Vaccini obbligatori e Consulta, in gioco la libertà di cura

Carlo Domenico Cristofori – 17/09/2022

VACCINI OBBLIGATORI & CORTE COSTITUZIONALE: “IN GIOCO LA LIBERTA’ DI CURA“. Blitz di Mattarella: nuovo Giudice il Consulente di Draghi (gospanews.net)

 

«Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con decreto in data odierna, ha nominato Giudice della Corte Costituzionale, ai sensi dell’art. 135 della Costituzione, il Professor Marco D’Alberti, in sostituzione del Professor Giuliano Amato, il quale cessa dalle sue funzioni di Giudice e di Presidente della Corte Costituzionale il prossimo 18 settembre».

Si legge in una nota pubblicata sul sito ufficiale del Quirinale.

«Il decreto è stato controfirmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Professor Mario Draghi. Della nomina del nuovo Giudice Costituzionale il Capo dello Stato ha dato comunicazione al Presidente del Senato della Repubblica, al Presidente della Camera dei Deputati e al Presidente della Corte Costituzionale. Il Professor Marco D’Alberti presterà il giuramento dinanzi al Presidente della Repubblica martedì 20 settembre al Palazzo del Quirinale».

Senza tanto rumore il presidente Mattarella ha scelto un altro uomo del sistema nella Consulta che il prossimo 29 novembre si troverà la patata bollente sull’obbligo di vaccinazione antiCovid per le categorie professionali imposto dal Governo di Mario Draghi con voto plebiscitario dei partiti di maggioranza in parlamento (PD, M5S, Lega, FI, Italia Viva ecc).

Alla Corte spetterà il compito di vagliare le eccezioni di costituzionalità sollevate da vari organi giudiziari amministrativi.

La nomina del nuovo presidente ha già sollevato un vespaio in ambito politico perché ritenuto troppo invischiato con il Governo Draghi e pertanto vocato ad un pregiudizio favorevole alle imposizioni varate durante l’emergenza Covid-19. 

«Quando vi raccontano che Ungheria o Polonia non sono democrazie perché non hanno una magistratura indipendente dalla politica, ricordatevi di questo» ha stigmatizzato Francesca Donato, la deputata europea che uscì dalla Lega proprio in relazione ai provvedimenti restrittivi sul Green Pass obbligatorio per lavorare.

D’Alberti, classe 1948, è professore emerito di Diritto amministrativo nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “La Sapienza”.

Ma è anche consigliere superiore della Banca d’Italia nominato dall’Assemblea dei partecipanti presso la Sede di Roma dell’8 giugno 2017 e rinnovato nella carica da quella del 10 giugno 2022.

I suoi ultimi incarichi lo presentano come un uomo ben radicato nei Palazzi dei Bottoni.

  • 2013 – Presidente della Commissione per il Rilancio dei beni culturali e del turismo
  • 2010-2018 – Direttore del Master internazionale di II livello in “Global Regulation of Markets” presso l’Università di Roma “La Sapienza”
  • 1997-2004 – Componente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato
  • 1996-1997 – Presidente della Commissione per l’innovazione amministrativa presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri

Il sito Il Paragone.it gestito dal leader di Italexit, il senatore Gianluigi Paragone che ha intensificato le sue battaglie contro le vaccinazioni obbligatorie con sieri genici sperimentali e pericolosi e sulle cure domiciliari ignorate, rammenta che D’Alberti è «consigliere giuridico del premier».

 

L’articolo integrale è disponibile qui: VACCINI OBBLIGATORI & CORTE COSTITUZIONALE: “IN GIOCO LA LIBERTA’ DI CURA“. Blitz di Mattarella: nuovo Giudice il Consulente di Draghi (gospanews.net)

© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi