“Assordante silenzio Lollobrigida su tagli a trasporti nel Lazio”

La Regione Lazio conferma tagli drammatici per pendolari. Assordante silenzio dell’assessore Lollobrigida.

LEGAMBIENTE LAZIO
Comunicato stampa

REGIONE CONFERMA TAGLI DRAMMATICI PER PENDOLARI
ASSORDANTE SILENZIO DELL’ASSESSORE LOLLOBRIGIDA

NESSUNA RISPOSTA ALLA RICHIESTA AVANZATA DA LEGAMBIENTE
DI CONVOCARE IMMEDIATAMENTE UN TAVOLO CON LE PARTI SOCIALI

“Anche l’assessore regionale al Bilancio, Stefano Cetica, conferma la drammaticità dei tagli in arrivo nel Lazio per il settore del trasporto pubblico locale, con fondi insufficienti per i contratti di servizio con Cotral e Trenitalia e nessun euro da investire per l’acquisto di nuovi treni. A fronte di questa gravissima situazione, colpisce l’assordante silenzio dell’assessore ai Trasporti Lollobrigida che non ha risposto al pressante appello che abbiamo lanciato con una lettera inviata anche ai Comitati dei pendolari affinché si convochi subito un tavolo di confronto con le parti sociali per evitare questa catastrofe annunciata prima che sia troppo tardi”. È quanto afferma il presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati, ricordano l’entità dei tagli contenuti nella proposta del Governo: per il Lazio in materia di “Servizi ferroviari di interesse regionale e locale in concessione”, applicando i parametri di proporzionalità stabiliti dalla Legge 59/1997 alle voci all’allegato 1 della manovra, i fondi a disposizione si ridurrebbero per l’anno 2011 a 86,32 milioni di euro (mentre nel 2010 sono stati di 266,1 milioni di euro) con un taglio netto del 67,5%, due terzi in meno.

“La ricaduta concreta sui treni è disarmante -prosegue Parlati- oggi sono 963 i convogli che ogni giorno viaggiano sui 1.012 km della rete ferroviaria regionale, grazie al nuovo contratto di servizio stipulato pochi mesi fa tra la Regione Lazio e Trenitalia, per un valore complessivo di 320 milioni di euro all’anno dei quali 215 erogati dalla Regione stessa; dal 2011 ci chiediamo allora se i cittadini del Lazio rischiano di dover rinunciare a qualcosa come 600 collegamenti ferroviari ogni giorno. Stessa storia che si potrebbe ripetere nel 2012 e nel 2013. Senza considerare che i tagli colpiranno pesantemente anche il trasporto extraurbano su gomma e il trasporto pubblico locale in generale”.

Roma, 25 giugno 2010
Ufficio Stampa Legambiente Lazio

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.