[Superando] Un premio per l’inclusione scolastica e sociale di persone con grave disabilità

Indetto dal MAC (Movimento Apostolico Ciechi), grazie a un lascito ricevuto a suo tempo, il “Premio Diana Lorenzani” è nato per promuovere il valore culturale e sociale dell’inclusione delle persone con disabilità complessa e vi potranno partecipare, fino al 31 luglio, gli Enti del Terzo Settore, le Agenzie Educative e le Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado che nell’ultimo anno abbiano messo in atto azioni e progetti allo scopo di facilitare e favorire l’inclusione, nella comunità scolastica e sociale, delle persone con disabilità grave
(continua…)

Un’Associazione marocchina che si occupa di sindrome di Down in visita all’AIPD
Un rappresentante dell’Associazione marocchina SANAD de la Trisomie 21, che ha sede nella città di Mohammedia, ha fatto visita nei giorni scorsi alla sede nazionale romana dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down). Si tratta di una piccola organizzazione che segue una trentina di giovani e che ricorda come, nel proprio Paese del Nordafrica, dal prossimo anno cinque bambini con sindrome di Down sotto i 10 anni verranno inseriti a scuola, grazie a un nuovo programma ministeriale. Ancora nessun giovane con sindrome di Down, invece, risulta inserito nel mondo del lavoro
(continua…)

Porteremo sempre con noi gli insegnamenti, la simpatia e l’umanità di Andrea
«Andrea Canevaro era uno studioso e un innovatore, che ha continuato fino all’ultimo giorno a fare proposte e a lanciare sfide alla nostra società perché una società più inclusiva e attenta al diverso diventasse più accogliente per tutti. Portiamo e porteremo sempre con noi i suoi insegnamenti, la sua simpatia e la sua profonda umanità»: così l’Associazione AIPD ricorda Andrea Canevaro, della cui scomparsa abbiamo ampiamente riferito ieri anche sulle nostre pagine
(continua…)

“Breaking Out”: storia di un musicista che non fu mai fermato dalla disabilità
Il percorso del “Disability Film Festival” di Torino, promosso dall’Associazione Volonwrite, ripartirà nella serata di domani, 28 maggio, con la proiezione proposta insieme a “Seeyousound”, il festival torinese di cinema musicale, di “Breaking Out”, che racconta la vita e la carriera del cantautore irlandese Fergus O’Farrell, leader della band Interference, scomparso a soli 48 anni, la cui voce venne definita «l’anima regale di un’aquila intrappolata in un corpo limitato», ovvero dalla sua forma di distrofia muscolare diagnosticata da bambino
(continua…)

Arriva in Umbria la “Staffetta Blu per l’autismo”
Avvicinare in modo naturale e sicuro alla montagna tutte le persone e anche quelle con difficoltà, divertirsi, abbattere ogni barriera e mantenere sempre alta l’attenzione e la sensibilità nei confronti di un disturbo come l’autismo, spesso dimenticato anche dalle Istituzioni: è la “Staffetta Blu per l’autismo”, che vede in prima fila tra i propri promotori l’Associazione ANGSA e sta felicemente percorrendo tutta la penisola, sul percorso del “Sentiero Italia”. Domani, 28 maggio, domenica 29 e giovedì 2 giugno arriverà in Umbria, con il coordinamento della locale Associazione GMP GAIA
(continua…)

Mio fratello è mio fratello e basta
«Ho imparato solo da più grande – scrive Giulia Polito – a riconoscere in mio fratello una persona con disabilità; da piccoli quella dimensione così sconosciuta e spesso temuta dagli adulti non ci è mai appartenuta e credo che in fondo non ci appartenga del tutto neanche oggi. Mio fratello è mio fratello e basta: nessuna diagnosi ha potuto mai intaccare il nostro reciproco “appartenerci” in un modo tutto nostro. Che evolve negli anni, ma che resta uguale a se stesso nel suo nucleo più profondo»
(continua…)

Un nuovo potere per le Federazioni e le Associazioni di persone con disabilità
Il 31 maggio verrà illustrata direttamente alle Amministrazioni Pubbliche la “Direttiva alle amministrazioni titolari di progetti, riforme e misure in materia di disabilità”, una ricaduta del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, primo caso nel nostro Paese in cui si apre realmente una “porta d’accesso trasversale”, per far sì che i diritti di tutte le persone della disabilità vengano rispettati nei vari settori della vita in ogni politica o misura generale attuata dagli Enti Pubblici. Si tratta di un testo che fornisce anche un nuovo potere alle organizzazioni di persone con disabilità
(continua…)

Il cambiamento climatico e la sostenibilità ambientale in un contesto inclusivo
È un bell’esempio di quello che si definisce come “mainstreaming della disabilità”, la collaborazione dell’ANS (Associazione Nazionale Subvedenti) al progetto “Tutti x il clima, il clima x tutti!”, voluto dalla Fondazione milanese OMD e apparentemente lontano dai temi abituali della disabilità, ma che renderà inclusiva la sensibilizzazione dei più giovani sui temi del cambiamento climatico e della sostenibilità ambientale, promuovendo inoltre l’abbattimento dei pregiudizi sulla disabilità e offrendo a tutti le stesse opportunità di apprendimento, tramite il linguaggio della multisensorialità
(continua…)

Gli amici, “speciali maestri” dei bambini e delle bambine con disabilità
«Per i bambini e le bambine con disabilità – scrive Giusepope Felaco – gli amici sono strumento di “normalità” e l’antidoto all’isolamento, nonché “speciali maestri” nello spingere a interagire con il mondo e nel mondo, rendendo talora possibile anche l’impossibile. Il nozionismo e il comportamentismo da soli non bastano. Sicuramente migliorano le autonomie, ma faranno perdere loro il treno della socializzazione e, quindi, non avranno una “normale” vita sociale»
(continua…)

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi