Perchè il carro armato Leopard2 è al centro della controversia tra Polonia e Germania?

Ilya Tsukanov – 23/01/2023

Cos’è il Leopard 2 e perché la sua possibile consegna a Kiev è così controversa? (sputniknews.com)

 

Il principale carro armato tedesco Leopard 2 è stato sulla bocca di funzionari europei, ucraini e russi per oltre una settimana tra le pressioni degli alleati di Berlino per inviare il sistema di armi pesanti a Kiev. Quando è stato creato il serbatoio? In quali ambienti è progettato per combattere? Perché c’è tanta trepidazione per il suo dispiegamento in Ucraina? Spiega Sputnik.

Il dibattito sulla possibile consegna dei principali carri armati tedeschi Leopard 2 all’Ucraina continua a intensificarsi, con il capo del Pentagono Lloyd Austin che nasconde a malapena la sua delusione per un conferenza stampa alla base aerea di Ramstein, nel sud-ovest della Germania, la scorsa settimana, dopo non essere riuscita a convincere Berlino ad accettare di consegnare i carri armati. Austin ha detto ai giornalisti che Kiev ha una “finestra di opportunità che si restringe tra oggi e la primavera” prima di iniziare una nuova offensiva e ha bisogno di “mettere insieme le giuste capacità”, compresi i carri armati.

Varsavia ha portato la retorica a un livello superiore lunedì, con il vice ministro degli Esteri polacco Arkadiusz Mularczyk che ha avvertito che la Germania si è trovata “in isolamento internazionale” sulla questione dei carri armati. Il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock ha annunciato domenica che Berlino “non sarebbe d’intralcio” se la Polonia o un altro operatore Leopard-2 dovessero inviare i propri Leopard 2 a Kiev.

Cos’è un carro armato principale?

Un carro armato principale (MBT), noto anche come “carro armato universale” o kampfpanzer (tedesco per “carro armato da battaglia”) è un termine usato dalle forze armate occidentali per definire la principale piattaforma di armi delle forze terrestri corazzate – che combina potenza di fuoco pesante, forte protezione dell’armatura e mobilità. Nella terminologia militare sovietica e russa, gli MBT sono noti semplicemente come “carri armati principali” e tendono ad essere più leggeri, più piccoli e più corti delle loro controparti occidentali – in conformità con le dottrine incentrate sulla guerra ad alta mobilità e sui livelli di colonne corazzate in cui il combattimento carro armato su carro armato è unico componente degli usi di un serbatoio principale. Le potenze occidentali, al contrario, hanno trascorso gli ultimi tre decenni del 20 ° secolo e fino ad oggi a costruire carri armati sempre più grandi, più pesanti, più costosi e più potenti.

Gli MBT sono un prodotto dell’immediato periodo successivo alla seconda guerra mondiale, quando i progressi nella corazzatura, nei cannoni pesanti e nella potenza dei motori hanno reso possibile la costruzione di unità corazzate più pesanti che combinavano mobilità e potenza di fuoco. I primi MBT includevano il britannico Centurion, il sovietico T-54 e la serie statunitense Patton.

Dalla fine degli anni 1940 ad oggi, sono state sviluppate quattro generazioni di carri armati principali, con la seconda generazione (dalla fine degli anni 1950 agli anni 2010) che in genere presenta miglioramenti in termini di cannoni ancora più pesanti, le prime forme di protezione contro attacchi nucleari, biologici e chimici (NBC) e la capacità di combattere di notte. La terza generazione (dalla metà degli anni 1970 alla fine degli anni 2010) ha aggiunto armature reattive composite o esplosive, sistemi di controllo del fuoco automatici e / o computerizzati e miglioramenti nella termografia. I carri armati di quarta generazione (dal 2010 ad oggi) si sono concentrati su miglioramenti tecnologici, come manovre assistite dall’IA e controllo del fuoco, torrette, scafi e sistemi d’arma migliorati. Solo poche centinaia di carri armati di quarta generazione, come il Type 10 giapponese e il K2 Black Panther della Corea del Sud, sono stati schierati, con Stati Uniti, Francia, Russia, Germania, Turchia, Regno Unito, India e altri che lavorano sui propri progetti – che si tratti di un profondo aggiornamento delle piattaforme esistenti – come il francese Leclerc XLR e il britannico Challenger 3, o uno nuovo. come il T-14 Armata russo.

Leopard 2 A4 NO Tank - Sputnik International, 1920, 23.01.2023

Cos’è il Leopard 2 e per cosa è stato progettato?

Il Leopard 2 è un MBT di terza generazione. Sviluppato nel 1970 dal gigante delle armi Krauss-Maffei con sede a Monaco di Baviera e introdotto in servizio con l’esercito della Germania Ovest nel 1979, il Leopard 2 è stato il successore del Leopard 1, un Kampfpanzer di seconda generazione progettato da Porsche e costruito da Krauss-Maffei dalla metà degli anni 1960 e metà degli anni 1980.

Come la maggior parte dei carri armati occidentali e russi contemporanei in servizio oggi, il Leopard 2 è un prodotto della Guerra Fredda, quando la NATO e il Patto di Varsavia si fronteggiavano attraverso le pianure e le foreste di una Germania divisa.

Il serbatoio da 62 tonnellate, 10 metri di lunghezza, 3,75 metri di larghezza, 3 metri di altezza ha un equipaggio di quattro persone e dispone di un motore diesel biturbo V12 raffreddato a liquido, che gli consente di attraversare tra 220 e 340 km di territorio a velocità fino a 70 km con un singolo serbatoio di carburante.

Il suo armamento principale è il suo cannone a canna liscia Rh-120 da 120 mm costruito in Rheinmetal, la stessa piattaforma utilizzata negli Stati Uniti M1 Abrams, nel Type 90 giapponese e nel K1A1 della Corea del Sud e, in futuro, nel Challenger 3 britannico. L’arma ha due versioni, la L/44 e la L/55, che si differenziano per lunghezza del calibro, e di conseguenza per velocità e gittata del proiettile. L’armamento secondario include due mitragliatrici da 7,62 mm.

Il serbatoio presenta un’armatura composita, tra cui acciaio, ceramica e tungsteno, con la sua armatura tra 30 e 860 mm di spessore. Gli appassionati di carri armati hanno ha indicato diversi punti deboli nella costruzione del Leopard 2, tra cui il mirino primario del mitragliere – letteralmente un buco nella cruciale corazzatura frontale della torretta e il compartimento dell’equipaggio, che è protetto da un design omogeneo della corazzatura arrotolato che rende vulnerabile l’intera torretta del carro armato al fuoco nemico in condizioni di guerra asimmetrica (ne parleremo più avanti).

Il carro armato Leopard 2. File foto. - Sputnik International, 1920, 22.01.2023

Le fabbriche della Germania Ovest produssero 3.600 Leopard 2 tra il 1979 e il 1992, rendendoli uno dei carri armati più costruiti tra gli eserciti della NATO. Quattro varianti aggiornate furono sviluppate entro la fine della Guerra Fredda per migliorare il modello base – il 2A1, 2A2, 2A3 e 2A4, con miglioramenti come il sito termico di un mitragliere, una migliore armatura e protezione NBC e nuove apparecchiature di comunicazione. I 2A4 sono dotati di un sistema antincendio automatizzato, controlli antincendio completamente digitali e armatura in titanio. La Bundeswehr aggiornò oltre tre quarti dei suoi Leopard 2 alla variante 2A4 entro la fine della Guerra Fredda. La variante attuale, il 2A5, adottata dalla metà degli anni 1990 in poi, presenta una corazzatura della torretta ispessita e angolata, nuove immagini termiche e computer, telecamere, GPS e altri miglioramenti.

La Germania oggi possiede solo una frazione dei Leopard 2 costruiti, con solo 328 degli MBT nel suo inventario. La maggior parte del resto è stata venduta dopo la fine della Guerra Fredda.

I Paesi Bassi e la Svizzera hanno acquistato diversi Leopard 2 a testa nel 1980, con i carri armati esportati dal 1990 in poi in più di una dozzina di altri paesi, tra cui Canada, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Austria, Norvegia, Finlandia, Svezia, Danimarca, Spagna e Portogallo, così come Grecia, Turchia, Indonesia, Singapore, Cile e Qatar.

Assemblaggio del serbatoio Abrams presso il Joint Systems Manufacturing Center di Lima. - Sputnik International, 1920, 20.01.2023

Qual è il record di servizio del Leopard 2?

Nei suoi 44 anni di vita, i Leopard 2 sono stati schierati in circa una mezza dozzina di missioni dai paesi della NATO, a partire dalla “forza di mantenimento della pace” guidata dal blocco che ha occupato il Kosovo in seguito all’aggressione aerea della NATO contro la Jugoslavia nel 1999. La Bundeswehr inviò 28 Leopard 2 in Kosovo in una dimostrazione di forza, ma la loro mobilità fu limitata a causa del loro immenso peso, che era oltre la capacità di alcuni ponti locali di gestire. Anche i Leopard 2 Bundesweher sono stati inviati in Macedonia nel 2001, proteggendo un magazzino logistico fino al loro ritiro nel 2004. Le forze olandesi hanno schierato i Leopard 2 in Bosnia per l’operazione di “imposizione della pace” IFOR della NATO.

La prima esperienza di combattimento dei Leopardi e le perdite sul campo di battaglia iniziarono ad accumularsi durante la guerra guidata dagli Stati Uniti in Afghanistan. Nel corso della lotta contro i talebani,* tre canadesi e sei Leopard 2 danesi andarono irrimediabilmente perduti, con altri 15 Leopard canadesi disabilitati ma riparati. Le perdite furono attribuite principalmente alle bombe lungo la strada, con gli equipaggi dei veicoli che in genere sopravvissero con solo lievi ferite grazie alla buona protezione della corazzatura del carro armato. Tuttavia, il conducente di un Leopard 2 danese è stato ucciso in luglio 2008 da un ordigno esplosivo improvvisato (IED), con gli altri membri dell’equipaggio che hanno riportato ferite di varia gravità.

La Turchia ha schierato dozzine dei suoi carri armati Leopard 2A4 nel nord della Siria nel 2016 e nel 2018, dove si è impegnata in feroci scontri a fuoco contro i combattenti curdi e Daesh (ISIS)**. Una dozzina o più di Turkish Leopard 2 sono stati messo KO in combattimento in Siria fino ad oggi, persi per IED, autobombe suicide o missili guidati anticarro, con due catturati da Daesh alla fine del 2016 fuori dalla città di al-Bab. Nel 2017, i media tedeschi hanno calcolato che fino a dieci I Leopard 2 turchi sono stati distrutti da Daesh, sei utilizzando il Kornet, un missile anticarro portatile russo (MANPAD) ampiamente esportato. Nel 2018, le forze curde hanno pubblicato metraggio di un attacco missilistico mortale su un Leopard 2 in cui il carro armato è stato distrutto e il suo equipaggio di quattro uomini ucciso.

Le prestazioni del Leopard 2 in Siria hanno suscitato domande tra gli osservatori tedeschi sull’idoneità dei carri armati agli ambienti urbani e contro gli insorti. “I veicoli cingolati pesanti sono progettati per un duello [contro altri carri armati] e la loro massima protezione è nella parte anteriore … Dal momento che il missile guidato anticarro russo Kornet, ad esempio, può penetrare armature spesse anche 1,2 metri, un carro armato è relativamente vulnerabile nelle sue aree meno protette. indicato all’epoca.

Se vengono inviati in Ucraina, i carri armati tedeschi dovranno affrontare problemi simili, oltre a problemi associati al confronto con un nemico convenzionale con artiglieria pesante e supporto aereo. I pianificatori militari russi saranno quasi certi di dare la priorità alla distruzione di qualsiasi Leopard 2 avvistato sul campo di battaglia, solo per trasmettere ai mecenati occidentali di Kiev che i potenti carri armati non sono invincibili.

Come si confronta il Leopard 2 con l’M1 Abrams americano?

I funzionari statunitensi hanno esortato la Germania a schierare i loro Leopard 2 in Ucraina, citando la loro efficienza nei consumi e la facilità di manutenzione rispetto all’MBT americano – l’M1 Abrams. In un briefing della scorsa settimana, la portavoce del Pentagono Sabrina Singh ha spiegato che Abrams non è adatto alle condizioni in Ucraina.

“Gli Abrams sono un – è più un problema di sostegno. Voglio dire, questo è un carro armato che è – richiede carburante per aerei, mentre il Leopard e il Challenger – il – è un motore diverso. Richiedono diesel. È un po ‘più facile da mantenere. Possono manovrare attraverso grandi porzioni di territorio prima di dover fare rifornimento. La manutenzione e l’alto costo che ci vorrebbe per mantenere un Abrams è solo – semplicemente non ha senso fornirlo agli ucraini in questo momento”, ha detto Singh. detto.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi