Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

AmbienteWeb - Ambientalismo, Pacifismo, Diritti, Libera Comunicazione

armi,

  • "La riforma della legittima difesa non c’entra con il caso del commerciante di Monte San Savino, Arezzo, che ha ucciso un ladro nella notte scorsa. E la strumentalizzazione del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è solo l’ennesimo modo per distogliere l’attenzione dal problema vero: l’assenza dello Stato".

  • Sarebbe bello sapere cosa pensa Alessandro Di Battista della riforma della legittima difesa. Sarebbe davvero interessante, visto il suo ritorno in campo per le Europee, ascoltare qualche parola: pochi anni fa sosteneva che era tutta colpa delle lobby se giravano le armi.

  • Ancora un omicidio a causa di un’arma legalmente detenuta. Una tragedia che è finita in primo piano sui giornali e nei servizi televisivi: Giuseppe Balboni, 16 anni, è stato ucciso da un suo coetaneo che gli ha sparato con la pistola del padre.

  • Il 23 ottobre la riforma della legittima difesa arriverà in Senato. Il testo unificato ha seguito le posizioni più dure, quelle che danno liberano il campo al ‘diritto di paura’. E quindi alla possibilità di sparare alla cieca, solo per “istinto”. Indipendentemente dal ‘bersaglio’.

  • I trasferimenti multimiliardari di armi all’Arabia Saudita da parte di Usa e Regno Unito non solo alimentano le gravi violazioni dei diritti umani che stanno procurando una sofferenza devastante alla popolazione civile dello Yemen, ma superano di gran lunga in valore il loro contributo alle operazioni umanitarie nel paese sconvolto da due anni di conflitto.