[Superando.it] Un percorso accessibile alle persone con disabilità visiva allo Juventus Museum

«Esprimiamo particolare soddisfazione per avere potuto dare il nostro contributo a questa iniziativa, indicando alcuni suggerimenti per rendere il percorso efficace ed effettivamente fruibile dalle persone con disabilità visiva»: lo dicono dall’UICI di Torino (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), a proposito del percorso accessibile alle persone con minorazioni visive, che verrà inaugurato domani, 3 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, presso lo Juventus Museum del capoluogo piemontese
(continua…)

Si conclude a Napoli il primo concorso “Scienzabilmente”
Sensibilizzare le giovani generazioni sull’importanza della ricerca scientifica e tecnologica, della digitalizzazione e delle metodologie per l’inclusione in tema di disabilità: è l’obiettivo del primo concorso “Scienzabilmente”, organizzato da Rainbow-Diversamente Radio di Napoli, che si concluderà domani, 3 dicembre, in coincidenza con la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, con un evento a Città della Scienza, che prevede anche una tavola rotonda cui parteciperanno rappresentanti del mondo accademico e della ricerca, esponenti istituzionali e delle Associazioni
(continua…)

Per chi si prende cura delle persone più fragili il 3 dicembre è tutto l’anno!
E nello specifico si parla «di tutti gli operatori, le operatrici, gli educatori e le educatrici sociali che lavorano nelle case famiglia di Roma e del Lazio accanto alle persone con disabilità. Per loro tutti i giorni è il 3 dicembre, tutti i giorni si celebra la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, grazie alla dedizione con cui svolgono il proprio lavoro», come sottolineano dall’Associazione Casa al Plurale, ricordando però come in questi ormai due anni di emergenza sanitaria, le case famiglia per persone con disabilità e minori «siano spesso diventate invisibili»
(continua…)

“Easy Go Out”: locali davvero accessibili e inclusivi nella propria città
Si chiama “Easy Go Out” e vivrà il proprio “battesimo” domani, 3 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. È un portale web che permetterà di trovare locali davvero accessibili e inclusivi nella propria città. A svilupparlo e a curare la mappatura, le sperimentazione e le valutazioni, è stato un gruppo di volontari dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), con il sostegno di AGN ENERGIA
(continua…)

I flash mob e l’impegno per il cambiamento culturale di Special Olympics Italia
In tante piazze italiane, circa 14.000 tra atleti e atlete di Special Olympics – il movimento di sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale -, e studenti/studentesse degli istituti scolastici di ogni ordine e grado hanno dato vita, in vista della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, a un flash mob, per affermare i diritti e la dignità delle persone con disabilità. Domani, 3 dicembre, invece, saranno le maggiori Istituzioni nazionali, sportive e non, a presenziare alla Convention di Special Olympics Italia, denominata “Leader del Cambiamento”
(continua…)

Anche il CNR all’evento per i vent’anni di “SuperAbile INAIL”
Un intervento della presidente Maria Chiara Carrozza e la presentazione di un’edizione speciale del libro “Il Superdisabile. Analisi di uno stereotipo” di Marco Ferrazzoli, Francesca Gorini e Francesco Pieri costituiranno il contributo di partecipazione del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) all’evento “SuperAbile INAIL – 20 anni di inclusione”, promosso per domani, 3 dicembre, a Roma, dallo stesso servizio SuperAbile INAIL, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità
(continua…)

Uno spot contro la violenza di genere che parla anche di donne con disabilità
Prende le mosse dall’“Obiettivo 5” (“Parità di genere”) dell’Agenda ONU 2030 sullo Sviluppo Sostenibile, il quale si propone, tra le altre cose, di prevenire la violenza e proteggere le donne, lo spot recentemente realizzato dall’ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), che ha anche il pregio di toccare temi meno conosciuti dai più, come la tutela delle minoranze, quali le donne migranti, le rifugiate e le donne con disabilità, oltre a parlare di violenza assistita
(continua…)

Gli accomodamenti ragionevoli come strumenti per l’inclusione
Organizzato dalla FEDMAN (Federazione Disability Management) e dalla Città Metropolitana di Milano, in collaborazione con le Associazioni Abilitando e Fedora, oltreché con il sostegno della Fondazione sociAL, si terrà domani, 3 dicembre, a Milano, il convegno in modalità mista (in presenza e online), intitolato “Per una città accessibile, inclusiva e sostenibile. Gli accomodamenti ragionevoli come strumenti per l’inclusione”, durante il quale verrà anche presentato e lanciato il portale “PARI” (Portale degli Accomodamenti Ragionevoli Italiano)
(continua…)

Per un ripensamento radicale dei servizi rivolti alle persone con disabilità
«Risulta difficile – scrive Donata Scannavini – continuare a pensare ai servizi rivolti alle persone con disabilità come a qualcosa di rigidamente strutturato, con precise modalità di funzionamento alle quali non si può derogare, con protocolli e standard da rispettare. I servizi, infatti, non possono più essere delle monadi che non hanno alcun rapporto con il territorio, con le Istituzioni, se non quello stabilito dalle leggi, che dialogano con le famiglie solo per ciò che è strettamente necessario, senza un orizzonte, una progettualità comune»
(continua…)

Piani per l’Eliminazione delle Barriere come opportunità per innovare i Comuni
Sarà questo il tema di uno dei numerosi interventi previsti per i due incontri online intitolati “Una città per tutti”, promossi per domani, 3 dicembre, e per il 15 dicembre dalla Regione Lombardia, da PoliS, e da ANCI Lombardia, per parlare di accessibilità dell’ambiente, di inclusione sociale e di benessere ambientale, con la presentazione delle Linee Guida della Regione Lombardia sulla redazione dei PEBA (Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), recentemente rese pubbliche
(continua…)

Quel che non dovrebbe mai succedere: la tragica sorte di Giovanni Manna
«La tragica sorte di Giovanni Manna – scrive Giorgio Genta -, persona con malattia di Alzheimer deceduta dopo avere “abbandonato” l’Ospedale Gemelli di Roma, indica, ancora una volta, come la sorte delle persone con disabilità sia spesso legata al mancato rispetto dei loro diritti. i familiari, infatti, avevano il diritto di accompagnare il signor Giovanni sull’ambulanza e di farlo anche “in tempo di Covid”, rispettando rigorosamente le procedure previste dai vari DPCM»
(continua…)

 

Sharing - Condividi