Addio alle lampadine da 75 Watt

L’Europa mette al bando le vecchie lampade a incandescenza. Il futuro è di quelle fluorescenti, alogene e a LED.

[ZEUS Newswww.zeusnews.com – 03-09-2010]

Un anno fa è toccato alle lampadine da 100 Watt; ora sono quelle da 75 Watt a dover lasciare per sempre gli scaffali: è entrato in vigore il divieto di produzione imposto dall’Unione Europea e pertanto quelle attualmente nei negozi sono le ultime.

A venir messe al bando sono naturalmente le vecchie lampadine a incandescenza che consumano di più rispetto a quelle fluorescenti, alogene o a LED, sprecando quasi tutta l’energia ricevuta in calore.

Il costo di queste ultime è senz’altro maggiore, ma il prezzo è compensato da un calo della bolletta e anche gli svantaggi di un tempo (come il tempo necessario a raggiungere la massima luminosità) sono praticamente un ricordo, a parte qualche modello particolarmente economico.

L’utilizzo di lampadine a basso consumo comporta poi anche benefici per l’ambiente: una minore richiesta di energia comporta ovviamente un minor consumo delle materie prime necessarie e produrla e una riduzione delle emissioni dannose.

Tra un anno spariranno le lampadine da 60 Watt e, successivamente, anche quelle da 40, 25 e 15 Watt: a partire da settembre 2012 tutte le lampadine che rientrano nelle classi D, E e F (ossia quelle che consumano di più) saranno solo un ricordo, e nel 2016 anche quelle di classe C dovranno scomparire.

A resistere all’avanzata delle fonti luminose a basso consumo saranno solo le lampadine usate in casi eccezionali, ossia quelle utilizzate in frigoriferi, freezer e forni, in neonatologia e nelle incubatrici degli allevamenti.

 

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=12947

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *