Il Cremlino smentisce la bizzarra affermazione di Zelensky secondo il quale Putin sarebbe morto

RT – 19/01/2023

Il Cremlino spazza via la bizzarra affermazione di Zelensky su Putin – RT Russia ed ex Unione Sovietica

 

Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha affermato di non essere sicuro se Vladimir Putin ricopra effettivamente la carica di presidente della Russia, o sia addirittura vivo. Il Cremlino ha respinto l’osservazione come espressione del pio desiderio di Zelensky.

La Russia e Putin sono “un grosso problema” per Zelensky, quindi è naturale che “preferirebbe che né la Russia né Putin esistessero”, ha detto ai giornalisti Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino.

Stava reagendo a un’affermazione che Zelensky aveva fatto all’inizio della giornata durante la sua apparizione virtuale all’Ukrainian Breakfast, un evento ospitato a margine del World Economic Forum di Davos dalla Fondazione Victor Pinchuk.

“Non sono sicuro che il presidente della Russia, che fa apparizioni occasionali in TV davanti a un chroma key, sia in realtà [Putin]”, ha detto il leader ucraino, usando il termine per una tecnica di sostituzione dello sfondo colloquialmente nota come “schermo verde”.

“Non so assolutamente se è vivo, se prende decisioni o qualcun altro lo fa”. Zelensky ha aggiunto, ipotizzando che la Russia potrebbe essere sotto un governo collegiale.

L’osservazione è arrivata quando il leader ucraino ha affermato che l’incapacità di ridurre le tensioni con Mosca durante gli anni della sua presidenza e la mancanza di negoziati oggi sono stati colpa della Russia.

Mercoledì, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha valutato che Zelensky e il suo governo non erano liberi di prendere decisioni in politica estera e che il paese era ostaggio di una guerra per procura occidentale contro la Russia.

“Non ci può essere alcun negoziato con Zelensky, se non altro perché ha legalmente vietato qualsiasi colloquio con il governo russo”, ha sottolineato.

Le osservazioni di Zelensky sembravano alludere a una teoria della cospirazione popolare, che ipotizza che il governo russo impieghi un certo numero di sosia di Putin per sostituirlo in vari eventi. La variante estrema afferma che il “vero” Putin è morto da tempo e che la Russia è controllata da una cabala di burattinai.

Alcuni funzionari del governo ucraino apparentemente considerano l’idea praticabile in una certa misura. Kirill Budanov, che dirige il servizio di intelligence militare ucraino, ha affermato in un’intervista a luglio che un doppio è andato in Iran all’inizio di quel mese invece di Putin. Non ha offerto alcuna prova a sostegno dell’accusa.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi