[Superando.it] L’Arengario di Monza inaccessibile: tre condizioni irrinunciabili

Ci sono nuovi sviluppi per la vicenda riguardante l’inaccessibilità alle persone con disabilità motoria dell’Arengario, prestigioso spazio espositivo di Monza, dopo il ricorso al Tribunale di Milano della Federazione LEDHA. Il Comune di Monza, infatti, ha avanzato una proposta conciliativa, di fronte alla quale la LEDHA ha risposto con una controproposta, basata su tre condizioni ritenute irrinunciabili per le persone con disabilità, ossia riconoscere l’avvenuta discriminazione, collaborare in futuro e non utilizzare più l’Arengario per alcun evento, fino a quando non sarà reso accessibile
(continua…)

Un Corso di Alta Formazione per disability manager
Dopo una prima analoga iniziativa promossa lo scorso anno con ottimi esiti, la Casa Editrice La Tribuna proporrà dal 21 febbraio al 17 marzo un nuovo Corso di Alta Formazione per disability manager, avvalendosi anche questa volta del coordinamento scientifico di Massimo Rolla, avvocato che coordina il Centro Studi Giuridici HandyLex. Il percorso formativo si avvarrà del patrocinio della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)
(continua…)

Storia della disabilità e disabilità nella storia: un approfondimento
Realizzata lo scorso anno in occasione di “Abilitando 2021” dall’omonima Associazione torinese che punta a migliorare il quotidiano delle persone con disabilità e a sostenere gli Enti che li supportano in particolare nell’inserimento lavorativo e scolastico, sarà disponibile da domani, 17 febbraio, nel sito della stessa Associazione Abilitando, un’interessante intervista con lo storico Matteo Schianchi, sul tema “Storia della disabilità e disabilità nella storia: tra società e collettività”, contributo curato in collaborazione con l’Associazione Utensilia
(continua…)

Il Volontariato che cambia la Sanità
Una preziosa occasione per riflettere insieme a tanti autorevoli ospiti sul ruolo che il volontariato può giocare nei percorsi di cura delle persone: sarà questo il convegno “Il Volontariato che cambia la Sanità. Il tempo della relazione è tempo di cura”, in programma per il 19 febbraio a Bergamo, primo evento legato alla nomina della città lombarda quale Capitale Italiana del Volontariato 2022, da parte di CSVnet, l’Associazione Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato, con il patrocinio dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani)
(continua…)

“Dopo (e Durante) Noi”: la strada che ci aspetta
«Sono passati più di cinque anni – scrive Emilio Rota – dalla Legge 112/16 (“Legge sul Durante e Dopo di Noi”) e la “fase pionieristica” è passata. Ora è importante fare ulteriori passi avanti, per far crescere ancora di più il numero di progettualità e di persone con disabilità (giovani e adulti) che possano affrontare già nel “Durante Noi” il percorso che le porterà progressivamente ad adire ad una vita indipendente. La prima sfida che tocca anche le Associazioni è quella di far crescere la consapevolezza delle famiglie, ma dovranno crescere anche le risorse e il finanziamento pubblico»
(continua…)

A trent’anni dalla Legge 104: la scuola e tanto altro
Far conoscere alle nuove generazioni come si arrivò alla Legge in cui le persone con disabilità divennero per la prima volta protagoniste del loro agire, anche politico, leggendone l’impatto sui tempi attuali, anche alla luce delle importanti prossime scadenze: sarà questo l’incontro “I 30 anni della Legge 104/92. Dalle scuole speciali all’inclusione scolastica”, promosso per il 18 febbraio dalla Federazione FISH e diffuso in streaming, cui parteciperanno autorevoli rappresentanti istituzionali e vari esperti del settore, con una specifica tavola rotonda sulla scuola
(continua…)

L’intelligenza artificiale in àmbito medico: potenzialità e limiti
Alcuni concetti base di intelligenza artificiale e una serie di esempi pratici utili ad illustrare il potenziale, le sfide e i limiti dell’uso della stessa intelligenza artificiale in àmbito medico, saranno al centro dell’incontro promosso per la serata del 18 febbraio dall’Accademia di Medicina di Torino, presso la propria sede (ma visibile anche in streaming), intitolato “I big data nelle neuroscienze transazionali”
(continua…)

Perché chiamare in altro modo il disability manager?
«Concordiamo – scrivono dalla SIDIMA (Società Italiana Disability Manager) – con quanti sostengono la necessità che il collocamento delle persone con disabilità abbia bisogno di una figura professionale che conosca le difficoltà della loro reale inclusione lavorativa e che sappia muoversi nell’attuale complesso mercato del lavoro. E tuttavia, è difficile comprendere come chiamare il disability manager con altri nomi possa giovare all’integrazione lavorativa delle persone con disabilità»
(continua…)

Il diritto al sostegno non può mai subire violazioni o restrizioni
Tramite un’Ordinanza prodotta nei giorni scorsi, il TAR della Campania ha sospeso il rifiuto dell’Amministrazione Scolastica ad assegnare il docente per il sostegno, motivato dal fatto che la certificazione di disabilità era stata consegnata dopo l’inizio dell’anno scolastico, non essendo ancora pervenuto alla famiglia dell’alunno l’esito della visita collegiale. Il sostegno, infatti, è un diritto costituzionalmente garantito e l’assegnazione di esso non può subire violazioni o restrizioni, né per motivi finanziari, né per altre ragioni, ad esempio temporali, come nel caso in questione
(continua…)

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi