Stoltenberg (NATO): “L’Europa pagherà un prezzo per sostenere l’Ucraina”

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha detto in un’intervista con ZDF martedì che era necessario continuare a fornire assistenza all’Ucraina, tuttavia ha ammesso che sarebbe stato difficile e che l’Europa avrebbe pagato un prezzo per il suo sostegno a Kiev.

“Quello che stiamo vedendo è un sostegno senza precedenti da parte degli alleati europei della NATO, Germania, Canada, Stati Uniti e molti altri paesi in tutto il mondo. Oggi ho preso parte alla Piattaforma di Crimea [del presidente ucraino] Vladimir Zelensky – e il messaggio inviato da tutti i leader presenti è stato chiaro: sosteniamo l’Ucraina e la sosterremo finché sarà necessario. Questo è il messaggio degli alleati della NATO”, ha detto Stoltenberg al canale televisivo tedesco.

Tuttavia, ha detto che fornire assistenza militare a Kiev non è stato facile. “Non sto dicendo che sia facile. Richiede un duro lavoro. Mi impegno a lavorare con altri leader dell’Alleanza in Europa e Nord America per garantire che continuiamo a garantire il sostegno”. Ha sottolineato il significativo contributo della Germania e ha detto che si spera che il governo tedesco faccia di più.

Stoltenberg ha anche avvertito che il prossimo inverno sarebbe stato duro. “Pagheremo un prezzo per il nostro sostegno all’Ucraina come conseguenza delle sanzioni e, naturalmente, del fatto che la Russia usa l’energia come arma”, ha detto nell’intervista. “Ma dobbiamo capire che non c’è alternativa al nostro sostegno”.

Il capo della NATO ha esortato l’Occidente “a massimizzare la probabilità di un esito accettabile della guerra dal punto di vista dell’Ucraina”. “Il meglio che possiamo fare è fornire sostegno militare, finanziario, umanitario ed economico all’Ucraina”, ha sottolineato.

Potrebbero volerci anni per sostenere l’Ucraina, ma ci saranno conseguenze, ha avvertito Stoltenberg, “non solo nella sfera militare, ma anche per le industrie. Dobbiamo aumentare la produzione”, ha detto. “Come NATO, abbiamo due ruoli: dobbiamo sostenere l’Ucraina, un partner stretto. L’altro compito è quello di assicurarsi che “non ci sia un’escalation”, ha avvertito, riferendosi all’articolo 5 del Trattato di Washington firmato nel 1949 che prevede una risposta collettiva a un attacco armato contro ogni singolo membro dell’Alleanza.

BERLINO, 24 agosto. /TASS/

Il capo della NATO ammette che l’Europa pagherà il prezzo per sostenere l’Ucraina – Mondo – TASS

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi