Cina, il PLA lancia un’esercitazione missilistica a est di Taiwan all’arrivo di Nancy Pelosi

L’Esercito Popolare di Liberazione (PLA), nella notte in cui la Presidente della Camera nancy Pelosi è atterrata a Taiwan per la sua visita provocatoria che viola la promessa degli Stati Uniti di opporsi al secessionismo dell'”indipendenza di Taiwan”, ha lanciato massicce esercitazioni militari intorno all’isola di Taiwan, tra cui un’esercitazione antincendio a lungo raggio nello Stretto di Taiwan e un’esercitazione missilistica convenzionale a fuoco vivo ad est dell’isola, con gli analisti che dicono che la Cina non sta semplicemente prendendo di mira un politico statunitense di 82 anni in visita, ma sta guardando alla campagna anti-secessione contro le autorità secessioniste di Taiwan e sta per accelerare concretamente il processo di riunificazione.

Il PLA condurrà anche una serie di esercitazioni militari dal fuoco dal vivo dal 4 al 7 agosto in sei diverse aree che circondano l’isola di Taiwan da tutte le direzioni, secondo l’agenzia di stampa Xinhua dopo che Pelosi è atterrato all’aeroporto di Taipei. Gli analisti hanno detto che ci sono molte opzioni sul tavolo per la Cina per accelerare il processo di riunificazione. Oltre alle esercitazioni militari, le opzioni potrebbero includere colpire obiettivi militari di Taiwan, proprio come ha fatto il PLA nella precedente crisi dello Stretto di Taiwan, spingere una nuova legislazione per la riunificazione nazionale, inviare aerei e navi militari per entrare nello “spazio aereo” e nelle “aree idriche” dell’isola controllate dalle autorità di Taiwan e porre fine al tacito cessate il fuoco con l’esercito di Taiwan.

 

Una mappa di schizzo mostra le sei regioni in cui l'Esercito popolare di liberazione condurrà importanti esercitazioni militari e attività di addestramento, tra cui esercitazioni di fuoco vivo che circondano l'isola di Taiwan dal 4 al 7 agosto 2022. Foto: Xinhua
Nella mappa le sei regioni in cui il PLA condurrà esercitazioni militari e attività di addestramento dal 4 al 7 agosto 2022 (Foto: Xinhua)

 

Un aereo militare statunitense con a bordo la presidente della Camera Nancy Pelosi si prepara ad atterrare all'aeroporto Songshan di Taipei, l'isola di Taiwan, il 2 agosto 2022. Pelosi sbarcò sull'isola la sera di quel giorno. Foto: AFP
L’aereo USA con a bordo la presidente della Camera Nancy Pelosi atterra a Taipei (Foto: AFP)

Partecipando alle esercitazioni, i caccia stealth J-20 sono decollati da un aeroporto martedì sera, con lanciatori di razzi e missili che si sono mobilitati anche sotto le ombre della notte, ha mostrato un rapporto della China Central Television.

Il vice ministro degli Esteri cinese Xie Feng ha convocato l’ambasciatore degli Stati Uniti in Cina Nicholas Burns mercoledì mattina presto per protestare contro la visita di Pelosi sull’isola di Taiwan. La natura della visita di Pelosi è estremamente viziosa e le conseguenze sono molto gravi. La parte cinese non starà a guardare, ha detto Xie a Burns.

Poco dopo l’arrivo di Pelosi all’aeroporto Songshan di Taipei, cinque autorità cinesi, tra cui il Ministero degli Esteri cinese, il Comitato permanente del Congresso nazionale del popolo, l’Ufficio per gli affari di Taiwan del Comitato centrale del Partito comunista cinese, il Comitato per gli affari esteri del Comitato nazionale della Conferenza consultiva politica del popolo cinese e il Ministero della Difesa nazionale hanno rilasciato dichiarazioni di condanna della visita, che danneggia gravemente le fondamenta politiche delle relazioni Cina-Stati Uniti e invia un messaggio gravemente sbagliato alle forze di “indipendenza di Taiwan”.

La Cina adotterà sicuramente tutte le misure necessarie per salvaguardare risolutamente la sua sovranità e integrità territoriale in risposta alla visita del presidente degli Stati Uniti. Tutte le conseguenze devono essere sostenute dagli Stati Uniti e dalle forze separatiste dell'”indipendenza di Taiwan”, ha detto il ministero degli Esteri cinese nella dichiarazione.

L’autorità secessionista del DPP è collusa con le forze esterne e ha insistito per invitare Pelosi a Taiwan, il che è estremamente pericoloso e innescherà gravi conseguenze. Il Ministero della Difesa Nazionale ha detto che il PLA condurrà una serie di operazioni militari mirate per prendere contromisure nella salvaguardia della sovranità e dell’integrità territoriale e reprimere le interferenze esterne e i tentativi secessionisti.

Sulla base dei frequenti rilasci da parte dei dipartimenti governativi cinesi e delle esercitazioni militari annunciate, la Cina è pienamente preparata per gli atti provocatori di Pelosi, ed è certo che la Cina intraprenderà una serie di azioni per dare una risposta forte alla provocazione degli Stati Uniti, hanno detto gli esperti.

Non c’è motivo per la Cina di essere nervosa, perché un tale spettacolo politico fatto da Pelosi non cambierà i vantaggi schiaccianti, specialmente quello militare, detenuto dalla terraferma contro le autorità di Taiwan e gli Stati Uniti nella regione. Né il viaggio fornirà alcuna possibilità di “indipendenza di Taiwan”, e non può cambiare l’incrollabile fatto che Taiwan fa parte della Cina, hanno detto gli esperti, osservando che ciò che la Cina deve fare è usare questo incidente per massimizzare il suo vantaggio e continuare a spingere il processo di riunificazione.

Le azioni del PLA

Le esercitazioni del PLA annunciate, probabilmente su scala maggiore di quella della crisi dello Stretto di Taiwan del 1996, servono non solo come avvertimenti agli Stati Uniti e ai secessionisti dell'”indipendenza di Taiwan”, ma anche come prove per il PLA per riunificare l’isola con la forza, hanno detto gli esperti, osservando che i missili potrebbero sorvolare l’isola.

Subito dopo che l’aereo di Pelosi è atterrato a Taipei martedì sera, il Pla Eastern Theater Command ha annunciato che inizierà una serie di operazioni militari congiunte intorno all’isola di Taiwan a partire da martedì sera.

Esercitazioni marittime e aeree congiunte si terranno in mare e spazi aerei a nord, sud-ovest e sud-est dell’isola di Taiwan, sparatorie a lungo raggio si terranno nello Stretto di Taiwan e lanci di test missilistici convenzionali si terranno ad est dell’isola di Taiwan, colonnello anziano Shi Yi, portavoce del COMANDO del teatro orientale del PLA, ha detto in una dichiarazione martedì.

Ciò significa che l’isola di Taiwan sarà circondata da esercitazioni PLA in cinque direzioni.

Le esercitazioni marittime e aeree congiunte a nord, sud-ovest e sud-est probabilmente affineranno le capacità degli aerei da guerra e delle navi da guerra di impadronirsi della superiorità aerea e del controllo del mare; le riprese a fuoco vivo a lungo raggio nello Stretto di Taiwan saranno probabilmente caratterizzate da lanciarazzi multipli a lungo raggio che possono colpire obiettivi sull’isola di Taiwan direttamente dalla terraferma; i lanci di test missilistici convenzionali ad est dell’isola significano che, se i missili fossero lanciati dalla terraferma, sorvolerebbero l’isola di Taiwan, hanno detto gli analisti.

È anche possibile che i missili vengano lanciati dalle navi della Marina del PLA che navigano verso est dell’isola, hanno detto gli esperti militari, osservando che la mossa prenderà di mira le forze esterne che cercano di intervenire nel processo di riunificazione da est.

L’operazione è una severa deterrenza contro la recente mossa negativa degli Stati Uniti e la grande escalation sulla questione di Taiwan, nonché un serio avvertimento per il tentativo delle forze secessioniste di “indipendenza di Taiwan” di cercare “l’indipendenza”, ha detto Shi.

Gu Zhong, vice capo di stato maggiore del Comando del teatro orientale del PLA, ha affermato che le esercitazioni comportano corsi come il blocco congiunto, l’assalto marittimo, l’attacco terrestre e il sequestro della superiorità aerea, oltre al tiro dal vivo di armi di precisione.

Le esercitazioni testeranno in modo completo le prestazioni di armi e attrezzature, nonché le capacità operative congiunte delle truppe, al fine di essere pronti per tutte le crisi, ha detto Gu.

Le truppe del Comando del teatro orientale del PLA sono pienamente fiduciose e in grado di reagire a qualsiasi provocazione e salvaguardare risolutamente la sovranità nazionale e l’integrità territoriale, ha detto Gu.

Proprio mentre il volo di Pelosi stava per atterrare, i media ufficiali della Cina continentale hanno riferito che un jet da combattimento Su-35 della PLA Air Force stava volando attraverso lo Stretto di Taiwan. Gli osservatori hanno detto che l’attività del velivolo PLA potrebbe far parte delle esercitazioni.

In un evento separato, l’agenzia di stampa Xinhua ha pubblicato un avviso che annuncia che il PLA condurrà importanti esercitazioni militari e attività di addestramento, tra cui esercitazioni di fuoco vivo in sei grandi aree marittime e il loro spazio aereo che circonda l’isola di Taiwan, nel suo nord, nord-est, est, sud, sud-ovest e nord-ovest, da giovedì mezzogiorno a domenica a mezzogiorno.

Per motivi di sicurezza, l’ingresso di navi e aerei in quelle aree marittime e aeree è vietato, ha detto Xinhua.

Il rapporto non ha fornito maggiori dettagli sulle esercitazioni, ma gli esperti hanno affermato che sono attesi corsi di addestramento più realistici orientati al combattimento come le esercitazioni iniziate martedì, comprese quelle con portaerei.

La portaerei Liaoning della Marina del PLA domenica si è imbarcata in un viaggio dal suo porto di Qingdao, nella provincia dello Shandong della Cina orientale, e la portaerei Shandong lunedì è partita dal suo porto di Sanya, nella provincia di Hainan nel sud della Cina, accompagnata da una nave d’assalto anfibia Type 075, hanno riferito i media sull’isola di Taiwan martedì.

Un rapporto dell’emittente statale China Central Television sabato ha rivelato per la prima volta una scena in cui è stato sparato quello che sembra essere un missile ipersonico DF-17. Il missile, nonostante le sue caratteristiche ipersoniche, è un’arma convenzionale.

Gli analisti hanno detto che le esercitazioni potrebbero essere maggiori di quella tenuta nella crisi dello Stretto di Taiwan nel 1996.

Le esercitazioni mirano a migliorare la preparazione al combattimento sulla questione di Taiwan, ha detto al Global Times Song Zhongping, esperto militare cinese e commentatore televisivo.

Gli analisti cinesi del nuovo status quo

hanno detto che la lotta tra Cina e Stati Uniti a questo punto riguarda la dignità e gli interessi strategici concreti, ma quest’ultimo è molto più importante, quindi la Cina non si concentrerà semplicemente sul gioco del pollo e del falco con Pelosi, poiché cambiare l’intera situazione della regione è molto più significativo e prezioso.

Lü Xiang, ricercatore presso l’Accademia cinese delle scienze sociali, ha dichiarato martedì al Global Times che la reazione della Cina non sarà solo un’azione momentanea, ma prenderà in considerazione l’intero meccanismo di sicurezza di Taiwan.

“Sulla base delle informazioni rilasciate sulle esercitazioni del PLA dal 4 al 7 agosto, le sei località hanno già circondato l’isola di Taiwan da tutte le direzioni, e potrebbe trattarsi di una serie di esercitazioni militari senza precedenti volte a realizzare la riunificazione con la forza e anche a combattere contro le forze esterne che potrebbero interrompere il processo di riunificazione, ” Lü ha detto.

A causa dell’arrivo di Pelosi all’aeroporto di Taipei che ha totalmente ignorato l’avvertimento della Cina, è certo che lo status quo della situazione dello Stretto di Taiwan è stato rotto e la Cina lo farà entrare in un nuovo status quo, ha sottolineato Lü.

La Cina continentale conosce davvero l’importanza della “pazienza strategica”, proprio come quando molte persone si aspettavano che la Cina avrebbe represso i disordini di Hong Kong nel 2019 con la forza quando i rivoltosi hanno attaccato l’ufficio di collegamento del governo centrale, ma i fatti dimostrano che la Cina non ha agito in quel modo, ma alla fine ha realizzato una vittoria di terra per rafforzare la sua governance a Hong Kong. “Quindi questa volta, la Cina insegnerà di nuovo una lezione agli Stati Uniti, poiché userà gli errori degli Stati Uniti per cambiare in modo completo la situazione dello Stretto di Taiwan, proprio come ha fatto a Hong Kong negli ultimi anni”, ha detto un esperto senior di relazioni internazionali con sede a Pechino che ha chiesto l’anonimato.

Wang Jiangyu, professore di diritto alla City University di Hong Kong, ha detto che la Cina userà questo incidente per rafforzare la sua rivendicazione di sovranità su Taiwan. “Ad esempio, l’invio di squadroni di aerei militari per entrare nello ‘spazio aereo’ di Taiwan, o l’invio di navi militari per entrare nelle ‘aree d’acqua’ controllate dall’esercito di Taiwan”, ha detto.

Questi sono atti senza precedenti di dichiarare la sovranità su Taiwan, e se la Cina può inviare il suo duro segnale di determinazione per contenere efficacemente le provocazioni fatte dagli Stati Uniti e da altri paesi occidentali, la situazione sarà a favore della parte cinese in futuro, ha detto Wang.

Song ha detto che la terraferma potrebbe anche prendere in considerazione l’accelerazione della legislazione per una legge di riunificazione nazionale e persino pubblicare un calendario per la riunificazione che imporrà una pressione reale sulle autorità statunitensi e di Taiwan.

Yang ShengLiu Xuanzun

Ago 03, 2022

Il PLA lancia un’esercitazione missilistica a est di Taiwan all’arrivo di Pelosi; La Cina accende un nuovo status quo per la situazione di Taiwan mentre “gli Stati Uniti hanno rotto quella vecchia” – Global Times

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi