Nuovi scambi e-mail svelano false dichiarazioni su sicurezza vaccini Covid

Zachary Stieber – Ottobre 3, 2022 (traduzione automatica)

ESCLUSIVO: Le e-mail appena ottenute fanno più luce sulle false dichiarazioni di monitoraggio della sicurezza dei vaccini del CDC (theepochtimes.com)

 

Le e-mail appena ottenute mostrano che i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno fatto una falsa dichiarazione sul monitoraggio della sicurezza del vaccino COVID-19 nel 2021, mesi prima che i funzionari dell’agenzia rilasciassero false dichiarazioni sulla questione a The Epoch Times.

Le e-mail mostrano anche alti funzionari dell’agenzia che discutono dell’esecuzione del monitoraggio della sicurezza su un database chiave per la miocardite, una forma di infiammazione cardiaca che è stata collegata ai vaccini di Pfizer e Moderna.

Il CDC ha promesso nel 2021 in una serie di procedure operative di eseguire un tipo di analisi chiamata Proportional Reporting Ratio (PRR) sulle segnalazioni di reazioni avverse a seguito della vaccinazione COVID-19. I rapporti sono presentati al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), che i funzionari hanno descritto come “il sistema di allerta precoce della nazione” per gli eventi avversi post-vaccinazione. Il CDC ha anche detto in una serie aggiornata di procedure operative nel 2022 che avrebbe eseguito l’analisi.

Ma il CDC ha fatto false dichiarazioni tre volte quest’anno sui PRR, inizialmente dicendo che tale analisi era al di fuori della sfera di competenza dell’agenzia, poi dicendo che l’analisi è stata eseguita a partire dal 2021, quindi dicendo che l’analisi non è iniziata fino al 2022. Le e-mail appena ottenute mostrano che un funzionario ha falsamente affermato che il CDC non esegue l’analisi PRR a un editore nel 2021.

John Gregory, un redattore sanitario di NewsGuard, ha scritto al CDC il 19 ottobre 2021, chiedendo un commento in merito a un’affermazione secondo cui l’analisi PRR del CDC non può identificare con precisione quando un vaccino causa eventi avversi, mostra una delle e-mail. Martha Sharan, una portavoce del CDC, ha inviato la domanda al Dr. John Su, che guida il team VAERS del CDC, e al Dr. Tom Shimabukuro, che lavora anche sulla sicurezza dei vaccini.

Le loro risposte sono state cancellate a parte un commento su NewsGuard. Sharan scrisse poi di aver parlato con Gregory.

“Ho parlato con il giornalista e ho spiegato che il CDC non fa analisi PPR. Il giornalista non ha intenzione di perseguire ulteriormente questo obiettivo!” ha scritto, aggiungendo in seguito che intendeva PRR.

Ciò contraddice le procedure operative, che affermano che il CDC “eseguirà l’analisi del proporzionale reporting ratio (PRR)” sui rapporti VAERS.

“Lasciamo che i nostri contenuti pubblicati parlino da soli”, ha detto Gregory a The Epoch Times in una e-mail quando ci è stato comunicato che il CDC esegue effettivamente PRR.

vaccino per bambini
Nora Burlingame, 3 anni, sulle ginocchia di sua madre, Dina Burlingame, riceve il vaccino Pfizer dall’infermiera Luann Majeed (David Ryder/Getty Images)

“E’ una cosa nuova per me”

Nel giugno 2022, il CDC ha falsamente detto a Children’s Health Defense, un’organizzazione senza scopo di lucro, che l’analisi PRR è “al di fuori della sfera di competenza dell’agenzia”. Un giornalista dell’Associated Press, Angelo Fichera, ha segnalato un articolo della Children’s Health Defense sulla dichiarazione al CDC, chiedendo se il CDC avesse mai eseguito l’analisi, secondo le e-mail appena ottenute.

Kristen Nordlund, un’altra portavoce del CDC, ha inoltrato la domanda a Sharan. “Marta, cosa ne pensi di questo?” chiese.

“E’ una cosa nuova per me – rapporti di segnalazione proporzionali” – Ho bisogno di inviare questo a John”, ha risposto Sharan.

Sharan in seguito ha inviato una dichiarazione sui PRR all’Associated Press e al Washington Examiner.

L’Associated Press e NewsGuard non hanno mai pubblicato articoli sull’argomento. Dopo che The Epoch Times ha riportato dichiarazioni contraddittorie del CDC, l’Examiner ha pubblicato un articolo sugli sviluppi.

Fichera, Sharan e Su non hanno risposto alle richieste di commento per questo articolo.

Le e-mail sono state ottenute da The Epoch Times e da un ricercatore indipendente attraverso le richieste FOIA.

“Il CDC afferma di monitorare in modo vigile e trasparente la sicurezza dei vaccini COVID-19, ma quando si tratta di analisi del Proportional Reporting Ratio (PRR), le promesse non mantenute del CDC, le dichiarazioni incoerenti, l’ostruzionismo e i doppi standard raccontano una storia diversa”, ha detto Mary Holland, presidente e consigliere generale di Children’s Health Defense, a The Epoch Times via e-mail.

“Alla domanda sull’analisi PRR in relazione ai vaccini COVID – attraverso FOIA, media e richieste del Congresso – il CDC ha fatto dichiarazioni contrastanti, alcune delle quali false. Di fronte alle dichiarazioni, il CDC ha affermato, essenzialmente, che l’analisi PRR non vale la pena fare. E per i pochi mesi di PRR il CDC ora dice di aver completato, il CDC non è riuscito a rendere pubblici i risultati, nonostante le richieste provenienti da più fonti.

“La difesa della salute dei bambini chiede al CDC di fare la cosa giusta: fare l’analisi e rendere disponibili i risultati”, ha aggiunto.

Cronologia delle e-mail e delle dichiarazioni CDC. Alcuni vengono segnalati per la prima volta in questa storia, che continua di seguito.

  • “Ho parlato con il giornalista e ho spiegato che il CDC non fa analisi PPR. Il giornalista non ha intenzione di perseguire ulteriormente questo obiettivo!” – Martha Sharan ai colleghi del CDC, 19 ottobre 2021. (fonte: risposta FOIA a ricercatore indipendente)
  • “Correzione – questo dovrebbe dire PRR.” – Martha Sharan ai colleghi del CDC, 19 ottobre 2021. (Risposta FOIA a ricercatore indipendente)
  • “Il personale del [P]rogram all’interno dell’Ufficio Immunizzazione e Sicurezza mi informa che nessun PRR è stato condotto dal CDC. Inoltre, il data mining è al di fuori della sfera di competenza dell’agenzia.” – Roger Andoh, 16 giugno 2022. (lettera alla Difesa della Salute dei Bambini)
  • “Questo è una novità per me – rapporti di segnalazione proporzionali ‘ – Ho bisogno di inviare questo a John.” – Martha Sharan ai colleghi del CDC, 22 giugno 2022 (risposta FOIA a The Epoch Times)
  • “Il personale del [P]rogram all’interno dell’Ufficio Immunizzazione e Sicurezza mi informa che nessun PRR è stato condotto dal CDC. Inoltre, il data mining è al di fuori della sfera di competenza dell’agenzia.” – Bruno Viana a Roger Andoh, 30 giugno 2022 (risposta FOIA a The Epoch Times)
  • “CDC ha eseguito PRR da febbraio 2021 e continua a farlo fino ad oggi.” – Dr. John Su, 18 luglio 2022 (dichiarazione a The Epoch Times)
  • “CDC ha rivisitato diverse richieste FOIA e, a seguito della sua revisione, CDC sta eseguendo delle correzioni… In riferimento ai coefficienti di segnalazione proporzionali (PRR) – CDC ha eseguito PRR dal 25 marzo 2022 al 31 luglio 2022.” – Martha Sharan, 8 agosto 2022. (dichiarazione a The Epoch Times)
  • “Cdc ha eseguito l’analisi PRR tra il 25 marzo 2022 e il 31 luglio 2022. Cdc ha anche recentemente indirizzato una precedente dichiarazione fatta a Epoch Times per chiarire che i PRR non sono stati eseguiti tra il 26 febbraio 2021 e il 30 settembre 2021. “- Dr. Rochelle Walensky, 12 settembre 2022 (lettera al senatore Ron Johnson (R-Wis.))
Foto di Epoch Times
Un membro dell’esercito americano riceve il vaccino Moderna COVID-19 a Camp Foster a Ginowan, in Giappone, il 28 aprile 2021. (Carl Court/Getty Images)

Altre e-mail

Diversi altri messaggi si aggiungono alla cronologia delle dichiarazioni interne ed esterne del CDC riguardanti la PRR.

Due settimane dopo che Andoh ha falsamente detto a Children’s Health Defense che il data mining è al di fuori della sfera di competenza del CDC, Bruno Viana, un dipendente dei registri CDC, ha inviato e-mail ad Andoh sulla risposta.

Viana ha citato parola per parola parti della lettera che Andoh ha inviato al gruppo.

Il contesto delle e-mail non è chiaro.

Un’e-mail a Viana che richiedeva maggiori informazioni non ha avuto esito. L’ufficio dei registri del CDC ha rifiutato di commentare, dicendo che sarebbe necessaria una nuova richiesta FOIA per ottenere le informazioni.

Un’altra serie di e-mail interne ha mostrato Su e Shimabukuro coinvolti nella risposta all’Associated Press e al Washington Examiner.

“Con lo sfondo di cui sopra, potrei suggerire la seguente risposta”, ha detto Su in una e-mail pesantemente redatta.

“Le modifiche di John mi sembrano belle. Grazie”, scrisse in seguito Shimabukuro.

E altre e-mail mostravano Su e Sharan parlare con e sulle domande di Epoch Times, inclusa una query di follow-up che notava che una risposta iniziale non chiariva se il CDC avesse, in effetti, eseguito PRR.

A Su è stata attribuita la falsa dichiarazione che il CDC aveva avviato PRR nel febbraio 2021. Una delle missive indica che la dichiarazione proveniva da lui. Quella parte dell’e-mail viene cancellata, ma la lunghezza del testo è in linea con la risposta effettiva.

Analisi sulla miocardite

Gli studi clinici per i vaccini non hanno rivelato alcuna evidenza di miocardite, una forma di infiammazione cardiaca o una condizione correlata chiamata pericardite. Ma le prove nel mondo reale hanno iniziato a emergere all’inizio del 2021.

Dopo che il Dipartimento della Difesa nella primavera del 2021 ha dichiarato di aver identificato la miocardite come un possibile effetto collaterale dei vaccini, la dott.ssa Rochelle Walensky, direttore del CDC, ha affermato che il CDC non ha visto alcun segnale per la miocardite dopo aver esaminato i suoi dati sulla sicurezza del vaccino.

“Dopo aver sentito parlare di questi rapporti, noi, di nuovo, abbiamo guardato indietro nei nostri dati sulla sicurezza dei vaccini, e non abbiamo visto alcun rapporto di quelli. Da allora ci sono stati segnalati, e quindi quelle indagini sono in corso”, ha detto durante una conferenza stampa, aggiungendo in seguito: “Non abbiamo visto un segnale, e in realtà abbiamo cercato intenzionalmente il segnale negli oltre 200 milioni di dosi che abbiamo dato”.

Il CDC ha rifiutato di rendere pubblici i risultati di tale revisione. Non è chiaro quali sistemi abbia esaminato il CDC.

“Al momento della conferenza stampa del direttore, il CDC non aveva prove sufficienti per concludere che c’era un segnale di sicurezza per la miocardite dopo la vaccinazione mRNA COVID-19. La sorveglianza continua ha successivamente rilevato un segnale di sicurezza e un’ulteriore valutazione ha verificato quel segnale”, ha detto Sharan a The Epoch Times in una recente e-mail. I vaccini Pfizer e Moderna sono entrambi costruiti sulla tecnologia dell’RNA messaggero (mRNA).

Uno scambio solo due settimane dopo incluso nelle e-mail appena rilasciate ha mostrato che i funzionari del CDC hanno discusso del monitoraggio della miocardite.

Shimabukuro ha scritto il 13 maggio 2021 a Su e Paige Marquez, un altro funzionario del CDC, con oggetto “PRR per miocardite”. Quell’e-mail è stata completamente redatta.

“Stai dicendo…” Marquez ha risposto. Il resto della sua e-mail è stato cancellato.

La successiva e-mail di Shimabukuro è stata completamente cancellata, così come un’e-mail di Su a parte la sua firma.

“No Janssen”, scrisse Shimabukuro.

“Ok, grazie per il chiarimento!” Su ha scritto.

Lo scambio finì lì.

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi