E’ sempre colpa di Putin! Il nuovo capro espiatorio delle nefandezze politiche italiane

Ormai Putin è diventata la giustificazione strumentale da sventolare a proprio uso e consumo per nascondere le proprie nefandezze ed occultare la propria incapacità. Stiamo morendo di fame? È colpa di Putin. Le aziende stanno fallendo? È colpa di Putin. E così via con tutto il resto degli argomenti su cui bisogna speculare. Pace o condizionatore?

Ve lo ricordate all’inizio della guerra con quale enfasi ci comunicavano che Putin fosse malato? Bene, qualche giorno fa il direttore della CIA William Brums ha pronunciato testuali parole: “Non ci sono prove che Putin sia instabile o malato”. Ovviamente questa dichiarazione non ha trovato chissà quale risonanza all’interno della nostra stampa. Forse perché avrebbe bruciato in un secondo mesi e mesi di becera propaganda?

Comunque, ci avrei scommesso ad occhi chiusi sul fatto che sarebbe saltata fuori anche la mano di Putin sulla caduta del governo Draghi, figuriamoci! Poi con la stampa che ci ritroviamo in Italia, mi stupisco di come non abbiano montato il caso ad arte già qualche settimana fa. Questa notizia è perfetta da sventolare in campagna elettorale per il PD (ma tu guarda che caso!). Non voglio assolvere Salvini, sia chiaro, anzi fosse per me gli augurerei una veloce estinzione politica ed un ritorno alla vita normale da affrontare con buona salute.
Ma questa cosa di utilizzare in modo strumentale notizie tra l’altro prontamente smentite anche da Gabrielli (servizi segreti), mi fa impazzire.
A prescindere che il personaggio da mettere alle corde sia Salvini, Letta, Conte o Meloni.

Ovviamente, quel lupo travestito da agnello con il nuovo impianto da “occhi di tigre” non s’è fatto sfuggire questa notizia, infatti è da un giorno intero che continua a menarcela!

La satira di Osho colpisce ancora

Per chi tiene un po’ di cervello, seguendo la batteria di Letta e Company, non può far altro che arrivare ad una conclusione assai evidente: ovvero che per loro possiamo accettare influenze esterne (anzi ordini) solo da quei poteri che ci stanno simpatici, quindi USA, NATO o UE. Aggiungiamoci anche Zelensky per l’occasione.

Invece cari democratici a giorni alterni, le influenze esterne dovrebbero essere ripudiate sempre e tutte a prescindere, proprio perché dovremmo essere un paese sovrano!

Benché non ami Trump, anzi tutt’altro, devo dire che questa strategia del PD italiano, somiglia tanto a quella dei democratici USA messa in scena durante le loro elezioni presidenziali per batterlo.

Insomma, hanno imparato bene!

Pensano davvero di recuperare voti con queste campagne disdicevoli e altamente pretestuose? Attaccano e vogliono combattere Salvini ma esattamente stanno diventando come lui. Poi non si spiegano perché la gente o non vota, o vota per protesta contro di loro…

Giuseppe Salamone

28/07/2022

Giuseppe Salamone | Facebook

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi