Newsletter OIPA del 31 gennaio 2022: Progetto Virginia per i cani dei senza dimora

L’Organizzazione internazionale protezione animali di Milano scende in strada per dare sostegno ai cani dei senza fissa dimora che, uniti nella buona e cattiva sorte ai loro inseparabili compagni umani, vivono una vita difficile.

In assenza di luoghi che accolgano i senzatetto con i loro cani e di un servizio veterinario per la loro cura in caso di bisogno, l’intervento dei volontari dell’Oipa diventa di fondamentale importanza per garantire loro degli aiuti concreti.

Il Progetto Virginia, attivo dal 2018, è il primo progetto di assistenza veterinaria e comportamentale gratuita per i cani dei clochard di Milano. Dedicato a una delegata dell’Oipa milanese prematuramente scomparsa, il Progetto Virginia mette a disposizione un medico veterinario e un educatore cinofilo per garantire agli animali le cure veterinarie di base e per fornire indicazioni e consigli per gestirli al meglio.

Alcuni degli animali aiutati:

  • Guizzo, cane che, anziano e malato, ha dovuto affrontare tanti problemi per sopravvivere e a cui i volontari dell’Oipa hanno rivolto cure e sostentamento per aiutarlo a migliorare il suo stato di salute e la qualità della sua vita;
  • Nena, cagnolina affetta da una grave infezione all’utero urgentemente soccorsa e operata; finalmente libera dal suo dolore, ha potuto riabbracciare la sua migliore amica umana (leggi il comunicato stampa su Nena);
  • Loki e Linda, due cani cui gli Angeli Blu hanno destinato cibo, coperte, cappottini, masticativi, collari e pettorine, ponendo sotto controllo il loro stato di salute.

Ecco l’assistenza fornita:

·       Generi di prima necessità. Cibo normale o specifico, snack masticativi per la parte comportamentale, coperte e cappottini per coprirli dal freddo, antiparassitari, integratori e farmaci su prescrizione veterinaria, monitoraggio costante;

·       Cure veterinarie. In alcuni casi si offre anche la possibilità ai senza tetto di portare il loro cane da un veterinario di fiducia dell’associazione, per controlli più specifici o interventi necessari e urgenti come accaduto nel caso di Nena;

·       Guardie eco-zoofile. Il Progetto Virginia si avvale inoltre della preziosa collaborazione delle guardie eco-zoofile dell’Oipa, che intervengono per verificare la regolare detenzione dei cani e le loro condizioni secondo i Regolamenti per il benessere e la tutela degli animali del Comune di Milano e della Regione Lombardia.

Veterinari, educatori e volontari che volessero rendersi disponibili possono scrivere a Francesca Collodoro, delegata dell’Oipa di Milano, all’email milano@oipa.org o telefonare al numero 3467032533.

Guarda e scarica video e foto

Guarda la galleria fotografica

Leggi anche La storia di Nena, cane di una clochard, salvata dall’Oipa

 

24 gennaio 2022

 


 

QUATTRO GATTE CHIUSE DA MESI IN UNA GABBIA SEQUESTRATE DALLE GUARDIE ZOOFILE DI MODENA. DENUNCIATO L’UOMO CHE LE DETENEVA

Chiuse tutto il giorno in una gabbia di meno di un metro cubo, quattro giovani gatte sono state sequestrate e messe in salvo dalle guardie zoofile dell’OIPA di Modena. L’uomo che le deteneva da mesi in quelle condizioni in un’area rurale del Modenese è stato denunciato per maltrattamento. Le quattro gattine di circa sei mesi erano costrette a vivere tutto il giorno in un piccolo box all’aperto realizzato con una rete elettrosaldata in un sottoscala all’aperto. Graffiavano la rete come per chiedere aiuto. Ora si trovano in un gattile pubblico e sono in buone condizioni di salute, in attesa di potere essere prese in affido.

RITROVATO CON IL CORPO CONSUMATO DALLA FAME, HA ANCORA TANTA PAURA: SALVIAMO DAVID

Magrissimo, le costole a vista, quasi senza più il pelo, David si aggirava sul ciglio di una strada in cerca disperata di cibo, talmente spaventato dalle persone da non farsi avvicinare. Per giorni ha divorato con foga tutto il cibo che i volontari dell’OIPA di Paternopoli (AV) gli portavano e prima di riuscire a prenderlo ci sono voluti diversi giorni di appostamento. David ora è al sicuro, al caldo, non ha più fame, non è più solo, ed è in cura per lo stato di grave denutrizione e per la dermatite da cui è stato trovato affetto. Aiutiamo i volontari a curarlo e farlo rinascere, tra le tante emergenze di cui si occupano, anche una piccola offerta per le spese può essere di sollievo.

NASCE DEBOLE DI CUORE, MA CON L’AIUTO DEGLI ANGELI BLU DI TARANTO E LA VOSTRA SOLIDARIETÀ TROVA UNA FAMIGLIA SPECIALE: LA NUOVA VITA DEL PICCOLO JOE

Circa un mesetto fa vi avevamo raccontato di Joe, ricordate? Gattino di 5 mesi ritrovato abbandonato dai volontari dell’OIPA di Taranto, necessitava di visite specialistiche e di una cura farmacologica specifica perché affetto da una malformazione cardiaca congenita. Ebbene, oggi Joe ci saluta insieme alla sua nuova famiglia, che ha scelto di accoglierlo proprio per accudirlo con tutte le attenzioni di cui necessita. Grazie al vostro prezioso aiuto ha potuto essere sostenuto e supportato fino al momento della sua partenza. Auguriamo buona vita al piccolo Joe e ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno contribuito per offrirgli una vita migliore.

VIVEVA LEGATA A CATENA CORTA, ORA È LIBERA, MA HA BISOGNO DI CURE. AIUTIAMO NONNA STELLA, ANZIANA PASTORINA SALVATA DALLE GUARDIE DELL’OIPA DI NAPOLI

Legata all’esterno di una casa, Stella ha vissuto sempre costretta ad una catena cortissima, che le consentiva di muovere solo pochi passi. Sequestrata la scorsa estate insieme ai suoi compagni di sventura dalle guardie zoofile dell’OIPA di Napoli, ora nonna Stella ha bisogno dell’aiuto di tutti: le sue già precarie condizioni di salute sono peggiorate, non solo gli occhi, ancora molto infiammati, ma anche la zampa lesionata, dove si sospetta si sia sviluppato un tumore al secondo dito. Presto dovrà subire un intervento chirurgico, facciamole sentire che, almeno adesso, c’è qualcuno che ha a cuore il suo destino.

UNA COLLETTA SOLIDALE PER LA PICCOLA PERLA, GATTINA DI 4 MESI RICOVERATA D’URGENZA DAI VOLONTARI DELL’OIPA DI REGGIO CALABRIA

Avvistata con evidenti difficoltà respiratorie, Perla, gattina di pochi mesi di vita, non sarebbe sopravvissuta senza l’immediato soccorso dei volontari dell’OIPA di Reggio Calabria. Magra e abbattuta, la micina presentava grande affanno e non si alimentava. Dopo un lungo ricovero ora è fuori pericolo e sta proseguendo le terapie prescritte presso uno stallo casalingo. Con una colletta solidale anche noi potremo dare una mano agli Angeli blu, contribuendo alle sue cure per garantirle un futuro sereno in famiglia.

CHI SI ASSOCIA, SALVA: SE TI ASSOCI ALL’OIPA OGNI AZIONE È ANCHE TUA!

L’anno che si è appena concluso ha portato ad una vittoria storica per gli animali. E’ notizia dello scorso dicembre, infatti, l’approvazione di una norma che vieta dal 1° gennaio 2022 l’allevamento, la riproduzione in cattività, la cattura e l’uccisione di visoni, volpi, cani procioni, cincillà e animali di qualsiasi specie per ricavarne pellicce. Una normativa tanto attesa per chi a cuore gli animali e per la quale l’OIPA si è sempre battuta nel corso degli anni con presidi, sensibilizzazione dell’opinione pubblica, petizioni e proposte legislative. La battaglia per il riconoscimento dei diritti degli altri animali continua anche su altri fronti, come quello che vede l’OIPA in prima linea in difesa degli orsi del Trentino o nel contrasto del randagismo, un fenomeno ancora dilagante nel nostro paese e contro il quale gli Angeli blu, i volontari dell’OIPA, si impegnano ogni giorno con interventi diretti, recuperi di animali in difficoltà e con tentativi di confronto e dialogo con le istituzioni preposte. Con il Tuo importante sostegno anche nel 2022, i volontari e le guardie zoofile dell’OIPA potranno continuare a battersi per chi non ha voce, soccorrendo gli animali più bisognosi di cure e intervenendo a loro tutela per sottrarli ai maltrattamenti.

I CERCAFAMIGLIA: PICCOLO

Piccolo è il nome del cane a cui appartengono questi due dolci occhi. Ennesima vittima dell’infedeltà dell’uomo, della sua crudeltà. Abbandonato alla mercé di branchi e cinghiali, è stato recuperato dai volontari dell’OIPA di Lamezia Terma appena in tempo, pieno di morsi e di paura. Simil labrador di circa due anni e mezzo, socievolissimo e dolcissimo, Piccolo è vaccinato e castrato.

Non comprare, porta fortuna e gioia ad un cane che non ce l’ha


OGGI È LA GIORNATA MONDIALE DELLA ZEBRA

Oggi è la Giornata della zebra, uno dei mammiferi a più alto rischio estinzione. Il numero degli esemplari negli ultimi trent’anni è diminuito del 60% a causa della perdita dell’habitat e del bracconaggio selvaggio. Il nostro pianeta è abitato da tre specie diverse la zebra delle pianure, la zebra delle montagne e la cosiddetta zebra di Grevy. Quest’ultima, secondo l’AWF, l’African Wildlige Foundation, si sta purtroppo lentamente estinguendo. Occorre lottare per difendere questo animale così in pericolo, affinché la sua Giornata non diventi una triste memoria. L’OIPA, per il 2022, ha deciso di dedicare i calendari e le agende a queste importanti Giornate, affinché si abbia sempre presente la bellezza del pianeta, la sua fragilità e l’importanza del prendersene cura. Acquistando calendari e agende anche tu avrai fatto la tua piccola parte, avrai contribuito a sostenere gli esseri indifesi con cui dobbiamo e vogliamo convivere in pace e serenità. Ogni giorno del prossimo anno e di tutti gli anni a venire.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi