nelle interviste che gli elementi dell’accusa contro Julian, dove era l’unico testimone, erano invenzioni totali”.

  • Julian Assange è detenuto nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh (Regno Unito), dove è stato trasferito dopo essere stato arrestato nell’aprile 2019.
  • La giustizia statunitense accusa Assange per la pubblicazione di centinaia di migliaia di pagine di documenti militari segreti e cablogrammi diplomatici sulle attività statunitensi nelle  guerre in Iraq e Afghanistan , che sono state diffuse dal suo portale WikiLeaks. Le accuse contro di lui comportano una pena massima di  175 anni di carcere.
  • Lo scorso gennaio, un giudice britannico ha respinto la  sua estradizione negli Stati Uniti. Washington ha presentato ricorso contro la decisione del tribunale e il processo dovrebbe riprendere nelle prossime settimane.

La Redazione de l’AntiDiplomatico

07 Ottobre 2021

Testimone chiave dell’FBI contro Julian Assange arrestato in Islanda – WORLD AFFAIRS – L’Antidiplomatico (lantidiplomatico.it)

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi