Medvedev: “Il mondo unipolare USA crollerà a causa delle sanzioni anti-russe”

Il Vice Presidente del Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa ha affermato che le conseguenze delle sanzioni colpiranno l’energia, la logistica, il cibo e produrranno altre crisi nel mondo.

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza (SB) della Federazione russa Dmitry Medvedev ha previsto una serie di crisi e conflitti come conseguenza delle sanzioni anti-russe e “il crollo dell’idea di un mondo incentrato sull’America”.

Venerdì, nel suo canale Telegram, ha pubblicato un post in cui ha affermato che le conseguenze delle sanzioni contro la Federazione Russa colpiranno il settore dell’energia, la logistica, il cibo e produrranno altre crisi nel mondo.

Secondo Medvedev verrà a crearsi una nuova architettura di sicurezza in cui, di fatto, le realtà esistenti andranno in crisi a causa di: a) debolezza dei concetti occidentalizzati delle relazioni internazionali come l’”ordine basato sulle regole” e altre incomprensibili regole occidentali; b) il crollo dell’idea di un mondo incentrato sugli Stati Uniti; c) il crescente rispetto a livello mondiale di quei paesi che si trovano attualmente in contrasto con il mondo occidentale”.

Sulle conseguenze delle sanzioni

In una pubblicazione intitolata “Venerdì 13. Cosa accadrà dopo, o il mondo dopo le sanzioni anti-russe (non è affatto una previsione)”, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza ha descritto in dettaglio possibili conseguenze mondiali. In particolare, ha sottolineato che le sanzioni porterebbero alla distruzione di una serie di catene di approvvigionamento globali per le merci. Possibile anche una grave crisi logistica, tra cui il crollo delle attività delle compagnie aeree straniere, a cui è vietato sorvolare il territorio della Russia, ha continuato Medvedev.

“La crisi energetica si intensificherà in quegli stati che hanno imposto sanzioni (autodanneggiandosi) sulla fornitura di energia russi, l’ulteriore crescita dei prezzi dei combustibili fossili continuerà e lo sviluppo dell’economia digitale nel mondo rallenterà”, ha elencato. “Ci sarà una vera e propria crisi alimentare internazionale con la prospettiva della fame in alcuni stati”, ha aggiunto il vicepresidente del Consiglio di sicurezza.

Medvedev ha previsto che le sanzioni colpiranno anche il sistema finanziario globale, causando una crisi monetaria e finanziaria in alcuni paesi o comunità di paesi che minarà la stabilità di un certo numero di valute nazionali, con una galoppante l’inflazione e distruzione del sistema legale per la protezione della proprietà privata.

Secondo il politico, la vita nelle nostre città sarà completamente devastata. “Nuovi conflitti militari regionali sorgeranno in quei luoghi in cui la situazione non ha trovato una soluzione pacifica per molti anni o gli interessi essenziali dei principali attori internazionali sono ignorati. I terroristi stanno diventando più attivi, credendo che l’attenzione delle autorità occidentali oggi sia dirottata verso la resa dei conti con la Russia”, ha scritto.

Il vice capo del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa ha anche ammesso la possibilità dell’inizio di nuove epidemie causate dal rifiuto di un’onesta cooperazione internazionale in ambito sanitario ed epidemiologico o dall’uso di armi biologiche.

Parlando delle conseguenze delle sanzioni per la cooperazione internazionale, Medvedev ha espresso l’opinione che ci sarà un declino delle attività delle istituzioni internazionali che avranno difficoltà nel risolvere la situazione in Ucraina. Ha citato il Consiglio d’Europa come esempio. “Nuove alleanze internazionali di paesi saranno formate sulla base di criteri pragmatici, piuttosto che ideologici anglosassoni”, ha concluso il politico.

MOSCA, 13 maggio. /TASS/

Medvedev ha predetto il “crollo dell’idea di un mondo americano-centrico” a causa delle sanzioni anti-russe – Politica – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi