Cambiamento climatico. LAV: “La soluzione è nel piatto”

La LAV aderisce alla coalizione 100 piazze per il clima e il 12 dicembre sarà presente a Roma per informare sui vantaggi della scelta vegetariana in termini di impatto ambientale

(Piazza Farnese, dalle ore 10.00 alle ore 22. 00)

La LAV ADERISCE A 100 PIAZZE PER IL CLIMA: SABATO 12 DICEMBRE SARA’ IN PIAZZA FARNESE (ROMA) PER INFORMARE SUI VANTAGGI PER LA SALUTE DEL PIANETA, DELLA SCELTA ALIMENTARE VEGETARIANA

La LAV, con la campagna Cambiamenu (www.cambiamenu.it), aderisce alla coalizione 100 piazze per il clima e il 12 dicembre sarà presente a Roma, in Piazza Farnese, dalle ore 10.00 alle ore 22. 00, per informare sui vantaggi della scelta vegetariana in termini di impatto ambientale.

Cambiare menu, infatti, può essere determinante per la salute del Pianeta, se consideriamo che gli allevamenti intensivi di animali rappresentano una delle principali cause di immissione nell’atmosfera (51% del totale) di gas serra – anidride carbonica (CO2), metano (CH4), ossido di azoto (NO2) e clorofluorocarburi (CFC) – come confermano i dati contenuti nel dossier LAV “Cambiamento climatico e allevamenti intensivi”.

Per contrastare l’innalzamento della temperatura media, aumentata di quasi 1° C negli ultimi 50 anni, e i suoi drammatici effetti – scioglimento dei ghiacci, innalzamento del livello del mare, esondazioni e violente tempeste, progressiva desertificazione di vaste aree – la soluzione più rapida ed efficace, quindi, è ridurre il consumo di prodotti animali e di conseguenza il numero di animali allevati.

“Con l’adesione alla mobilitazione 100 piazze per il clima la LAV si fa portavoce degli animali nel dibattito sui cambiamenti climatici – dichiarano Roberta Bartocci e Paola Segurini, del settore Vegetarismo della LAV – troppo spesso, infatti, ci si dimentica di quanto ingente sia il contributo degli allevamenti intensivi all’inquinamento in genere e alle emissioni di gas serra in particolare”.

In attesa che dalla Conferenza di Copenaghen emergano soluzioni tempestive ed efficaci, ciascuno può intervenire in modo risolutivo iniziando a preferire un’alimentazione davvero “sostenibile” per il Pianeta, cioè priva di ingredienti animali. Dalle scelte alimentari quotidiane di ognuno può nascere quel cambiamento positivo che nessun vertice governativo probabilmente avrà il coraggio di decidere.

“Ai cittadini che verranno al tavolo LAV spiegheremo come agire, da subito, in modo efficace per contrastare i cambiamenti climatici: basta che sabato 12 dicembre, e da allora almeno una volta a settimana, decidano di essere vegetariani”, aggiungono Roberta Bartocci e Paola Segurini.

Per approfondire il tema del cambiamento climatico, al tavolo in Piazza Farnese sarà disponibile il dossier LAV “Cambiamento climatico e allevamenti intensivi” e, per avvicinarsi, anche gradualmente, alla scelta vegetariana, lo “starter kit”, la guida pratica realizzata dalla LAV sull’alimentazione priva di ingredienti animali.

Consigli e informazioni sulla scelta alimentare vegetariana sono disponibili anche on line, su www.cambiamenu.it.

Allegato: dossier LAV “Cambiamento climatico e allevamenti intensivi”.

 

11.12.2009

Ufficio stampa LAV www.lav.it

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.