Il fallimento della vaccinazione a tappeto: l’Olanda annuncia il lockdown totale

Bar, caffè e tutti i negozi tranne i più essenziali chiuderanno nei Paesi Bassi fino a metà gennaio, poiché i Paesi Bassi entreranno in un duro blocco nel tentativo di rallentare la diffusione della variante Omicron.

Le nuove restrizioni sono state annunciate dal governo questa  sera, dopo una riunione d’emergenza del gabinetto del primo ministro Mark Rutte nel pomeriggio. Il blocco è stato raccomandato dal team di gestione delle epidemie del governo.

“Un’improvvisa conferenza stampa di sabato, quattro giorni dopo l’ultima, non indica nulla di buono”, ha detto Rutte durante un briefing televisivo, prima di dare la cattiva notizia: “I Paesi Bassi tornano in isolamento, si chiudono di nuovo”.

A partire da domani  mattina, tutti i negozi, i servizi e i luoghi di ospitalità chiuderanno fino al 14 gennaio, ad eccezione di alcuni punti vendita essenziali come supermercati e farmacie. I bar e i caffè chiuderanno e i ristoranti forniranno solo pasti da asporto. Le scuole, molte delle quali sono già terminate per Natale, chiuderanno i battenti.

Ufficialmente, anche coloro che festeggiano il Natale in casa saranno soggetti a restrizioni. Durante il blocco, si applicherà un massimo di due visitatori per famiglia. Verranno fatte eccezioni per il giorno di Natale e Capodanno, quest’ultimo un giorno tipicamente celebrato nei Paesi Bassi con drink, feste e fuochi d’artificio a casa.

I Paesi Bassi sono parzialmente bloccati dalla fine di novembre, con le mascherine richieste nella maggior parte degli ambienti e i “luoghi non essenziali” costretti a chiudere tra le 17:00 e le 05:00. Tuttavia, le nuove restrizioni segnano i limiti più netti alla libertà e alla socializzazione da quando il paese è entrato in un duro blocco in questo periodo lo scorso anno.

Mentre il numero medio di nuovi casi segnalati ogni giorno è sceso da un record di 22.450 a fine novembre, il Paese registra ancora una media di 15.000 nuove infezioni ogni giorno, rispetto a poco meno di 10.000 l’ultima volta che il Paese è entrato in un rigido blocco. I decessi, tuttavia, non sono aumentati per eguagliare il carico di lavoro, con 50 decessi segnalati sabato, circa la stessa cifra giornaliera di un anno fa.

E mentre le nuove misure sono apparentemente prese per frenare la diffusione della variante Omicron altamente trasmissibile e apparentemente resistente ai vaccini di Covid-19, i primi dati suggeriscono che questa nuova variante provoca sintomi significativamente più lievi rispetto ai ceppi precedenti.

Tuttavia, i Paesi Bassi non sono l’unico paese europeo a reimpostare le restrizioni sulla variante. Nel Regno Unito, secondo quanto riferito, i ministri proporranno un blocco post-natalizio al primo ministro Boris Johnson, e in Danimarca, il primo ministro Mette Frederiksen ha annunciato una serie di nuove restrizioni sui negozi e sui luoghi di ospitalità. In Irlanda ieri, il governo ha annunciato che gli orari di chiusura anticipati di pub e ristoranti dureranno fino alla fine di gennaio.

18 Dicembre 2021

Il fallimento della vaccinazione a tappeto: l’Olanda annuncia il lockdown totale – Emergenza Covid – L’Antidiplomatico (lantidiplomatico.it)

 

--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi