USA, consulente FDA sui vaccini avverte: i giovani sani non dovrebbero sottoporsi al nuovo richiamo Covid

Joel S Hirschhorn – 27/09/2022 (traduzione di Sabino Paciolla)

Il consulente dell’FDA sui vaccini avverte che i giovani sani non dovrebbero sottoporsi al nuovo richiamo COVID – Il blog di Sabino Paciolla

 

Un esperto di vaccini e un medico pediatrico avvertono i genitori di giovani sani di non sottoporsi al nuovo richiamo COVID, affermando che può comportare dei rischi e che la sua efficacia non è ancora stata dimostrata.

Il dottor Paul Offit, direttore del Vaccine Education Center del Children’s Hospital di Philadelphia e membro del Comitato consultivo sui vaccini della Food and Drug Administration (FDA), ha dichiarato di non essere del tutto convinto che i benefici di una terza iniezione siano superiori ai danni.

Chi trae davvero beneficio da un’altra dose? ha dichiarato Offit alla CNN.

Ha però riconosciuto che gli studi hanno dimostrato che le persone con più di 65 anni, immunocompromesse o con disturbi cronici hanno meno probabilità di essere ricoverate in ospedale a causa del virus se hanno fatto una terza o addirittura una quarta iniezione.

La nuova dose, chiamata vaccino bivalente, è un cocktail del ceppo originale del coronavirus combinato con parti delle sottovarianti omicron BA.4 e BA.5. La speranza è che le persone possano essere in grado di vaccinarsi contro il virus. La speranza è che le persone siano in grado di combattere una gamma più ampia di mutazioni virali più altamente contagiose.

Tuttavia, scrivendo sul Wall Street Journal all’inizio di questa settimana, Offitt ha affermato che i dati preliminari suggeriscono che i nuovi vaccini bivalenti sono in realtà peggiori nel prevenire le infezioni da COVID rispetto alla prima generazione di vaccini.

Offitt ha evidenziato i dati relativi al confronto tra il vaccino COVID originale di Moderna e il suo nuovo aggiornamento bivalente. Su un gruppo di test a cui sono state somministrate entrambe le iniezioni, 11 persone che avevano ricevuto il vaccino bivalente hanno contratto il virus, mentre solo cinque persone che avevano ricevuto il vaccino originale “monovalente” hanno contratto il COVID.

Offit ha avvertito l’amministrazione Biden che la “vendita eccessiva” dei nuovi vaccini bivalenti senza ulteriori dati potrebbe “erodere la fiducia del pubblico” in essi.

 

 

Traduzione del tweet: “Il consulente della FDA e produttore di vaccini Paul Offit: “È improbabile che un giovane sano tragga beneficio da una dose di richiamo… Se non ci sono chiare prove di beneficio, non è giusto chiedere alle persone di correre un rischio”.

 

Ha spiegato che la recente approvazione da parte della FDA del nuovo vaccino preparato da Moderna e Pfizer-BioNTech comporta poche garanzie e alcuni rischi.

È improbabile che un giovane sano tragga beneficio dalla dose supplementare”, ha affermato.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno riferito che gli effetti collaterali del vaccino, come la miocardite, un’infiammazione del muscolo cardiaco, e la pericardite, un’infiammazione del rivestimento esterno del cuore, sono rari, ma si verificano più spesso negli adolescenti e nei giovani uomini.

La miocardite può anche essere fatale, ma i giovani hanno molte meno probabilità di subire una grave infezione da COVID rispetto agli anziani.

Quando si chiede alle persone di sottoporsi a un vaccino, penso che ci debbano essere chiare prove di beneficio”, ha detto, aggiungendo che non è realistico avere studi clinici sull’ultima dose. Si vorrebbe avere almeno dei dati sull’uomo”, ha detto. Finora, gli unici test sulle nuove iniezioni sono stati condotti su topi di laboratorio.

“In questo momento stanno dicendo che dovremmo fidarci dei dati sui topi”, ha detto, “e non credo che questo dovrebbe mai essere vero”.

Offit ha votato contro l’approvazione del nuovo vaccino.

Se non ci sono prove evidenti di un beneficio, non è giusto, a mio avviso, chiedere alle persone di correre un rischio, per quanto piccolo”, ha detto Offit.

Di recente, il medico ha ammonito che la promozione del nuovo vaccino senza le prove di supporto rischia di “erodere la fiducia del pubblico”.

Ha detto che gli studi sul vaccino bivalente sono stati finora “poco incoraggianti”.

La maggiore enfasi sui richiami è in contrasto con il recente annuncio del presidente Joe Biden che “la pandemia è finita”.

“La pandemia è finita”, ha dichiarato Biden a 60 Minutes. Abbiamo ancora un problema con il COVID. Ci stiamo ancora lavorando molto. Ma la pandemia è finita. Se ci fate caso, nessuno indossa mascherine. Tutti sembrano essere in buona forma, e quindi credo che la situazione stia cambiando”.

La dichiarazione del Presidente è in contrasto con quanto affermato dai funzionari sanitari della sua amministrazione.

Abbiamo un virus che continua a circolare e a uccidere centinaia di americani ogni giorno”, ha dichiarato il coordinatore della risposta COVID-19 della Casa Bianca, Ashish Jha, durante un briefing con la stampa del 9 settembre.

Penso che tutti noi, come americani, dobbiamo unirci per cercare di proteggere gli americani… e fare il possibile per far superare al nostro sistema sanitario quello che potrebbe essere un autunno e un inverno difficili”.

Potrebbe anche aver presentato al Congresso una richiesta di 22,4 miliardi di dollari per continuare la lotta contro il virus.

Secondo la Johns Hopkins University, nelle ultime due settimane si sono verificati in media circa 54.000 nuovi casi del virus, con circa 400 americani che ne sono stati colpiti ogni giorno.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi