Putin propone soluzioni per garantire le esportazioni di grano dall’Ucraina

La Russia garantisce il passaggio senza ostacoli delle navi che trasportano grano ucraino se l’Ucraina libera i suoi porti dalle mine. In tal modo sarebbe assicurata l’esportazione attraverso i porti controllati come Berdyansk e Mariupol. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin in un’intervista al canale televisivo Rossiya 1.

Kiev, secondo Putin, può anche esportare grano via terra, e la via più logica è la Bielorussia, tuttavia, le sanzioni occidentali dovranno essere revocate al paese.

Il presidente ha anche ricordato che i problemi nel mercato alimentare globale sono iniziati nel febbraio 2020 e le cause della crisi energetica risiedono nella politica miope dell’Occidente.

Parlando dei problemi con il cibo sul mercato globale, il capo dello Stato ha notato “la politica miope delle nazioni europee, e la Commissione europea in prima istanza, nella sfera energetica” tra le cause. “Prendiamo atto degli sviluppi in quel paese. Personalmente credo che molte forze politiche negli Stati Uniti e in Europa abbiano iniziato a speculare sulla naturale preoccupazione degli abitanti del pianeta per quanto riguarda lo stato climatico, il cambiamento climatico, abbiano iniziato a promuovere questa agenda verde, anche nel settore energetico “, ha detto Putin.

“Inoltre, gli europei hanno fatto orecchie da mercante alla nostra forte richiesta di mantenere contratti a lungo termine per la fornitura di gas naturale ai paesi europei e hanno iniziato a chiuderli. Molti sono ancora in vigore, ma hanno iniziato a chiuderli. Ciò ha avuto anche il suo impatto negativo sul mercato europeo dell’energia: i prezzi hanno iniziato a crescere”, ha aggiunto.

Putin ha detto che la Russia non ostacola l’esportazione di grano dall’Ucraina e questo può essere fatto attraverso i porti del Mar Nero e i paesi vicini. “Per quanto riguarda le esportazioni di grano dell’Ucraina, non poniamo ostacoli a questo”, ha detto Putin.

Esistono diversi modi per esportare tale grano, ha osservato il leader russo. Questo può essere fatto attraverso i porti controllati dall’Ucraina dopo lo sminamento, via Berdyansk e Mariupol, attraverso il Danubio e Romania, Ungheria e Polonia, e il modo più semplice è attraverso la Bielorussia, ha detto Putin, aggiungendo che in questo modo le sanzioni devono essere revocate alla Bielorussia.

Nel frattempo, nuove sanzioni contro la Russia non faranno che esacerbare la situazione sui mercati globali, il raccolto sarà più modesto mentre i prezzi saliranno, ha detto. “Ciò aggraverà la situazione nei mercati globali dei fertilizzanti, il che significa che le prospettive di raccolto saranno anche molto più modeste. Ciò significa che i prezzi cresceranno solo”, ha dichiarato commentando le nuove restrizioni. “È assolutamente miope, errata, direi, semplicemente una politica stupida che porta in un vicolo cieco”, ha aggiunto il leader russo.

La situazione in Ucraina e le sanzioni su larga scala imposte contro la Russia dagli Stati Uniti e dall’Unione europea hanno portato a violazioni delle forniture di grano. Dall’inizio dell’anno, i prezzi del grano e del mais sono aumentati in modo significativo. Le scorte di grano, ha osservato il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in una riunione del 21 maggio, in tutto il mondo dureranno solo 10 settimane e la situazione è peggiore rispetto agli anni di crisi del 2007-2008.

SOCHI, 4 giugno. /TASS/

Putin propone opzioni per le esportazioni di grano dall’Ucraina – Business & Economy – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi