Ai Fori Imperiali una BioDomenica tutta da gustare

XI edizione dell’evento promosso da AIAB, Coldiretti e Legambiente che quest’anno è dedicato al “biologico Glocal” e agli orti urbani.

 

Roma, 30 settembre 2010

Legambiente Lazio – Comunicato stampa

Il 3 ottobre appuntamento ai Fori Imperiali con una BioDomenica tutta da gustare

XI EDIZIONE DELL’EVENTO PROMOSSO DA AIAB, COLDIRETTI E LEGAMBIENTE
CHE QUEST’ANNO È DEDICATO AL ‘BIOLOGICO GLOCAL’ E AGLI ORTI URBANI

Degustazioni delle migliori produzioni biologiche locali, incontri con i produttori per ricevere informazioni sulle caratteristiche degli alimenti e sul metodo produttivo, distribuzione materiale informativo, dibattiti ed eventi sul tema del “Biologico Glocal”. E ancora: laboratori, attività ludiche e spettacoli di intrattenimento per grandi e piccoli. Tutto questo e molto altro domenica 3 ottobre, durante tutta la giornata, in via dei Fori Imperiali per l’appuntamento con la BioDomenica organizzata da AIAB, Coldiretti e Legambiente che vedrà mobilitati in oltre 100 piazze d’Italia (e in tutti i cinque continenti con la prima edizione internazionale) allevatori e agricoltori biologici, insieme a negozi, associazioni e gruppi d’acquisto bio. La manifestazione romana ospiterà quest’anno anche il secondo Farmer’s market del Progetto “Il Bio sotto Casa”.

L’edizione 2010 della BioDomenica focalizzerà l’attenzione in particolare sul ‘Biologico Glocal’, che sta assistendo al grande sviluppo degli orti urbani come occasione insieme di riqualificazione delle aree abbandonate, di autoproduzione agricola per alleviare le conseguenze della crisi economica sui redditi delle famiglie e di sviluppo di nuove relazioni sociali per favorire la solidarietà e il mutuo soccorso tra le famiglie e ridurre la distanza tra giovani generazioni e anziani.

Nella Capitale c’è tanta voglia di orti, se ne parla molto e iniziano ad esserci anche diversi esempi, ma bisogna accelerare il passo, approvando il regolamento comunale e individuando aree da attrezzare e affidare agli ortisti -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio- Vanno affrontati anche i problemi: dall’abusivismo storico che va risolto, all’approvvigionamento di acqua che richiede soluzioni innovative, alla formazione e assistenza delle persone e delle scuole. Per una volta non servono molti soldi, ma tanta buona volontà”.

Domenica in via dei Fori Imperiali ci saranno degli orti dimostrativi, messi in mostra dal Circolo Legambiente Parco di Veio, con sementi antiche e prodotti vari. Sono diverse le esperienze di orti che Legambiente Lazio sta seguendo a Roma: l’orto comunitario dell’area verde in via Rosa Raimondi Garibaldi, promosso tra gli altri dal Circolo Legambiente Garbatella con il Coordinamento Orti Urbani Garbatella; gli orti del Parco della Cellulosa a Casalotti, promossi dai volontari del Circolo Legambiente Parco della Cellulosa; il frutteto sul Tevere al Parco di Capoprati; l’orto al Parco dell’Insugherata gestito dal circolo Legambiente Ecoidea che tra i progetti vede un’estensione nella Riserva di Mazzalupetto e Quarto degli Ebrei, con la realizzazione di altri 50 orti urbani.

Ufficio stampa Legambiente Lazio
 
www.legambientelazio.it

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.