La Russia pronta ad assistere l’AIEA nell’organizzazione dell’accesso alla centrale nucleare di Zaporozhye

La Russia è pronta a fornire assistenza all’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) al fine di garantire alla sua missione l’accesso alla centrale nucleare di Zaporozhye (NPP), ha detto il ministero degli Esteri russo in una dichiarazione martedì.

“Speriamo che nelle condizioni attuali il Segretario Generale delle Nazioni Unite [Antonio Guterres] arrivi a realizzare il suo pieno ambito di responsabilità e non ostacoli la missione dell’AIEA utilizzando il suo dipartimento subordinato del Segretariato o altri collegamenti nel meccanismo delle Nazioni Unite”, si legge nella dichiarazione.

“Per nostro conto, siamo pronti a fornire la massima assistenza nella risoluzione di tutte le questioni organizzative”, secondo la dichiarazione.

Il ministero degli Esteri ha ricordato che all’inizio di questo mese una visita di una missione dell’AIEA alla centrale nucleare di Zaporozhye è stata annullata dal Dipartimento delle Nazioni Unite per la sicurezza e la sicurezza (UNDSS) all’ultimo minuto. Il programma e il percorso della visita sono stati concordati il 3 agosto dalla parte russa e dall’amministrazione dell’AIEA e la missione pianificata era composta da esperti internazionali, guidati dal direttore generale dell’AIEA Rafael Grossi.

“Utilizzando un’interazione molto stretta con l’agenzia, siamo riusciti a risolvere tutte le questioni difficili riguardanti l’organizzazione di un evento così complicato nelle circostanze attuali”, si legge nella dichiarazione del ministero. “Tuttavia, una luce rossa è stata accesa all’ultimo momento dal Dipartimento di sicurezza e protezione delle Nazioni Unite”.

“Il viaggio è stato interrotto. Le autorità di Kiev lo hanno usato per intensificare le loro provocazioni e bombardamenti della centrale nucleare”, ha aggiunto la dichiarazione.

Il 7 agosto, l’esercito ucraino ha bombardato la centrale nucleare di Zaporozhye, prendendo di mira, in particolare, il deposito di combustibile nucleare esaurito. L’amministrazione militare-civile di Energodar, dove si trova la centrale nucleare, ha detto che il regime di Kiev aveva sparato un razzo Uragan da 220 mm con una munizione a grappolo.

I suoi elementi sorprendenti hanno danneggiato gli edifici amministrativi della stazione e il territorio adiacente del deposito. In precedenza, l’esercito ucraino ha bombardato la centrale nucleare di Zaporozhye il 5 e il 6 agosto.

Ormai, il regime di Kiev ha perso il controllo di oltre il 70% della regione di Zaporozhye. La vita pacifica sta gradualmente tornando nella regione che si sta gradualmente integrando nello spazio legale ed economico della Russia, mentre le autorità locali hanno annunciato l’intenzione di unirsi alla Russia e tenere un referendum su questo tema a settembre.

Il regime di Kiev sta tentando di interrompere la ripresa della regione e sta bombardando strutture civili in aree popolate.

Zaporozhye NPP

La centrale nucleare di Zaporozhye è la più grande d’Europa e ha una capacità di circa 6.000 MW. Generava un quarto di tutta l’energia elettrica in Ucraina. La centrale nucleare di Zaporozhye è composta da sei unità di potenza e dal 1996 ha operato come unità distaccata della società nazionale di generazione di energia nucleare Energoatom controllata da Kiev.

Nel marzo 2022, la centrale nucleare di Zaporozhye è stata posta sotto il controllo dell’esercito russo. Attualmente, la centrale nucleare opera al 70% della capacità in quanto l’area della regione di Zaporozhye liberata dall’esercito ucraino ha un surplus di energia elettrica. Ci sono piani per dirigere parte dell’elettricità generata presso la centrale nucleare di Zaporozhye in Crimea.

MOSCA, 9 agosto. /TASS/

La Russia pronta ad assistere l’AIEA nell’organizzazione dell’accesso alla NPP di Zaporozhye — Ministero degli Esteri – Politica e Diplomazia Russa – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi