I dettami dello zio Sam: “La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza…”

Paolo D’Arpini – 19/09/2022

Altra Calcata… altro mondo: I dettami dello zio Sam: “La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza…” (altracalcata-altromondo.blogspot.com)

 

Dalla fine della seconda guerra mondiale, ma in diversi casi anche prima, sono sempre stati gli Usa a iniziare le guerre, guerre definite giuste, per esportare la democrazia e la libertà! E l’Europa si è accodata. Del resto non c’è dibattito, l’Europa si è appiattita sulle scelte Usa e NATO. La politica europea è condizionata talmente dagli interessi di Oltreantlantico che ormai siamo alle ingiunzioni ricattatorie.

Vedasi il recente caso dell’Ungheria che se decide di avere il gas russo, evitando le sanzioni contro la Russia, viene penalizzata e multata dalla UE e dichiarata fuorilegge. Uno stato membro della UE non può avere opinioni od indirizzi diversi, come dovrebbe essere in una vera democrazia, e chi non si allinea viene considerato un regime totalitario integralista ed eretico e meritevole di essere punito dalla Santa Commissione di Ursula von der Leyen!

La UE ha “di fatto” dichiarato guerra alla Russia sulla base dei diktat unilaterali Usa, senza se e senza ma, ed i 27 paesi UE debbono ubbidire, emettere sanzioni controproducenti che uccidono la loro economia, tacere e inviare armi ai mercenari ucraini per procura USA.
Questo è il modello di confederazione Europea che vuole lo zio Sam!?
La Ue, che rappresenterebbe una potenza economica di quasi 500 milioni di abitanti, per salvaguardare i suoi interessi dovrebbe avere una posizione in politica estera equilibrata e non da colonia ubbidiente agli ordini degli USA e della Nato! Ma questa Europa è solo una dipendenza d’oltre oceano, come le isole Hawaii…!

Il popolo europeo, malgrado le continue proteste e manifestazioni di piazza contro questo stato di cose, non viene ascoltato. La dirigenza antidemocratica dell’Unione Europea sta cancellando la democrazia, la libertà di opinione, l’autodeterminazione dei popoli europei. La dirigenza UE sta dimostrando la sua vera faccia, si è schierata unilateralmente con lo zio Sam, e nessuna decisione viene discussa al parlamento europeo, come non esistesse. Le decisioni suggerite dallo zio Sam vengono assunte dalle Commissioni UE e dai capi di governo nazionali, ben pilotati.

Le ragioni dell’ubbidienza ai dettami USA e NATO vengono fatte proprie e supportate dai Media di sistema e diramate ai quattro venti, allo stesso tempo esercitando pesanti censure contro ogni dissidenza. Questa è la situazione attuale.

In Ucraina gli Usa hanno ignorato gli appelli russi alla salvaguardia dei cittadini russofoni ed hanno usato l’odio dei “naziukraini” contro la Russia, per realizzare un inferno, che devasta l’Ucraina medesima e crea recessione, disastri, decine di migliaia di morti, distruzioni, inflazione, sofferenze, ecc. solo per salvaguardare gli interessi criminali dei guerrafondai, che utilizzano in loco il “compiacente” Zelensky. Questo è davvero un sistema pericoloso, per il mondo intero!

Il reiterato uso della forza, favorendo controversie armate, seminando zizzanie, aggredendo popoli innocenti -come già avvenuto in Libia, in Iraq, in Siria, ecc.- e come si sta prefigurando con il conflitto tra Azerbajgian contro Armenia, è un ulteriore elemento di destabilizzazione nel quadro geopolitico che interessa il Mediterraneo ed il vicino Oriente. Sono tutti fatti che, sul lungo periodo, possono innescare incidenti devastanti e incendiare il mondo intero! Ma pochi osano apertamente opporsi alle guerre, alle ingerenze e alle fomentazioni nordamericane. L’ignavia genera mostri e alimenta tirannie foriere di disgrazie globali.

Noi Italiani siamo in procinto di presentarci alle urne, il 25 settembre 2022 si vota, occorre farsi parte attiva per un reale cambiamento. Di liste alternative al sistema ce ne sono diverse, sono forze sparpagliate ma -se sostenute con il nostro voto- possono in qualche modo incrinare il meccanismo del potere costituito.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi