Julian Assange accusato di essere uno strumento russo per giustificare la sconfitta di Hillary Clinton contro Trump

Julian Assange ha pubblicato i file di DNC nel 2016 non a causa dei legami con la Russia, ma poiché desiderava sempre la verità, ha dichiarato John Shipton ricordando i momenti chiave della vita di suo figlio in un’intervista nel documentario di RT

Le affermazioni dei servizi segreti statunitensi secondo cui Assange ha ricevuto le e-mail del Comitato nazionale democratico del 2016 trapelate direttamente dal Cremlino sono “assurde”, ha affermato Shipton.

WikiLeaks ha pubblicato i file, che hanno rivelato la propensione del DNC contro il candidato Bernie Sanders e alla fine è costato caro a Hillary Clinton nella corsa presidenziale contro Donald Trump. All’epoca, Assange era rinchiuso nell’ambasciata ecuadoriana a Londra.

Mentre era nell’ambasciata, Julian era “la persona più visitata al mondo”, con chiunque entrasse nella struttura fotografata e registrata dai servizi segreti britannici ed ecuadoriani. In tali circostanze, è semplicemente “impossibile” immaginare che avrebbe potuto avere contatti con l’intelligence russa, ha sottolineato Shipton.

È solo uno stratagemma completamente politico: poni il peso del fallimento di Hillary Clinton sulla Federazione Russa e su Wikileaks.

Shipton ha affermato che le accuse sui legami di suo figlio con la Russia erano le stesse di “avvelenamento da Skripal – un altro ridicolo scandalo dell’MI6″. L’ex doppio agente Sergey Skripal e sua figlia sono stati presumibilmente avvelenati con un agente nervoso a Salisbury, nel Regno Unito nel 2018, con la Gran Bretagna che incolpa la Russia per l’incidente, ma non si preoccupa mai di fornire alcuna prova per confermare le accuse.

Imparare WikiLeaks davanti a una tazza di tè

Il sito web degli informatori WikiLeaks è stato lanciato da Assange nel 2006, ma Shipton sapeva già in anticipo dei piani di suo figlio.

“Julian era a casa mia e stavamo bevendo una tazza di tè. E Julian ha detto che mi piacerebbe iniziare un Wiki. E questo Wiki si preoccuperebbe di file trapelati”, ha spiegato a RT. Assange non ha avuto problemi a ottenere la benedizione di suo padre per il progetto rischioso e ambizioso.

“Ho pensato che fosse una buona idea”, ha ricordato.

Quello che WikiLeaks ha fatto è stata “una novità” in quanto ha permesso al pubblico di analizzare da soli i documenti originali, qualcosa che in precedenza era disponibile solo per i servizi di intelligence. Quei file trapelati hanno mostrato alla gente “come è fatto il mondo”.

L’ambasciata ecuadoriana si è trasformata da “centro culturale” in prigione

Nel 2012, Assange ha chiesto asilo politico all’Ecuador e si è trasferito presso l’ambasciata del paese a Londra. Temeva che il mandato d’arresto svedese per l’interrogatorio sulle accuse di aggressione sessuale, che ha negato con forza, avrebbe portato alla persecuzione politica e all’estradizione negli Stati Uniti.

All’ambasciata fu data una piccola stanza a Julian di circa “tre metri e mezzo per tre metri” . “Quindi aveva metà della stanza in cui dormire e metà della stanza da cui lavorare per WikiLeaks.”

Ma questo piccolo spazio è diventato rapidamente una sorta di “centro culturale”, ha detto Shipton. C’era un flusso costante di “persone brillanti” in visita a suo figlio, tra cui “registi e Lady Gaga … politici …” e altri.

Tutto è cambiato quando il presidente pro-USA Lenin Moreno ha sostituito Rafael Correa in Ecuador nel 2017. La piccola stanza di Assange “è diventata esattamente come una prigione”, ha detto suo padre.

I padroni di casa ecuadoriani hanno “allontanato gli avvocati … perquisito i visitatori … installato telecamere in ogni stanza, installando dispositivi vocali in ogni stanza”. Spesso si stavano “dimenticando” di fornire carta igienica o di dare da mangiare ai propri ospiti. Se Julian avesse voluto un incontro privato, avrebbe potuto farlo solo in bagno, ha aggiunto Shipton.

Shipton ha confessato di temere che la permanenza di suo figlio all’ambasciata “sarebbe finita nel peggiore dei modi”. Quelle paure si sono materializzate l’11 aprile dello scorso anno quando le autorità ecuadoriane hanno invitato la polizia britannica ad arrestare l’editore.

“Per vederlo, sai, dopo 18 mesi di torture e sette anni di reclusione e trascinato fuori da quei sette poliziotti. Non è la cosa migliore da vedere “, ha così parlato delle riprese di Assange messo su un furgone della polizia, che sono state fatte solo dall’agenzia video Ruptly di RT. “Sembrava molto vecchio, sì. Niente affatto più giovane. ”

Julian sta cercando di sembrare calmo, ma vedo la sua ansia

Le audizioni sull’estradizione di Assange dalla Gran Bretagna agli Stati Uniti, dove è ricercato con accuse di spionaggio per le sue rivelazioni rischia decenni di prigione, sono attualmente in corso. Nel frattempo, le autorità del Regno Unito hanno posto l’editore nella famigerata prigione di massima sicurezza di Belmarsh, che secondo quanto riferito sta causando un pesante tributo alla sua salute.
“È dove tieni assassini, terroristi, e persone brutali. Non so perché abbiano messo lì Julian,”si è chiesto suo padre.
Shipton, che ha visitato per l’ultima volta suo figlio di 48 anni alla fine di febbraio, ha detto che Julian è “ora emaciato, è magro”.

Sta molto attento a non mostrare la sua angoscia davanti a me. No, non vuole turbare suo padre. Ma vedo che la sua ansia è grande.

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-le_assurde_accuse_contro_julian_assange_di_essere_uno_strumento_russo_fatte_solo_per_giustificare_la_sconfitta_di_hillary_clinton_contro_trump/82_33450/