Omicidio Darya Dugina, Zakharova (Russia): “Stati Uniti non credibili nella difesa dei diritti umani”

La reazione del Dipartimento di Stato americano all’omicidio della giornalista e attivista pubblica Darya Dugina scredita l’attività internazionale di Washington per i diritti umani, ha scritto oggi la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova sul suo canale Telegram.

Nella giornata di ieri, il portavoce del Dipartimento di Stato americano Ned Price, commentando l’omicidio di Dugina, ha detto che gli Stati Uniti hanno condannato inequivocabilmente la presa di mira di civili ovunque. Detto questo, ha osservato che non aveva nulla da aggiungere oltre al fatto che l’Ucraina aveva negato qualsiasi coinvolgimento.

“La reazione del Dipartimento di Stato all’omicidio di Darya Dugina e le prove che mostrano le tracce dell’Ucraina presentate dalla Russia screditano l’attività internazionale degli Stati Uniti sui diritti umani”, ha osservato il diplomatico.

“Washington non ha alcun diritto morale (per non parlare dell’assenza di base giuridica) di parlare di diritti umani in angoli lontani del mondo se l’omicidio di un giornalista non viene nemmeno commentato da questo aspetto che è molto significativo per la parte americana. Semplicemente non si sono accorti che si tratta di un attivista pubblico”, ha aggiunto il diplomatico.

Darya Dugina, figlia del filosofo e personaggio pubblico Alexander Dugin, è stata uccisa la sera del 20 agosto, quando una bomba piazzata nella Toyota Land Cruiser che stava guidando è esplosa incendiandosi vicino a Bolshiye Vyazemy nella regione di Mosca. Stava tornando da un festival letterario e musicale a cui ha partecipato come ospite d’onore.

Il 22 agosto, il Centro di pubbliche relazioni dell’FSB ha detto a TASS che l’omicidio di Darya Dugina era stato risolto. Secondo l’agenzia, è stato ideato dai servizi segreti ucraini e portato avanti da Natalia Vovk, una cittadina ucraina, che è fuggita in Estonia dopo aver commesso l’omicidio. A sua volta, il consigliere dell’ufficio presidenziale ucraino Mikhail Podolyak ha negato il coinvolgimento di Kiev nell’esplosione omicida.

Ieri, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto che assegna l’Ordine del Coraggio a Dugina postumo.

MOSCA, 23 agosto. /TASS/

Mosca attacca il complesso industriale dei diritti umani degli Stati Uniti dopo una reazione muta all’omicidio di Dugina – Russian Politics & Diplomacy – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi