[OIPA] Newsletter del 28 novembre 2022

Newsletter OIPA del 28 novembre 2022

CUCCIOLO VENDUTO ILLEGALMENTE SU UN NOTO PORTALE SEQUESTRATO DALLE GUARDIE ZOOFILE DELL’OIPA DI MILANO. SANZIONATO IL VENDITORE

Dopo tre settimane d’indagini, le guardie zoofile dell’OIPA di Milano hanno sequestrato un cucciolo venduto illegalmente su un noto portale di annunci. L’investigazione è scattata a seguito della segnalazione di un acquirente il cui cucciolo è morto dopo pochi giorni. Dopo aver teso una trappola al venditore abusivo, che si è fatto trovare in un parcheggio con un cagnolino di circa 60 giorni non vaccinato né registrato all’anagrafe canina, le guardie dell’OIPA hanno proceduto al sequestro con l’ausilio dei carabinieri. Comminata al venditore una sanzione amministrativa di mille euro.

SENZA FAMIGLIA, WENDY COMBATTE DA ANNI CONTRO UNA RARA MALATTIA AUTO IMMUNE. NON LASCIAMOLA SOLA

Partorita da una randagia salvata dai volontari dell’OIPA di Enna, Wendy aspetta un’adozione da quando è nata. Ma la sua sfortuna non è stata solo questa, perché da anni combatte contro una rara malattia auto immune che le provoca dolorose ulcere sul tartufo. Accolta dagli Angeli blu di Firenze, ora è in cura con dei farmaci molto costosi e necessita periodicamente di visite di controllo. Nella speranza di trovarle l’adozione tanto attesa, i volontari dell’OIPA chiedono un sostegno per sopperire alle spese mediche delle sue cure.

METTIAMO FINE ALL’ERA DELLE PELLICCE, FIRMA ORA PER “FUR FREE EUROPE”.

La camuffano con color accesi e modelli “vintage”, ma la pelliccia “integrale” è una moda decisamente di cattivo gusto e crudele, così come i cappucci, cappelli e guanti in pelo. Per l’OIPA, come per tante organizzazioni che fanno parte della coalizione “Fur Free Europe”, il “Black Friday” dello scorso 25 novembre è stato il “Fur Free Friday”, un’occasione per rilanciare l’iniziativa dei cittadini europei che chiede di mettere fine ad una pratica ancora diffusa in Europa, che uccide circa 100 milioni di animali ogni anno, inquina l’ambiente con l’uso di prodotti tossici e rappresenta anche un rischio per la salute umana per la diffusione di zoonosi. Se non l’hai ancora fatto, non rimandare, firma ora per mettere fine all’era delle pellicce in Europa.

PARTANNA (TP). «INAMMISSIBILE ASSISTERE ALLA MORTE OGNI GIORNO»: SALVATI CINQUE CUCCIOLI DAGLI ANGELI BLU, LASCIATI SOLI DALLE ISTITUZIONI. AIUTA CON UN’OFFERTA O UN’ADOZIONE

Li hanno abbandonati nella notte, in aperta campagna, dentro un sacco di plastica per farli morire. Bagnati e in stato quasi ipotermico, cinque cuccioli sono salvi solo grazie al tempismo dei volontari dell’OIPA di Partanna. Due sono stati presi in carico dal cittadino che li ha segnalati, mentre gli altri tre sono allattati dagli Angeli blu, che lasciati soli dalle istituzioni, stanno facendo il possibile per garantire la loro sopravvivenza. Con un contributo per l’accudimento o la loro futura adozione sarai di grande aiuto.

FAUNA SELVATICA, AL VIA LA SPERIMENTAZIONE DELL’IMMUNO-CONTRACCETTIVO GONACON. OIPA: «BENE L’ALTERNATIVA A CACCIA ED EUTANASIA, MA SI RISPETTI IL BENESSERE ANIMALE»

Il decreto del Ministero della Salute pubblicato in Gazzetta Ufficiale stabilisce che per i problemi di “sovrannumero” di cinghiali, nutrie, scoiattoli e altri esemplari di fauna selvatica anche in Italia si potrà sperimentare il vaccino immuno-contraccettivo GonaCon, messo a punto negli Stati Uniti. L’auspicio è che si tratti di una sperimentazione che tenga conto del benessere animale e che possa essere utile per evitare di risolvere il “problema del sovrannumero” con gli abbattimenti.

TRA LE PREDE DELLA CACCIA ANCHE CANI COME ADINA, FEMMINA DI KURZHAAR SPOGLIATA DI TUTTO, ANCHE DEI SUOI CUCCIOLI. AIUTIAMOLA NEL SUO PERCORSO DI RINASCITA

Adina, femmina di razza Kurzhaar, ha sicuramente avuto “il piacere” di conoscere da vicino uno di quei soggetti squilibrati che da un lato celebrano a gran voce il loro amore spassionato per la natura e gli animali, e dall’altro imbracciano il fucile ogni “santa” domenica e non solo. Ritrovata pelle e ossa, Adina è stata schiavizzata e affamata per inseguire delle prede inermi e poi gettata via con una crudeltà senza uguali. Oltre alla condanna a morte dell’abbandono, è stata spogliata di tutto, anche della sua prole. Inutili le ricerche dei suoi cuccioli, di loro non c’era traccia. Salvata dagli Angeli blu di Termoli, ora Adina è in cura e ha bisogno di essere aiutata a rinascere.

QUANDO EDUCARE UN CANE PUÒ SCONFINARE IN UN REATO?

La vita frenetica di oggi porta i nostri cani, soprattutto se “cittadini”, a dover affrontare e convivere con novità, rumori particolari, eventi colmi di gente ecc. ecc. L’educatore cinofilo ci aiuta a gestire al meglio il nostro quattrozampe e garantirgli benessere psicofisico. Ma l’educazione va sempre d’accordo con il benessere animale? Quando educare un cane può sconfinare in un reato?

ENTRA NEL TEAM, ASSOCIATI ALL’OIPA

Dare voce agli animali più sfruttati non è mai stato semplice, ma grazie all’impegno di associazioni come l’OIPA e alla partecipazione attiva di un numero sempre più crescente di persone, il movimento in difesa dei diritti degli animali ha raggiunto un riconoscimento a livello istituzionale. Finalmente la tutela dell’ambiente e degli animali è entrata nella Costituzione, ma le battaglie in aiuto dei più indifesi continuano. Associandoti all’OIPA, Organizzazione Internazionale Protezione Animali, entrerai a far parte di una squadra di persone che si impegnano per offrire una speranza di vita a tantissimi esseri viventi altrimenti condannati ad una vita di stenti o di prigionia.

28, 29, 30 novembre
Trento
Stand OIPA ai Mercatini di Natale
3 dicembre
Parma
Corteo per i macachi
3 dicembre
Treviso
Stand OIPA
4 dicembre
Bergamo
Stand OIPA a “Col Cavolo”, festival vegan
5 dicembre
Castelfranco Veneto (TV)
Stand OIPA
14 dicembre
Brugherio (MB)
Cena di Natale OIPA
--------------------------
Iscriviti al nostro canale Telegram
al nostro account Twitter
o visita la nostra pagina Facebook

--------------------------

Sharing - Condividi