OIPA a disposizione della Farnesina per soccorrere Andrea Cisternino e i suoi animali

Comparotto: «Ringraziamo la Farnesina per l’impegno preso per la risoluzione di questa gravissima emergenza e restiamo a disposizione con uomini e mezzi»

L’Oipa International (Organizzazione internazionale protezione animali) è a disposizione dell’Unità di crisi del Ministero degli Esteri per soccorrere le centinaia di animali ospiti del rifugio di Andrea Cisternino. In questi giorni alcuni camion di aiuti offerti dall’associazione hanno oltrepassato i confini dell’Ucraina e le staffette sono arrivate fino a Kiev.

«Il Rifugio Italia Kj2 è in una zona sotto il controllo russo e la situazione degli animali, di Andrea e della sua famiglia è davvero disperata, mancando acqua e cibo», commenta il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto. «Ringraziamo la Farnesina per l’impegno preso per la risoluzione di questa gravissima emergenza e restiamo a disposizione con uomini e mezzi per portare i necessari aiuti tramite le nostre leghe-membro in Ucraina e nei paesi confinanti attraverso la logistica che abbiamo allestito in questi giorni anche grazie alla generosità di chi ha risposto alla nostra raccolta fondi Emergenza Ucriaina».

PER AIUTARE GLI ANIMALI IN UCRAINA:
https://www.oipa.org/italia/emergenza-animali-ucraina-come-aiutare

21 marzo 2022


UCRAINA, PROSEGUE IL SUPPORTO DELL’OIPA ALLE ASSOCIAZIONI LEGHE MEMBRO PER AIUTARE GLI ANIMALI AL CONFINE E ALL’INTERNO DEL PAESE

L’OIPA International continua a collaborare con le associazioni leghe membro locali e con quelle nei paesi confinanti, in Romania con Sava’s Safe Haven e Casa Lui Patrocle, mentre in Polonia con Viva!Poland e l’associazione ODIN. Mentre i volontari di Sava’s sono presenti al confine sud, Casa Lui Patrocle con i suoi volontari dà sostegno e assistenza alle famiglie ucraine che entrano a nord da Siret. L’associazione si trova a Suceava, a 40 km dal confine con l’Ucraina. I volontari accolgono quotidianamente i rifugiati con i loro animali fornendo tutto il necessario comprese le prime cure veterinarie e la compilazione dei passaporti direttamente in loco, essendo dotati di ambulanza e personale veterinario di supporto.

Con le vostre donazioni al progetto “Emergenza Ucraina”, l’OIPA ha aiutato le associazioni non soltanto per l’accoglienza ai confini, ma anche contribuendo alla spesa di cibo che è stato consegnato all’interno dell’Ucraina. L’ultima consegna di 2 tonnellate è servita una parte per un rifugio vicino Chernivtsi, e una parte verrà distribuita grazie all’aiuto dei volontari locali ad altri rifugi bisognosi a Kiev, Odessa e Kharkiv. L’OIPA International è attiva anche in Polonia, cooperando con le associazioni Viva!Poland (che ha 20 punti accoglienza nella città di Varsavia) e l’associazione ODIN, che si occupa principalmente di trasporti di animali dall’Ucraina all’interno della Polonia e insieme all’OIPA sta preparando le spedizioni che arriveranno alle associazioni ucraine.

CINQUE CANI DA CACCIA RINCHIUSI IN PICCOLE GABBIE FATISCENTI E BUIE LIBERATI GRAZIE ALL’INTERVENTO DELL’OIPA DI RAGUSA

Grazie alla mobilitazione dell’OIPA di Ragusa intervenuta insieme alla polizia municipale, sono stati portati in salvo cinque cani da caccia, tra cui due cuccioli di circa quattro mesi. I tre adulti erano reclusi in tre gabbie, al buio, chiuse con assi di legno e senza alcuna apertura all’esterno. In questi “loculi” i cani a stento potevano girare su se stessi. I due cuccioli erano in un’altra gabbia fatiscente. Al momento della scoperta, al centro della città, i cani non avevano a disposizione cibo, ma solo dell’acqua putrida. Momentaneamente affidati in custodia giudiziaria allo stesso proprietario con l’obbligo di portarli in un luogo più adatto alle loro esigenze, i cani saranno visitati da un veterinario dell’Asp per la valutazione del loro stato psicofisico. Il proprietario è stato denunciato per gli illeciti commessi ai danni degli animali.

GLI ANGELI BLU DI LAMEZIA TERME (CZ) LA SALVANO INSIEME ALLA MAMMA E AI FRATELLINI: AIUTIAMO LA PICCOLA ELI, GATTINA FERITA E CON UNA BRUTTA FRATTURA ALLA ZAMPA

Doveva essere un recupero di “ordinaria amministrazione”, una famigliola di gatti segnalata lungo una strada particolarmente trafficata e da mettere urgentemente in sicurezza, ma giunti sul posto, la situazione è apparsa molto più complicata del previsto. Delle strisce di sangue presenti sull’asfalto hanno portato i volontari dell’OIPA di Lamezia Terme alla scoperta di una gattina che, colpita da un’auto, si era riparata tra i rovi, riportando una grave ferita ad una zampa che continuava a sanguinare. Medicata e fasciata per la frattura riscontrata all’arto, ora Eli è accudita dagli Angeli blu che si stanno occupando anche della mamma e dei fratellini. Aiutiamoli a proseguire le cure in suo aiuto.

A ROMA UN’ORDINANZA PROTEGGE I NIDI DI RONDINI E RONDONI. OIPA: «MA IL SERVIZIO GIARDINI SOSPENDA LE POTATURE PER TUTELARE ANCHE LE ALTRE NIDIFICAZIONI»

A Roma fino al 30 novembre 2022 sarà vietato distruggere i nidi di rondini, rondini, balestrucci e specie affini, la cui presenza nelle nostre città è sempre più minacciata e va tutelata. L’ordinanza prevede che i romani dovranno garantire la protezione dei nidi “provvedendo alla loro tutela e protezione, anche nelle fasi iniziali della costruzione”. Inoltre, “la tutela dei nidi si deve estendere anche al periodo migratorio (autunno e inverno), in quanto le rondini e i balestrucci, tornando a nidificare utilizzano gli stessi nidi per più anni di seguito”. L’ordinanza rafforza la tutela già prevista dalla legge n. 157/1992, che vieta l’uccisione di nidiacei e individui adulti, nonché la distruzione di nidi e uova. L’OIPA, però, torna a chiedere all’Amministrazione comunale che s’interrompano le potature nel periodo riproduttivo delle altre specie perché si tratta sempre di interventi che uccidono nidi e nidiacei.

CUCCIOLO CADE NELL’ALVEO DI UN FIUME: SALVATO DAI VOLONTARI DELL’OIPA DI TURSI INSIEME ALLA POLIZIA MUNICIPALE. ORA KING ASPETTA IL NOSTRO AIUTO

Caduto nell’alveo del fiume che attraversa il comune di Tursi, in provincia di Matera, King, cucciolo di cinque mesi, piangeva disperato per chiedere aiuto. Segnalato ai volontari dell’OIPA, dopo diversi tentativi il cucciolo è stato portato in salvo insieme alla Polizia municipale. Nonostante abbiano già tanti ospiti al rifugio, gli Angeli blu di Tursi non se la sono sentita di portarlo in canile e hanno voluto offrigli delle speranze in più per trovare una casa e per ricevere tutto ciò di cui ha bisogno per tornare in forze. Ognuno di noi può essere d’aiuto, offrendo un contributo per le cure o, meglio ancora, con un’adozione in famiglia.

UN TATUAGGIO PER TESTIMONIARE L’AMORE PER IL CANE. KILA, CAGNOLINA PRESA A CALCI PER PUNIZIONE E SEQUESTRATA DALLE GUARDIE ZOOFILE DELL’OIPA DI UDINE, HA AVUTO IL SUO RISCATTO

Ricordate Kila? Siamo rimasti tutti scioccati dalle immagini che la riprendevano mentre veniva brutalmente presa a calci dal suo proprietario, percossa ripetutamente con violenza perché, secondo lui, “doveva essere punita”. Salvata dalle guardie zoofile dell’OIPA di Udine, intervenute in suo aiuto tramite il sequestro e la denuncia del proprietario, oggi Kila è finalmente amata e rispettata da una persona che ha scelto di incidere per sempre il grande legame che le unisce con un tatuaggio sul braccio.

TRA I TANTI RANDAGI ACCUDITI DAGLI ANGELI BLU DI CASTELVETRANO (TP) ANCHE LEON, MICIO INVESTITO E OPERATO D’URGENZA. AIUTIAMOLO A TORNARE IN SALUTE

Il Comune di Castelvetrano, in provincia di Trapani, ha bloccato le sterilizzazioni dei gatti randagi e nessuno si occupa di loro, neanche quando rimangono feriti o investiti, come accaduto a Leon, micio randagio travolto da un’auto e sopravvissuto solo grazie al pronto intervento dei volontari dell’OIPA. Operato d’urgenza per la frattura riportata ad una zampa e al bacino, ora Leon è accudito dagli Angeli blu nel pieno rispetto della sua indole di gatto selvatico. Non appena sarà guarito, avrà bisogno di accoglienza presso un luogo dove possa vivere libero, ma protetto e in sicurezza. Anche noi possiamo aiutarlo, con una piccola offerta per le cure aiuteremo gli Angeli blu a far fronte alle ingenti spese veterinarie sostenute per salvarlo.

I CERCAFAMIGLIA: BENDETTO, ADOZIONE DEL CUORE

Conosce il comando del “terra e del “seduto” e ti dà la zampa. Gli Angeli blu di Brindisi l’hanno chiamato Benedetto, come il santo del giorno in cui è stato trovato, magrissimo, spaventato e con ferite ricoperte di larve di mosche. Grazie alle cure rese possibili da tanti amici dell’OIPA che l’hanno sostenuto a distanza, Benedetto è tornato in forma e ora è pronto per trovare una casa. Chi l’adotterà dovrà avere tanta pazienza con lui. Cane di razza Drahthaar, schiavizzato per cacciare e poi abbandonato, ha avuto un passato difficile ed è ancora schivo con gli estranei. Prima di mostrare la sua estrema dolcezza e di lasciarsi andare ha bisogno di instaurare una relazione di fiducia. Sappiamo che non sarà semplice, ma Benedetto merita di tornare a vivere, aiutiamolo a trovare la famiglia giusta per lui.

PROTEGGI LA GOLA DAL VENTI PRIMAVERILE CON LE PASHMINE SOLIDALI OIPA

La primavera si annuncia sempre con quella brezza piacevole, ma allo stesso tempo traditrice. Sì, perché nonostante annunci i primi caldi, porta con sè ancora un avanzo di vento gelido che, anche fosse l’ultimo a volte è sufficiente a colpire la gola. E allora ordina la nostra pashimina solidale, 100% viscosa, leggera, perfetta per proteggere collo e testa. La trovi in due colori, nero e blu, con la scritta”Animal freedom” ricamapta in bianco. Ogni ordine aiuta gli animali seguiti dall’OIPA.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi