“Puliamo il Mondo” di Legambiente, un successo!

Successo di partecipazione alle tante iniziative promosse a Roma e nel Lazio in occasione della campagna nazionale di “Puliamo il Mondo”.

 

Roma, 26 settembre 2010

Legambiente Lazio – Comunicato stampa

Puliamo il Mondo: nel Lazio 15 mila volontari,  50 tonnellate di rifiuti raccolti con 120 iniziative

COINVOLTI 43 COMUNI IN TUTTA LA REGIONE, A ROMA 62 INIZIATIVE
CON LA PARTECIPAZIONE ANCHE DI 2.500 STUDENTI DI 125 CLASSI

ORA LE ISTITUZIONI DEVONO GARANTIRE CONTINUITÀ ALL’IMPEGNO DEI CITTADINI CURANDO LE AREE RIQUALIFICATE E SOSTENENDO IL VOLONTARIATO AMBIENTALE

Successo di partecipazione alle tante iniziative promosse a Roma e nel Lazio in occasione della campagna nazionale di “Puliamo il Mondo” che, dopo quattro giorni intensi di mobilitazione civica, si è chiusa oggi: 120 le iniziative promosse in tutta la Regione, 15 mila volontari in azione e 50 tonnellate di rifiuti raccolti, in 43 i Comuni coinvolti insieme alla Capitale.

In prima fila, come ogni anno, i cittadini capitolini che hanno aderito convintamente alle iniziative coordinate da Legambiente Lazio e svolte anche grazie al contributo dell’Assessorato all’Ambiente e del Dipartimento X del Comune di Roma e alla collaborazione di Ama Spa e del Tgr Lazio della Rai: oltre 60 le iniziative di pulizia promosse nella Capitale, con il coinvolgimento di 7.500 volontari e ben 2.500 studenti di 125 classi. Gran finale per la giornata conclusiva nella Capitale al Parco ruderi di Casa Calda-Parco Belon a Torre Maura grazie al Centro anziani, al Comitato di Quartiere e ad alcuni gruppi di residenti che hanno riqualificato una vasta area, risistemando alcune panchine e arredi e tagliando l’erba. All’evento hanno preso parte anche il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’Ambasciatore d’Australia in Italia David Ritchie e alcuni rappresentanti di altre Ambasciate, l’Assessore all’Ambiente Fabio De Lillo, il Direttore del Dipartimento X Tommaso Profeta e l’Amministratore delegato Ama Franco Panzironi.

Le migliaia di volontari di Puliamo il Mondo hanno dimostrato ancora una volta che i cittadini hanno una gran voglia di cambiare i loro quartieri e i loro paesi, con gesti concreti di impegno. Le amministrazioni devono dare loro sostegno, con un nuovo modello di governo che premi la sussidiarietà e la partecipazione dei cittadini –ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Spazzare certo non basta, è il modello di gestione dei nostri rifiuti che va cambiato, eliminando gli anacronistici cassonetti dalle strade di Roma e di molti altri Comuni e passando alla raccolta differenziata porta a porta, puntando molto sulle prevenzione e sulla riduzione della massa di spazzatura. In questo senso è entusiasmante la risposta dei cittadini alla nostra petizione contro i sacchetti di plastica ‘usa e getta’, uno spreco inutile che deve finire come prevede la legge entro quest’anno senza proroghe, ma che deve vedere ordinanze dei Comuni in tal senso, ed è importante l’annuncio del Sindaco di Roma in tal senso”.

Molte altre le aree capitoline coinvolte da “Puliamo il Mondo”, soprattutto grazie alla mobilitazione dei Circoli di Legambiente e dei Comitati di cittadini: tra le altre, nel quartiere Torresina in via Pietro Bembo con pulizia delle strade organizzata dal Circolo Ecoidea Lidia Serenari; al Parco dell’Acquedotto Alessandrino in largo Petazzoni con la ramazzata organizzata dal Circolo Città Futura; a Capocotta-Ostia, presso il Lido Mediterranea (sulla via Litoranea km 8) con la pulizia delle aree dunali organizzata dal Circolo Litorale Romano, a Ponte Tazio con il Circolo Mondi Possibili e infine presso l’area verde di via Rosa Raimondi Garibaldi con l’appuntamento promosso dal Circolo Garbatella. Altre iniziative al Parco Ciro Principessa con l’associazione “Punto di Svista”, al Parco Madre Teresa di Calcutta con le guardie per l’ambiente, al Parco Mancini con l’associazione Nuove Prospettive Democratiche, al parco didattico archeologico di Tor Vergata con l’associazione Nuova Tor Vergata, a Casal Brunori con l’associazione Vivere in e il comitato di quartiere, a via del Risaro con l’associazione Viviamo Vitinia, all’area verde Giuliano Dalmata con l’associazione Colle della Strega, in un’area verde di via Vivaldi con il comitato Vivaldi. Spettacolare pulizia “in cordata” dei Piloni di Ponte Sisto organizzata da Roma Sotterranea.

Da Puliamo il Mondo viene una forte e bella richiesta di vivibilità dei nostri giardini, delle piazze, delle scuole, che non può rimanere inascoltata –ha dichiarato Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio- Le amministrazioni devono dare continuità a queste iniziative, con azioni di adozione di aree da parte dei comitati e delle associazioni, con un forte cambiamento di rotta nel complesso delle gestione dei nostri rifiuti: non si può continuare con l’aumento del numero di discariche ed inceneritori, ma serve più riduzione, riuso e riciclaggio dei rifiuti. Dalla Regione Lazio ci aspettiamo una discussione seria sul piano rifiuti e azioni immediate in questa direzione”.

Nel resto del Lazio, volontari in azione a Frosinone, dove il Comune e il Circolo Legambiente “Il Cigno” hanno ripulito l’area in zona Casaceno, in collaborazione con Coop e Impresa San Galli Giancarlo Servizi Ambientali; a Monte San Biagio (Lt), con una “escursione fra le discariche” per realizzare una mappa dettagliata con report fotografico a cura del Circolo Legambiente Serre Andresone; a Cori (Lt) dove è stato pulito il centro storico; a Boville Ernica (Fr) e Zagarolo (Rm) con iniziative a cura delle amministrazioni locali; a Marino (Rm) con la pulizia di un tratto di basolato dell’Appia Antica organizzata dal Circolo Legambiente “Il Riccio”; ad Anzio (Rm) al Parco Palatucci con il circolo Le Rondini e a Formello (Roma) con una ramazzata organizzata da un gruppo di cittadini.

Puliamo il Mondo è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero della Pubblica Istruzione dell’Università e della Ricerca, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dall’UPI (Unione Provincie Italiane), Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Unep (Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite). In collaborazione con Fiseassoambiente e Anci (Associazione Comuni Italiani). Con il contributo di Snam Rete Gas, Unicredit Group. Esselunga, Sperian, Ikea, Federambiente sono partner tecnici. La Nuova Ecologia e Radio Kiss Kiss sono media partner.

Ufficio stampa Legambiente Lazio

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *