Alleanza Italiana Stop 5G: raccolta fondi per la tutela dell’ambiente e dei cittadini

Alleanza Italiana Stop 5G lancia una campagna nazionale di raccolta fondi solidale e senza fini di lucro per sostenere una serie di iniziative giudiziarie e azioni legali, strategicamente studiate nell’interesse pubblico e collettivo, ad esclusiva tutela dell’ambiente e dei cittadini, seriamente minacciati dalla pericolosa avanzata del 5G e di pervadenti e ubiquitarie tecnologie wireless, prive del cosiddetto rischio zero.

La strategia d’azione, programmata in sinergia con una task force di avvocati specializzati in materia, persegue tre obiettivi, diversi ma complementari.

  1. SI AL RICONOSCIMENTO DELL’ELETTROSENSIBILITÀ
  2. NO ALL’INNALZAMENTO DEI LIMITI D’ELETTROSMOG
  3. NO ALLE ANTENNE 5G

ATTENZIONE: le azioni sopra elencate saranno realizzate in funzione del presente crowdfunding. Quindi tanti più fondi verranno raccolti, tante più iniziative giudiziarie e azioni legali si potranno intraprendere.

Inoltre, tutti i fondi raccolti saranno pubblicamente rendicontati e, al netto dei costi per le transazioni e i premi dei donatori, saranno usati esclusivamente per finanziare le iniziative e le azioni legali chiarite in questi tre obiettivi.

CLICCA QUI LEGGI TUTTO

**

‘Alleanza Europa Stop5G, l’iniziativa di legge popolare approvata dall’UE

Bruxelles ha accolto l’iniziativa dei cittadini europei (ECI) depositata dal comitato internazionale Stop 5G per chiedere alla Commissione europea (UE) la stesura di un regolamento comunitario finalizzato a proteggere la vita umana e l’ambiente, seriamente minacciati dalle radiofrequenze del wireless di quinta generazione. Depositata quest’estate, ora l’iniziativa ha 12 mesi di tempo per raccogliere un minimo di 1 milione di firme di cittadini di almeno 7 diverse nazioni, poi l’esecutivo UE sarà tenuto ad esaminarne nel dettaglio il contenuto dell’ECI e decidere se accettare o respingere la richiesta popolare. In Italia, la notizia è anche sul sito ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

CLICCA QUI – LEGGI TUTTO

***

IL TECNORIBELLE – Smart Ocean, il 5G pure nell’acqua

Uno dei più grossi problemi dell’Internet sottomarino è la conservazione dell’habitat e dell’ecosistema dei mari, cioé pesci, squali, balene e delfini: come si potranno difendere dalle crescenti e invisibili minacce nell’oceano? Considerato che un rapporto indipendente pubblicato svela “un piano per trasformare oltre un milione di miglia quadrate di ecosistemi con biodiversità nel più grande complesso di gittata mai realizzato”, stimate dalla stessa marina militare americana la “mutilazione o uccisione di oltre 81.000 balene e delfini all’anno”. La rubrica Il Tecnoribelle è una produzione esclusiva di Playmastermovie, a cura del regista Alessandro Amori, in collaborazione con OASI SANA

CLICCA QUI – LEGGI TUTTO

***

IL TECNORIBELLE – Cambiamenti climatici o 5G ?

Rifacendosi a studi di scienziati e ricercatori di fama mondiale, la teoria delle radiazioni a microonde, quindi l’elettrosmog, può spiegare l’insolito fenomeno dei grandi roghi di boschi e foreste, generalmente imputabile ai cambiamento climatici?

CLICCA QUI – LEGGI TUTTO

***

www.alleanzaitalianastop5g.it

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi