Il Parlamento lettone dichiara la Russia uno stato sponsor del terrorismo

Il Parlamento della Lettonia (il Saeima) ha dichiarato la Russia uno stato sponsor del terrorismo, ha detto il parlamento in una dichiarazione pubblicata sul suo sito ufficiale giovedì.

L’11 agosto, il Saeima ha adottato una dichiarazione, che riconosce le attività delle truppe russe in Ucraina come terrorismo e dichiara “la Russia come uno stato sponsor del terrorismo”.

“La dichiarazione di Saeima invita i paesi dell’UE a sospendere immediatamente il rilascio di visti turistici e di ingresso ai cittadini russi e bielorussi”, si legge nella dichiarazione.

I membri del Parlamento lettone affermano che la Russia presumibilmente “ha sostenuto e finanziato per molti anni regimi e organizzazioni terroristiche in vari modi, direttamente e indirettamente”.

Nella dichiarazione si legge anche che “i parlamentari condannano fermamente l’aggressione militare e l’invasione su larga scala dell’Ucraina da parte della Federazione Russa con il sostegno e il coinvolgimento del regime bielorusso e invitano la comunità euro-atlantica e i suoi partner a intensificare e attuare urgentemente sanzioni globali contro la Russia”.

L’operazione speciale della Russia in Ucraina

La situazione lungo la linea di impegno nel Donbass si è intensificata il 17 febbraio. Le Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk (DPR e LPR) hanno riportato i bombardamenti più massicci da parte dell’esercito ucraino negli ultimi mesi, che hanno danneggiato le infrastrutture civili e causato vittime civili.

Il 21 febbraio, il presidente Vladimir Putin ha annunciato che Mosca stava riconoscendo la sovranità delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk. La Russia ha firmato accordi di amicizia, cooperazione e assistenza reciproca con i loro leader. Mosca ha riconosciuto le repubbliche del Donbass in conformità con le costituzioni DPR e LPR all’interno dei confini delle regioni di Donetsk e Lugansk a partire dall’inizio del 2014.

Il presidente russo Putin ha annunciato il 24 febbraio che in risposta a una richiesta di assistenza da parte dei capi delle repubbliche del Donbass aveva preso la decisione di effettuare un’operazione militare speciale in Ucraina. Il leader russo ha sottolineato che Mosca non aveva intenzione di occupare i territori ucraini, osservando che l’operazione era finalizzata alla denazificazione e alla smilitarizzazione dell’Ucraina.

La DPR e la LPR lanciarono un’operazione per liberare i loro territori sotto il controllo di Kiev.

MOSCA, 11 agosto. /TASS/

Il Parlamento lettone dichiara la Russia uno stato sponsor del terrorismo – Mondo – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi