Kiev starebbe preparando una provocazione con l’inondazione della centrale di Zaporozhye

MOSCA, 5 ottobre. /TASS/.

На Запорожье заявили, что Киев готовит провокацию с затоплением ЗАЭС (tass.ru)

 

L’Ucraina sta raccogliendo informazioni sugli scarichi incontrollati di acqua nelle centrali idroelettriche al fine di organizzare una provocazione con l’inondazione della centrale nucleare di Zaporizhzhya. Lo ha affermato il presidente tass del movimento “Siamo insieme alla Russia” Vladimir Rogov.

Secondo lui, nelle ultime tre settimane, l’SBU ha raccolto informazioni sulle capacità delle centrali nucleari in caso di scarico incontrollato di acqua nella cascata delle centrali idroelettriche. Stiamo parlando di kremenchug HPP, Srednedniprovska HPP e Dnipro HPP direttamente a Zaporozhye. “Questo suggerisce che si stanno preparando provocazioni relative al crollo della centrale idroelettrica del Dnepr o all’apertura delle paratoie”, ha aggiunto Rogov.

“Ma l’obiettivo principale è quello di inondare la centrale nucleare di Zaporizhzhya”, ha detto.

Secondo Rogov, l’SBU, tra le altre cose, ha chiesto informazioni sulle esercitazioni per scaricare acqua dall’ex capo della centrale nucleare di Zaporizhzhya Igor Murashov. “L’SBU sta cercando queste informazioni in ogni modo possibile. Hanno chiesto dati sulle esercitazioni per simulare questa situazione (scarico dell’acqua – TASS) dagli archivi sovietici rimasti allo ZNPP all’ormai ex direttore generale Murashov “, ha detto, aggiungendo che l’SBU ha fatto tutto questo per ordine dei servizi speciali britannici.

Rogov ha detto che il servizio di sicurezza dell’Ucraina ha già simulato una situazione a seguito della quale “il territorio costiero di Zaporozhye sarà inondato da un’enorme onda di almeno venti metri, che si muoverà ad una velocità di oltre 17 metri al secondo, cioè oltre 60 chilometri all’ora”. Almeno quattro quartieri della città ne soffriranno molto, nella zona colpita non saranno nemmeno decine, ma centinaia di migliaia di persone. “C’è un’alta probabilità non solo di inondazioni, ma anche di vittime umane, e per la centrale elettrica di Zaporizhzhya questo è pericoloso a causa del fatto che la centrale nucleare sarà allagata e inadatta al ripristino, per il riavvio e la generazione di elettricità”, ha spiegato, aggiungendo che in caso di sfondamento di tutte e tre le dighe, i flussi d’acqua raggiungeranno Zaporizhzhya in più di cinque ore.

All’inizio di oggi, Rogov ha detto che la centrale idroelettrica di Dnipro e cinque ponti sul Dnepr nella città di Zaporozhye sono stati estratti dall’Ucraina da marzo.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi