Politico bosniaco attacca l’Occidente: “La Russia è stata costretta a proteggere il popolo del Donbass”

BELGRADO, 19 settembre. /TASS/.

Il leader bosniaco sbatte l’Occidente, dice che la Russia è stata costretta a proteggere il popolo del Donbass – Mondo – TASS

 

L’Occidente si è comportato sfacciatamente in Ucraina per anni, la Russia è stata costretta a reagire per salvare le persone nel Donbass, ha detto il membro serbo della presidenza della Bosnia-Erzegovina Milorad Dodik in un’intervista a TASS alla vigilia della sua visita a Mosca.

“Per molti anni l’Occidente non ha reagito allo sterminio della popolazione russa in Ucraina, ci sono stati omicidi e bombardamenti quotidiani nel Donbass. L’Occidente aveva preparato un’offensiva contro Lugansk e Donetsk con le forze ucraine, addestrato le loro unità e inviato un numero significativo di propri mercenari. Tutto questo era chiaro e la Russia è stata costretta a reagire. Ma il modo in cui lo fa è molto diverso dal modo in cui gli americani lo hanno fatto in molte parti del mondo, senza contare le vittime civili. La Russia sta conducendo un’operazione speciale il cui scopo è effettivamente quello di distruggere il nemico, ma svolge la sua missione in modo che ci siano il minor numero possibile di vittime”, ha specificato Dodik.

Il politico ha ricordato il discorso di Monaco del presidente russo Vladimir Putin, che non è stato preso sul serio dall’Occidente. “Ricordiamo tutti l’avvertimento del presidente Putin alla Conferenza di Monaco che la Russia non può assistere passivamente a cià che accade ai propri confini. Tutti quegli avvertimenti di lunga data non sono stati presi sul serio. Ma è qui (in Europa – TASS) che l’Occidente può comportarsi impudentemente con noi, i serbi, tagliare il petrolio, imporre sanzioni, ma la Russia è una storia diversa, questa impudenza non andrà bene con essa. La Russia ha dovuto vendicarsi”, ha insistito.

Il 24 febbraio, il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato una speciale operazione militare in Ucraina a seguito di una richiesta di assistenza da parte dei leader delle repubbliche del Donbass. Successivamente, gli Stati Uniti, l’UE, il Regno Unito e un certo numero di altri paesi hanno imposto sanzioni contro individui e persone giuridiche russe. Inoltre, i paesi occidentali hanno iniziato a fornire armi e attrezzature militari a Kiev per un valore di miliardi di dollari in questa fase.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi