Inquilini Enpaia diffidano Sindacati firmatari dell’accordo 1 febbraio 2010

Trasmessa la diffida al Sindaco, al Prefetto, al Presidente della Regione Lazio, al Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dell’Economia e della Finanza, alla CGIL, alla CISL e alla UIL.

In data 18 maggio 2010 centinaia di inquilini di Enpaia, costituitisi in 10 comitati sparsi su tutto il territorio del Comune di Roma,  hanno esortato, tramite l’avv. Vincenzo Perticaro, i sindacati firmatari dell’accordo sottoscritto con la proprietà, in data 01.02.2010, ad invocare la Commissione stragiudiziale, organo predisposto alla risoluzione di problematiche insorte in ordine alla corretta applicazione del suddetto accordo sindacale. Tale richiesta è stata dettata dall’esigenza di porre rimedio alle incongrue condizioni stabilite dalle OO.SS. a danno degli inquilini ai quali viene imposto un aumento del canone di locazione, in alcuni casi, pari anche all’85%.

La diffida inviata ai sindacati firmatari del contestato accordo, quali SICET, SUNIA, UNIAT, FEDER.CASA, UNIONE INQUILINI, è stata anche trasmessa alle maggiori istituzioni quali il Sindaco, il Prefetto, il Presidente della Regione Lazio, il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, il Ministro dell’Economia e della Finanza, la CGIL, la CISL e la UIL al fine di esortare, le summenzionate autorità, ad adottare gli opportuni provvedimenti a tutela delle 500 famiglie che rischiano di venir sfrattate dall’Empaia.

Roma, 19 maggio 2010

AS.I.A.-RDB – Via dell’Aeroporto 129
--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.