Glifosato: proibire l’avvelenamento da pesticidi

La licenza europea per l’utilizzo del glifosato scade a giugno. La Commissione Europea tenta il rinnovo per altri 15 anni. Possiamo ancora fermare l’uso del glifosato nella UE. Per questo, vi chiediamo di firmare la petizione.

Glifosato: proibire l’avvelenamento da pesticidi

Una piantagione di soia transgenica

 

La licenza europea per l’utilizzo del glifosato scade a giugno. La Commissione Europea tenta il rinnovo per altri 15 anni. Ma, il 7 marzo 2016, la votazione a porte chiuse del Comitato di esperti della UE è andata a vuoto per mancata maggioranza. Decisione rinviata. Chiediamo diffusione per mettere al bando il pesticida.

Il glifosato è il principio attivo di erbicidi come il Roundup della Monsanto ed è l’erbicida più venduto al mondo. Sempre più glifosato avvelena l’ambiente ed il nostro cibo. Non solo sono state trovate tracce della sostanza nei terreni agricoli, ma anche nell’ acqua e in alimenti come il latte materno, la farina, il pane; persino nella la birra, la Germania lo ha reso noto recentemente; ed è stato anche trovato nel sangue e nelle urine umane.

L’anno scorso, l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro IARC dell’Organizzazione Mondiale della Sanità OMS ha classificato il glifosato come mutageno e probabile cancerogeno per l’uomo. Intanto, l’Agenzia Europea per la sicurezza alimentare EFSA della UE ha abbassato questa classificazione a “improbabile”.

Francia, Paesi Bassi, Svezia e Italia si oppongono alla relazione di EFSA che, per altro, si basa su sei rapporti finanziati del settore industriale che non sono stati pubblicati per intero, pertanto, voteranno contro il glifosato.

Allo stesso modo la pensano centinaia di esponenti della comunità scientifica che hanno richiesto la rettifica immediata della decisione di EFSA. Non è una posizione credibile, dicono gli esperti.

Nonostante tutte le avvertenze, la Commissione Europea vuole consentire l’uso del glifosato per altri 15 anni, fino al 2031 (vedi bozza e allegato in inglese). Siccome il 7 marzo 2016, nel corso di una votazione segreta del Comitato di esperti, l’Unione europea ha fatto un passo indietro per il mancato raggiungimento della maggioranza, la decisione è stata rinviata al 18 maggio 2016.

 

Possiamo ancora fermare l’uso del glifosato nella UE. Per questo, vi chiediamo di firmare la nostra petizione.

 

FIRMA ORA

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *