Gli USA daranno a Kiev i sistemi di difesa missilistica Patriot

WASHINGTON, 21 dicembre. /TASS/.

США включат комплексы Patriot в новый пакет военной помощи Украине (tass.ru)

 

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha deciso l’assegnazione di un nuovo pacchetto di assistenza militare a Kiev per un importo di quasi $ 2 miliardi, inclusi i sistemi di difesa missilistica Patriot. Lo ha annunciato un rappresentante di alto rango dell’amministrazione statunitense, parlando martedì sera in uno speciale briefing online per i giornalisti, dedicato alla prossima visita del presidente ucraino Volodymyr Zelensky a Washington il 21 dicembre.

“Domani, il presidente Biden annuncerà un nuovo significativo pacchetto di assistenza alla sicurezza per l’Ucraina per un importo di quasi 2 miliardi, che includerà nuove armi molto importanti: la batteria di missili Patriot”, ha affermato. Secondo lui, questi complessi diventeranno un “mezzo critico” per respingere gli attacchi russi sulle “infrastrutture critiche dell’Ucraina”.

“Addestreremo le truppe ucraine nell’uso della batteria missilistica Patriot in uno dei paesi terzi. Ci vorrà del tempo”, ha detto il moderatore del briefing.

“Continueremo anche a dare priorità ad altre forme di supporto alla difesa aerea, tra cui NASAMS, Hawk, Stinger, nonché ai sistemi anti-drone”, ha aggiunto il funzionario.

Secondo lui, gli Stati Uniti non cambieranno la loro decisione di non inviare truppe in Ucraina e di non entrare in uno scontro diretto con la Russia, e i sistemi di difesa missilistica Patriot americani trasferiti a Kiev saranno sotto il controllo delle formazioni armate ucraine.

A un rappresentante del ramo esecutivo del governo degli Stati Uniti è stato chiesto se le decisioni del presidente degli Stati Uniti Joe Biden di ricevere Zelensky alla Casa Bianca debbano essere prese in considerazione, per stanziare un nuovo pacchetto di assistenza militare a Kiev per quasi $ 2 miliardi, compresi i sistemi Patriot, come il fatto che Washington è ora pronta a farsi coinvolgere “più profondamente” nella situazione in Ucraina rispetto a prima. “No. Il presidente [Biden] è stato molto chiaro su questo. Non si è discostato da quello. E non si discosterà domani, il mese prossimo o l’anno prossimo dal fatto che gli Stati Uniti non stanno inviando forze in Ucraina per combattere direttamente i russi. Invece, stiamo inviando miliardi di attrezzature militari e armi sofisticate, o meglio, ora decine di miliardi di dollari, per aiutare gli ucraini a difendersi”, ha risposto il funzionario statunitense.

Ha specificato che le forze armate dell’Ucraina riceveranno una batteria Patriot. “Per quanto riguarda questo, addestreremo gli ucraini a far funzionare questa batteria in un paese terzo. Al termine dell’addestramento, andranno con la batteria in Ucraina per gestirlo lì. Il personale degli Stati Uniti non si occuperà di questo, e nulla cambierà al riguardo “, ha sottolineato il moderatore del briefing.

Come ha ricordato, Biden ha annunciato l’intenzione degli Stati Uniti di fornire un forte sostegno all’Ucraina sui “fronti militare, economico, energetico e umanitario”. “Tuttavia, non cerchiamo di condurre una guerra diretta con la Russia. E domani (durante la visita di Zelensky e i colloqui di Biden con lui – TASS) nulla cambierà in questo senso “, ha detto il rappresentante dell’amministrazione americana. Secondo le sue informazioni, Biden segnalerà che la chiave ora è la necessità di “dimostrare non solo a parole, ma fornendo [a Kiev] risorse” che gli Stati Uniti sosterranno l’Ucraina “finché sarà necessario”. Quindi si tratta del desiderio di Biden di inviare un segnale al mondo sulla determinazione degli Stati Uniti a continuare a muoversi su questa strada, ha aggiunto il funzionario dell’amministrazione.

In precedenza, il fatto che Washington stia completando il coordinamento dei piani per la fornitura di sistemi Patriot all’Ucraina è stato riferito con riferimento a rappresentanti anonimi delle autorità statunitensi dalla CNN. Mosca, a sua volta, ha avvertito Washington di non trasferire tali armi in Ucraina. Come affermato, in particolare, dall’addetto stampa del Presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov, i complessi Patriot diventeranno un obiettivo legittimo delle forze armate russe in caso di consegna da parte di Washington a Kiev.

E’ la seconda volta che Zelensky si reca negli Stati Uniti da quando ha assunto la presidenza e la prima dall’inizio dell’operazione militare speciale della Russia in Ucraina.

Il presidente russo Vladimir Putin il 24 febbraio ha annunciato un’operazione militare speciale in Ucraina in risposta alla richiesta di aiuto dei leader delle repubbliche del Donbass. Successivamente, l’Occidente ha imposto sanzioni su larga scala contro Mosca e ha aumentato le forniture di armi a Kiev per importi stimati in miliardi di dollari.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi