Donne e potere. Ecco cosa ha detto (veramente) il Professor Barbero

A domanda precisa della giornalista Silvia Francia.

Questa: “Barbero, arrivando a oggi, come mai, secondo lei, le donne faticano tanto non solo ad arrivare al potere, ma anche ad avere pari retribuzione o fare carriera?”

La risposta del professor Barbero, che sta iniziando un ciclo di lezioni a Torino dal titolo “Donne nella storia: il coraggio di rompere le regole”, è questa:

“Premesso che io sono uno storico e che quindi il mio compito è quello di indagare il passato e non il presente o futuro, posso rispondere da cittadino che si interroga sul tema. Di fronte all’enorme cambiamento  di costume degli ultimi cinquant’anni, viene da chiedersi come mai non si sia più avanti in questa direzione. Ci sono donne chirurgo, altre ingegnere e via citando, ma a livello generale, siamo lontani da un’effettiva parità in campo professionale. Rischio di dire una cosa impopolare, lo so, ma vale la pensa di chiedersi se ci siano differenze strutturali fra uomo e donna che rendono a quest’ultima più difficile avere successo in certi campi. E’ possibile che in media, le donne manchino di quella aggressività, spavalderia e sicurezza di sé che servono ad affermarsi? Credo sia interessante rispondere a questa domanda”.

La giornalista ha fatto l’intervista e il “titolista” de la Stampa ha scelto di presentare in modo incredibile le parole del professore in questo modo: Le donne secondo Barbero: “Insicure e poco spavalde così hanno meno successo”.

Si tratta di una falsificazione talmente palese che non la commentiamo per rispetto alla vostra intelligenza. Due considerazioni a latere solamente: la prima è che chiaramente si vuole far pagare al prestigioso storico la sua coraggiosa posizione contro la misura liberticida e di attacco al mondo del lavoro – il famigerato “Green Pass”. Il messaggio è chiaro: o ti allinei al pensiero unico o devi essere pronto alla guerra mediatica, allo shitstorming. La seconda proprio su quest’ultimo aspetto, alimentato in questo momento sui social da chi se la prende con gli “ignoranti” e nell’atto pratica si ferma ad un titolo falso senza neanche leggere il resto dell’articolo.

Al professor Barbero il consiglio è sicuramente di selezionare meglio a chi rilasciare le interviste e di non essere indifferente all’accaduto, ma querelare per danno all’immagine uno dei tanti strumenti di propaganda del Gruppo Gedi.

La Redazione de l’AntiDiplomatico
21 Ottobre 2021

Donne e potere. Ecco cosa ha detto (veramente) il Professor Barbero – DALL’ITALIA – L’Antidiplomatico (lantidiplomatico.it)

Sharing - Condividi