La riparazione di Nord Stream potrebbe richiedere almeno sei mesi

YUZHNO-SAHALINSK, 29 settembre. /TASS/.

La riparazione di Nord Stream potrebbe richiedere almeno sei mesi, afferma il legislatore – Business & Economy – TASS

 

La riparazione delle rotture che si sono verificate sulle linee dei gasdotti Nord Stream 1 e Nord Stream 2 potrebbe richiedere più di sei mesi, ritiene Pavel Zavalny, che dirige la commissione per l’energia della Duma di Stato (camera bassa).

A suo parere, ci sono due modi per riparare il danno: fare un cassone (una camera stagna utilizzata nei lavori di costruzione subacquea o come fondazione – TASS), o sollevare i gasdotti in superficie.

“Un modo è quello di produrre un cassone che verrà portato al tubo. Il lavoro verrà eseguito nel cassone per sostituire il tubo o ripararlo. Le profondità lo consentono. Naturalmente, dovrebbe essere creata una complessa struttura subacquea ingegneristica. Detto questo, i tempi – la progettazione, la produzione e i lavori – richiederebbero parecchi mesi. La seconda opzione è sollevare [i tubi]”, ha detto ai giornalisti a margine del forum Sakhalin Oil and Gas giovedì.

Secondo lui, sollevare il gasdotto in superficie richiederebbe gru con una capacità di sollevamento di 3.000 tonnellate.

“Come parte della progettazione di questi gasdotti, sono stati presi in considerazione i rischi di interruzione del loro funzionamento e, di conseguenza, è stata presa in considerazione la possibilità di riparazioni. Pertanto, il tubo è stato posato in modo tale da consentire di sollevarlo. Ciò richiederà anche tempo, attrezzature tecniche, gru, navi e così via. Ma, a mio parere, tecnicamente è possibile. Potrebbe volerci molto tempo, non è un mese o due, sono sei mesi o un anno, almeno”, ha spiegato Zavalny.

Ha osservato che il fattore decisivo nella scelta delle opzioni è la disponibilità di attrezzature navali per effettuare riparazioni.

“Probabilmente, queste navi posatubi sono sotto sanzioni, quindi semplicemente non sarà permesso loro di essere utilizzate per riparare il gasdotto”, ha ammesso il legislatore.

Rotture del gasdotto Nord Stream

Sono state scoperte quattro perdite di gasdotti Nord Stream, la più recente individuata dalla guardia costiera svedese.

In precedenza, la società Nord Stream AG ha riferito che tre fili dei gasdotti offshore Nord Stream 1 e 2 avevano subito danni senza precedenti lunedì. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato che Mosca è “profondamente preoccupata per la notizia” e non ha escluso che l’operazione degli oleodotti possa essere stata interrotta da un atto di sabotaggio. I sismologi svedesi hanno poi riferito che due esplosioni erano state registrate lungo i gasdotti Nord Stream lunedì.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite discuterà la situazione con i gasdotti in una riunione del 30 settembre convocata su richiesta della Russia. L’Agenzia danese per l’energia ha riferito che una grande quantità di gas si era riversata in mare. Agli aerei e alle navi è vietato avvicinarsi al sito più vicino di cinque miglia nautiche.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi