Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie analytics di terze parti per l’analisi delle statistiche di traffico ai fini dell’ottimizzazione del sito.
Proseguendo la navigazione nel sito si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Per maggiori informazioni consultare l’informativa estesa.

Se per caso siete su questa pagina

vi invitiamo a cliccare sul link sottostante

per accedere al nuovo sito.

Grazie.

 

https://www.ambienteweb.org

"Farhan ci insegna che la risposta, comunque vada, è sì"

Ad Ashti, Farhan, che ha 29 anni, vive insieme ai suoi genitori, tre sorelle e tre fratelli. Hanno lasciato Sinjar, una piccola città dell’Iraq nord-occidentale, vicino al confine siriano, oltre 4 anni fa.

 

Logo di EMERGENCY


 
  Attività medica di EMERGENCY in Iraq
FARHAN CI INSEGNA CHE LA RISPOSTA, COMUNQUE VADA, È SÌ
Farhan nel campo di Ashti
Si può trasformare una porzione di tenda all’interno di un campo per sfollati abitato da oltre 11 mila persone in un “barber shop” attrezzato e molto frequentato?
Per Farhan, che collabora da due anni con noi nel Centro sanitario di Emergency presente all’interno del campo di Ashti, in Iraq, la risposta è sì.

Ad Ashti, Farhan, che ha 29 anni, vive insieme ai suoi genitori, tre sorelle e tre fratelli. Hanno lasciato Sinjar, una piccola città dell’Iraq nord-occidentale, vicino al confine siriano, oltre 4 anni fa.

“Era agosto quando l’ISIS ha attaccato Sinjar, e ha cominciato a rapire bambini e ragazze. Ci siamo dovuti rifugiare sulle montagne. Io ci sono rimasto per 38 giorni.”
Prima di indossare le vesti di barbiere e parrucchiere per gli abitanti del campo, Farhan è un promotore sanitario: durante la sua giornata di lavoro, si occupa di sensibilizzare , anche i più piccoli, sui servizi del Centro. A tutti spiega come si possono seguire buone pratiche di igiene personale, come quella dentale, e informa sui rischi e sulla prevenzione di infezioni e malattie a cui la vita nel campo può frequentemente esporre.

“L’ISIS ha ucciso tutti i miei amici” – continua a raccontare Farhan, mentre attende nella sua bottega l’arrivo di un altro cliente. “Le cose che ho visto con i miei occhi prima di arrivare qui non riuscirò a dimenticarle mai.”
Subito dopo, ci fa vedere il listino prezzi del suo shop: “Avevo un negozio di parrucchiere a Sinjar, che avevo aperto insieme al mio socio. Poi la città è stata distrutta. ” Per cercare di esorcizzare le esperienze e il dolore che ha vissuto e per far conoscere la realtà della guerra a chi non l’ha vissuta, Farhan compone poemi e storie per bambini e organizza rappresentazioni teatrali satiriche.

“Nelle mie opere parlo della mia vita, ma anche della vita quotidiana in questo campo.”

Dal suo sorriso e dal suo sguardo non pensereste che il passato che si è lasciato alle spalle continui a bussare alla sua porta ogni giorno. Si racconta sempre con il sorriso, mentre aggiusta il taglio dei capelli, la forma delle basette di un suo cliente, o cerca di rimediare al phon che non funziona quando la corrente elettrica all’interno del campo si interrompe all’improvviso.

È difficile pensare che si possa ricominciare a sorridere dopo aver visto così tanta violenza. Soprattutto in una giornata piovosa e fangosa, in una tenda senza elettricità di un campo per sfollati. Quali risposte restituisca la vita, e se per raccontare la guerra la realtà basti davvero, o serva anche il teatro, l’arte, la scrittura.

Farhan ci insegna che, comunque vada, la risposta è sì.
Sostieni le nostre attività in Iraq 
CONDIVIDI SU:
TESSERA
E TU, DA CHE PARTE STAI?
La tessera di EMERGENCY
Con la tessera di Emergency scegli di essere dalla parte dei diritti, della solidarietà, della pratica di pace. Perché senza diritti non può esserci giustizia, ma solo discriminazione.

Aiutaci a fornire cure gratuite e di alta qualità alle vittime della guerra, delle mine e della povertà in Afghanistan, Iraq, Repubblica Centrafricana, Italia, Sierra Leone, Uganda, Sudan.
Richiedi la tua tessera
CONDIVIDI SU:
DESIGN CONTRO LA GUERRA 
Locandina bando
Per celebrare i nostri 25 anni, insieme a SOSDesign e con la collaborazione di Desall lanciamo il concorso “Design contro la guerra”. 
Una Call for Ideas per creare e contribuire alla nostra missione principale: offrire cure medico-chirurgiche e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.
I partecipanti potranno presentare uno o più progetti fino al 27 giugno 2019.
Scopri di più
CONDIVIDI SU:
INIZIATIVE
D(I)RITTI ALL'IMMAGINE, II EDIZIONE  
Locandina
Martedì 9 aprile alle 18.30 ti aspettiamo all’Infopoint Emergency di Roma per la rassegna cinematografica "D(i)ritti all’immagine" con la proiezione del film "La linea sottile" di Nina Mimica e Paola Sangiovanni.
Scopri di più 
TUTTE LE INIZIATIVE DEI NOSTRI VOLONTARI
I banchetti di EMERGENCY
Banchetti, eventi, incontri di approfondimento… Sul nostro sito puoi trovare tutte le iniziative organizzate dai nostri volontari in Italia e sapere dove incontrarli per avere informazioni sulle attività umanitarie di Emergency.
Tutte le iniziative
Dona ora
EMERGENCY.IT
DONA IL TUO 5x1000 A EMERGENCY 
C.F. 97147110155
Emergency - Via Santa Croce 19 - 20122 Milano Tel (+39) 02 881881 Fax (+39) 02 86316336
Pin It

Please publish modules in offcanvas position.