Una vergognosa pagina di Colonia Italia contro Assange

Vergognosa pagina della politica italiana contro Assange, il giornalista australiano mai processato, in attesa di sentenza di estradizione negli Usa. Torturato, psichicamente e fisicamente allo stremo, dentro le carceri britanniche, per aver osato rendere disponibili a tutti documenti già pubblici.

Per aver osato lottare per la verità.

La Camera dei Deputati ha bocciato la mozione a firma Alternativa su Julian ASSANGE. I voti favorevoli sono stati 22, 225 i contrari e 137 gli astenuti. La mozione chiedeva al Governo di “intraprendere, anche in aderenza alle convenzioni internazionali e specificatamente alla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, ogni utile iniziativa di competenza finalizzata a garantire la protezione e l’incolumità di Julian ASSANGE da parte delle autorità britanniche e a scongiurarne l’estradizione”.

Hanno votato contro tutti i partiti, il PD insieme a Fratelli d’Italia, il Movimento 5 Stelle, che aveva fatto del caso Assange una bandiera, si è astenuto.

Dante collocò gli ignavi lontani anche dai dannati, perché neppure i dannati, che comunque hanno scelto, li avrebbero voluti.

Evidentemente i casi di Patrik Zaki o di Regeni sono più facilmente gestibili mediaticamente, sempre con estrema ipocrisia, senza turbare equilibri internazionali. E il blogger truffatore neonazista Navalny è da difendere e premiare.

La conclusione migliore di questa triste pagina di colonia Italia la offre la giornalista Stefania Maurizi su Twitter

Agata Iacono
02 Dicembre 2021

Una vergognosa pagina di Colonia Italia contro Assange – DALL’ITALIA – L’Antidiplomatico (lantidiplomatico.it)

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi