“O Green o Verde”, Fulvio Grimaldi: “Zitto! Sei Fuori!”

Ecologia è cura della casa. Una casa esiste se esiste il Verbo che la concepisce e costruisce. Lo dicono tutte le religioni e, stavolta, hanno ragione. Lo conferma la differenza acquisita dall’essere umano in milioni di anni rispetto a tutti gli altri viventi. Qualcuno ha poi detto che il vero era la parola unica del pensiero unico e s’è messo a bruciare libri. Primitivo, come il nazismo d’antan.
Ora la parola va bloccata prima che l’aria la porti dove non deve arrivare. Prima i privati, veri padroni della parola: su Facebook solo amore e odio per chi dice Zuckerberg. Poi il governo, Biden col dipartimento della Sicurezza Nazionale e l’Ufficio contro la Disinformazione. Cosa sia lo decide esso. A seguire, a passo d’oca, commissione e parlamento UE: disinformazione da obliterare per legge ed esercito di fact checkers, controllori dei fatti, a stabilire quale parola corrisponda a quale realtà.

Fuori dal concerto di chi può parlare perfino quelli con cui si faceva finta di essere pluralisti e democratici. Nei talk show, da 10 contro uno, a 10 senza uno. Se la realtà vera non ci piace, va fatta dire la realtà che ci piace. Liste di proscrizione di coloro che si abbarbicano alla realtà vera. Di loro ci ricorderemo, ha dichiarato in cima alla sua lista, Fabrizio Rondolino. Ove non si eliminano le parole, si eliminino i parlanti.

 

La nuova puntata della rubrica “O green o verde”

ZITTO! SEI FUORI! – Fulvio Grimaldi in O GREEN O VERDE (byoblu.com)

Quello qui sopra è il link alla mia più recente puntata della rubrica Byoblu “O GREEN O VERDE”, che cerca di fare un po’ di chiarezza tra le tante mistificazioni nelle quali ci viene somministrata, da interessi consolidati e molto aggressivi, con tanto di esercito mediatico, la questione ambientale ed ecologica.

Stavolta la mistificazione presa in esame è la più tremenda dei nostri tempi che vorrebbero avviati alla transumanità: l’uccisione del Verbo. Cioè l’inquinamento fino all’eliminazione di quanto ci distingue, dopo migliaia di anni di sforzi evolutivi, da tutti gli altri esseri viventi. Il modello dell’operazione è in atto e ce l’abbiamo sotto gli occhi: la guerra in Ucraina, che poi è la guerra dei globalizzatori transumanisti contro tutto ciò che vi si oppone.

Aggiungo, anzi, metto al centro di questa mia comunicazione, il testo che segue di uno scrittore ebraico di grande prestigio e autorevolezza, Norman Finkelstein, autore del famoso e decisivo “L’INDUSTRIA DELL’OLOCAUSTO”. Si parla del martirio di un popolo espropriato, seviziato ed etnicamente pulito dai correligionari di Finkelstein. Una sintesi perfetta e di fortissima portata emotiva di uno dei più gravi crimini collettivi perpetrati da un pezzo di umanità disumanizzata. Onore agli ebrei come Norman Finkelstein, liberi dalla costrizione dell’omertà tribale.

Fulvio Grimaldi

25/05/2022

 

“IO SONO ISRAHELL”.

Scritto dal professor Norman Finkelstein

 

Sono venuto in una terra senza popolo per un popolo senza terra. Quelle persone che per caso erano qui, non avevano alcun diritto di essere qui, e la mia gente ha mostrato loro che dovevano andarsene o morire, radendo al suolo 400 villaggi palestinesi, cancellando la loro storia.

Io sono Israhell. Alcuni dei miei hanno commesso massacri e poi sono diventati primi ministri per rappresentarmi. Nel 1948, Menachem Begin era a capo dell’unità che massacrò gli abitanti di Deir Yassin, tra cui 100 donne e bambini. Nel 1953, Ariel Sharon guidò il massacro degli abitanti di Qibya, e nel 1982 organizzò ai nostri alleati di massacrare circa 2.000 nei campi profughi di Sabra e Shatila.

Io sono Israhell. Scolpita nel 1948 sul 78% della terra Palestina, espropriando i suoi abitanti e sostituendoli con ebrei provenienti dall’Europa e da altre parti del mondo. Mentre ai nativi le cui famiglie hanno vissuto su questa terra per migliaia di anni non è permesso tornare, gli ebrei di tutto il mondo sono i benvenuti alla cittadinanza istantanea.

Io sono Israhell. Nel 1967, ho inghiottito le restanti terre della Palestina – Gerusalemme Est, la Ilan Bank e Gaza – e ho posto i loro abitanti sotto un dominio militare oppressivo, controllando e umiliando ogni aspetto della loro vita quotidiana. Alla fine, dovrebbero capire che non sono i benvenuti a restare e unirsi ai milioni di rifugiati palestinesi nei campi baraccoli del Libano e della Giordania.

Io sono Israhell. Ho il potere di controllare la politica americana. La mia commissione affari pubblici israeliani americana può fare o rompere qualsiasi politico di sua scelta, e come vedete, fanno tutti a gara per farmi piacere. Tutte le forze del mondo sono impotenti contro di me, compresa l’ONU in quanto ho il veto americano per bloccare ogni condanna dei miei crimini di guerra. Come Sharon ha così eloquentemente affermato: “Noi controlliamo l’America”.

Io sono Israhell. Influenza anche i media mainstream americani, e troverete sempre le notizie su misura a mio favore. Ho investito milioni di dollari nella rappresentanza delle pubbliche relazioni, e la CNN, il New York Times e altri hanno fatto un ottimo lavoro nel promuovere la mia propaganda. Guarda altre fonti di informazione internazionali e vedrai la differenza.

Io sono Israhell. Voi palestinesi volete negoziare la “pace!? ” Ma tu non sei intelligente come me; io tratterò, ma ti lascerò avere solo i tuoi comuni mentre io controllo i tuoi confini, la tua acqua, il tuo spazio aereo e qualsiasi altra cosa di importante. Mentre noi “negoziamo”, io inghiottirò le vostre colline e le riempirò di insediamenti, popolati dal più estremista dei miei estremisti, armati fino ai denti. Questi insediamenti saranno collegati con strade che non potete usare, e sarete imprigionati nei vostri piccoli Bantustan tra loro, circondati da posti di blocco in ogni direzione.

Io sono Israhell. Ho il quarto esercito più forte del mondo, possiedo armi nucleari. Come si permettono i vostri figli di affrontare la mia oppressione con le pietre, non sapete che i miei soldati non esiteranno a fargli saltare la testa? In 17 mesi, ho ucciso 900 di voi e ferito 17.000, per lo più civili, e ho il mandato di continuare visto che la comunità internazionale tace. Ignorate, come faccio io, le centinaia di ufficiali di riserva israeliani che ora si rifiutano di esercitare il mio controllo sulle vostre terre e sulla vostra gente; la loro voce di coscienza non vi proteggerà.

Io sono Israhell. Vuoi la libertà? Ho proiettili, carri armati, missili, Apache e F-16 per annientarvi. Ho messo sotto assedio le vostre città, confiscato le vostre terre, sradicato i vostri alberi, demolito le vostre case, e voi ancora pretendete la libertà? Non vi arriva il messaggio? Non avrete mai pace o libertà, perché io sono Israhell.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi