Eccesso di mortalità in Italia, il ministro Speranza: è un complotto ordito dal “caldo-killer”

Da diversi mesi Byoblu ha evidenziato i dati anomali relativi all’eccesso di mortalità in Italia. Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, confermati dall’ISS, nel 2021 si sarebbero registrati almeno 480 morti in eccesso nella fascia di età tra 15 e i 39 anni.

Le domande in merito a questa anomalia rivolte dal deputato Claudio Borghi alle istituzioni sanitarie italiane hanno ricevuto come unica risposta il silenzio.

Il caldo: ecco la causa dell’eccesso di mortalità secondo Speranza

Ora a distanza di mesi sembra che il Ministero della Salute abbia magicamente ritrovato il dono della parola, fornendo finalmente una risposta definitiva ai dubbi dei cittadini. L’eccesso di mortalità avrebbe una sola causa: il caldo. Il dicastero di Roberto Speranza ha infatti pubblicato i risultati dei sistemi di allarme, del sistema sorveglianza della mortalità giornaliera e degli accessi al pronto soccorso, nel periodo compreso tra il 16 maggio e il 15 luglio 2022.

“Questa prima analisi evidenzia che le elevate temperature e le ondate di calore che hanno interessato il nostro paese nel mese di giugno e nelle prime 2 settimane di luglio sono state associate ad un incremento di mortalità”, si legge nella nota introduttiva del rapporto. Andiamo a vedere i numeri. Sia a giugno che a luglio viene registrato in diverse città un incremento della mortalità, che il Ministero associa all’aumento della temperatura.

Nel mese di giugno, per esempio, Catania ha segnato un +32% di mortalità, Bari +23% e Palermo +19%. A luglio la situazione sembra peggiorare in alcune città: Latina segna addirittura un +72% di decessi, Bari +56%, Cagliari 51%, Brescia +31%. Ora la domanda è: in base a quale criterio il Ministero associa la mortalità all’aumento della temperatura?

La correlazione caldo morti non esiste

Da quanto scritto nel report sembra che non lo sappiano nemmeno loro: “Attraverso la sola analisi descrittiva è impossibile escludere che parte dell’incremento di mortalità osservato possa essere attribuibile alla concomitante epidemia di Covid-19 in corso”, scrive il Ministero. Speranza ci sta quindi candidamente dicendo che la correlazione caldo e mortalità è del tutto teorica e frutto quindi della grande capacità di immaginazione dei tecnici del Ministero, niente di più.

A riprova di questo leggiamo che nel mese di luglio: “Anche a Torino si è registrato un eccesso di mortalità sebbene non si siano registrate condizioni di ondata di calore ma solo giorni isolati di caldo”. Quindi c’è un comune, con 1 milione di abitanti, che ha registrato un eccesso di mortalità senza un contemporaneo aumento delle temperature. Non solo.

Nel report non compare poi Milano, città che nel mese di luglio ha registrato un aumento di oltre 3 gradi rispetto alla media dello stesso mese dell’anno precedente. Quindi a Milano, ad un consistente aumento di caldo, non è coinciso l’aumento di mortalità. C’è poi un altro punto di domanda: nel tabelle presenti nel report si prende in considerazione solo la fascia di età dai 65 anni in su. Perché?

La teoria del complotto del caldo veicolata dal mainstream

Sembra quindi che il Ministero della Salute stia diffondendo una sorta di teoria del complotto del caldo, non riuscendo a dare risposte all’eccesso di mortalità, che invece riguarda tutte le età. Teoria del complotto che viene rilanciata da diversi giornali mainstream, come Repubblica, il Corriere e persino Open, il sito di Enrico Mentana che in questo caso sembra essersi dimenticato di fare debunking al Ministero della Salute.

Allo stato attuale dei fatti sappiamo quindi solo che c’è un eccesso di mortalità e non ci sono sufficienti elementi per una correlazione con l’aumento delle temperature. Ci sono tante altre variabili che dovrebbero essere tenute in considerazione tra cui: ripetuti e ravvicinati richiami di un vaccino su quasi tutta la popolazione, la carenza di cure sanitarie dovute alla concentrazione di risorse solo sui malati Covid, l’aumento della povertà e l’incremento dei disagi psicologici dovuti alle restrizioni.

Ci sarebbe quindi tanto lavoro di indagine da fare da parte del Ministero, che invece ha preferito mettere una taglia al nuovo serial killer: il caldo.

Michele Crudelini

9 Agosto 2022

ECCESSO DI MORTALITÀ: IL COMPLOTTO DEL “CALDO KILLER” SECONDO SPERANZA (byoblu.com)

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi