Medvedev: “Potenziale conflitto Russia-NATO potrebbe degenerare in guerra nucleare”

Rifornire l’Ucraina con le armi [occidentali] aumenta la probabilità di un potenziale conflitto della NATO con la Russia, e questo a sua volta potrebbe degenerare in una guerra nucleare, che sarebbe uno “scenario catastrofico per tutti”. Questa valutazione della situazione è stata data dal vice capo del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Dmitry Medvedev giovedì nel suo canale Telegram.

“Il rifornimento di armi da parte dei paesi della NATO all’Ucraina, la preparazione delle sue truppe per l’uso di attrezzature occidentali, l’invio di mercenari e la conduzione di esercitazioni da parte dei paesi dell’alleanza vicino ai nostri confini aumentano la probabilità di un conflitto diretto e aperto tra NATO e Russia invece della “guerra per procura” che stanno conducendo”, ha scritto Medvedev.

“Un tale conflitto ha sempre il rischio di trasformarsi in una vera e propria guerra nucleare. Questo sarebbe uno scenario catastrofico per tutti”, ha avvertito.

Il vice capo del Consiglio di sicurezza ha sottolineato che le infinite conversazioni degli analisti stranieri sulla guerra della NATO con la Russia non si placano, “e il cinismo delle “teste parlanti” occidentali sta diventando sempre più franco”. Ha sottolineato che stanno cercando di introdurre la tesi che Mosca stia spaventando il mondo con un conflitto nucleare.

Parlando delle conseguenze reciprocamente fatali di una guerra nucleare, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo ha invitato l’Occidente “a non mentire a se stesso e agli altri”. “Deve solo pensare alle possibili conseguenze delle proprie azioni ed a non alimentare la  russofobia”, ha concluso.

MOSCA, 12 maggio. /TASS/

(traduzione e rielaborazione testo: ambienteweb.org – ci scusiamo per eventuali imprecisioni)

Medvedev ritiene che un potenziale conflitto tra NATO e Russia potrebbe degenerare in una guerra nucleare – Politica – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi