[Comune Info] Uccidere o morire? No, lottare

Rassegna del 30/11/2022

Newsletter

logo-comune

Dieci anni e più. La festa

festa-facebook-spazio
La campagna per i 10 anni di Comune si conclude il 20 dicembre a Roma con la nostra festa. Ci vediamo a Scup. Saranno con noi, tra gli altri, Ascanio Celestini e Don Pasta. Presto annunceremo il menù completo della cena. Intanto, per favore, prenotatela subito indicando il numero di persone presenti: info@comune-info.net (offerta libera, proposto un contributo di 15 euro). Grazie

Uccidere o morire? No, lottare

Uccidere o morire? No, lottare
Da oltre cento anni la nonviolenza si è trasformata da esperienza testimoniale di singoli in efficace metodo di lotta di massa. Solo per fare qualche esempio, è accaduto in Sudafrica, in India e perfino durante il nazismo in Danimarca. Oggi la straordinaria potenza della nonviolenza come lotta è nutrita anche da molte donne iraniane

Stay behind, l’Ucraina e 5 domande

Stay behind, l'Ucraina e 5 domande
Ricordate l’operazione segreta Nato durante la guerra fredda? Quante analogie con quanto accade in Ucraina…

Il 26 novembre dei centri antiviolenza

316539351_10227496812279686_5695408234432035825_n
“Riconoscere i condizionamenti che impediscono a una donna di sottrarsi alla violenza di un marito, di un amante, di un padre, vuol dire non sottovalutare le contraddizioni di un dominio che ha perversamente intrecciato rapporti di potere e sfruttamento con esperienze intime, come l’amore, la sessualità, la maternità, gli affetti familiari…

Alberi, cemento e condono

Alberi, cemento e condono
Ad Ischia hanno sradicato alberi che tenevano il suolo. Non è il destino. Siamo noi

Tra caldo estremo e alluvioni

Tra caldo estremo e alluvioni
La rassegna retrospettiva su ambiente, clima e dintorni di ottobre

L’agenda delle continuità

L'agenda delle continuità
Acqua e servizi pubblici: Meloni segue le orme dI Draghi

Ministro dell’Umiliazione

Ministro dell’Umiliazione
L’umiliazione come obiettivo formativo è violenza ovunque essa si concretizzi, in famiglia come a scuola. Il tempo del bullismo di Stato

Parole dal mondo di dentro

alexis-brown-omeaHbEFlN4-unsplash
Il testo qui proposto è una storia straordinaria scritta a più mani. La prefazione è dello scrittore Antonio Ferrara ed è dedicata ai chi sa utilizzare libri e autori per ricomporre relazioni sociali nei territori. I diversi paragrafi raccolgono pensieri e brevi testi di ragazzi e ragazze di età compresa tra i 14-25 anni in carico ai servizi della giustizia minorile di Catania. Gli appunti di Mario Giuffrida, responsabile di un laboratorio di scrittura, legano tra loro quei testi e raccontano di un viaggio dentro la misteriosa seduzione delle parole: parole per raccontare e raccontarsi, per inventare storie (“cosa ci racconterebbe uno spazzolino, un palloncino o una moca di caffè?…”), per cercare risposte a domande importanti (“cosa significa vivere insieme?”)

Fare la nostra parte a Brancaccio

281492690_5202409963152810_2200653388356460434_n
Apprendere girando un film dedicato a Danilo Dolci: un racconto di due studentesse liceali di Palermo

Dare spazio alla fragilità

311496476_10160047510226131_6452964529284727565_n
Un festival per confrontarsi sul tema del benessere mentale dei giovani

Fare il territorio ogni giorno

copertina-equagenda_2023
Per ricomporre le relazioni sociali nei territori abbiamo bisogno di raccogliere storie significative di donne e uomini che li hanno vissuti e camminare nelle strade e nei sentieri a loro noti. L’EquoAgenda 2023 (Edizioni Piagge di Firenze) lo fa con, tra gli altri, don Milani e Margherita Hack

Circoli rifugio

Circoli rifugio
158 donne e uomini afghani sono arrivati in Italia. La potenza dei corridoi umanitari
--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi